Dalla Bona: “A Napoli tornerei volentieri”

19
130

Samuele Dalla Bona, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Sono andato via da Napoli perchè ero esasperato, non volevo buttare altri sei mesi. Reja non mi faceva mai scendere in campo e io avevo bisogno di giocare. Mi sto allenando da solo al Green Sport di Cesenatico, tutti i giorni una doppia seduta come se dovessi scendere in campo la domenica. Col Napoli c’è un patto tra gentiluomini, un accordo con De Laurentiis e Marino. Una stretta di mano che per me vale più di un contratto. Se vorrò a luglio potrò tornare e lo farei ben volentieri. Se Donadoni e la società vorranno io ritornerei con grande piacere".
 Redazione Napolisoccer.Net



19 Commenti

  1. la merita una possibilita per dimostrare chi e’ ,sicuramente e molto meglio di pazienza che non sa fare nemmeno un passagio o di montervino che non so cosa sia in grado di dare al napoli……..forza sam!

  2. Innanzi tutto devo dire che e’ meglio rispettare l’uomo prima del calciatore…Io dico che dalla bona ha avuto un periodo di crisi professionale che va rispettato e ricordo anche che quando veniva chiamato in campo dava il suo contributo vi assicuro che non e’ facile giocare o lavorare quando hai dei datori di lavoro che non ti rispettano.Tutti sanno le sue esperienze internazionali ed il gol a roma con un tocco che mi lascio’ piacevolmente sorpreso..poi…..e’ sparito e non so dirvi perche’ le colpe sono sempre al 50% ed il calcio e’ spietato sono troppi i misteri intorno a questo giocatore ma adesso sono sicuro si tratti di una fase depressiva intensa e lo capisco. Sinceramente….comunque gli auguro il meglio perche’ se lo merita e’ una persona seria.
    sergio

  3. Io tralascerei i paragoni con pazienza in quanto sono poco veritieri e fuori luogo. Pazienza gioca con una certa continuita’ dalla bona non gioca mai quindi per fare paragoni bisognerebbe partire alla pari ma volendo riprendere il discorso del futuro forse per entrambi sarebbe meglio trovarsi in fretta una sistemazione diversa.
    sergio

  4. dalla bona è stata uno delle tante vittime di Reja ( Calaiò, Bucchi, de Zerbi, Garics, Rullo e compagnia bella).. per carità il mister ha vinto ed ha fatto le sue scelte, giuste o sbagliate, ora è giunto il momento di richiamare alla base tutti e far decidere a mister donadoni, ora un de zerbi sarebbe comodo.. Cmq Pazienza è uno SCARSO io più lo vedi giocare e più mi viene la nausea, domenica con il milan ha sbagliato tutti i passaggi( tranne uno) non è da Napoli, se gioca Pazienza allora stiamo proprio nella mer…..

  5. Signori lo vogliamo fare il salto di qualita’ o no? Se si allora non nominate piu’ i nomi di Bucchi , Garics, rullo, de zerbi e calajo’ in quanto sono giocatori piu’ adatti alla B che alla serie A Calajo viene impiegato poco pure a Siena figuriamoci……ci servono calciatori con la C maiuscola da affiancare a Iezzo, Cannavaro ,Santacroce. Mannini, Maggio,Gargano, Amsik,Lavezzi e solo cosi’possiamo affrontare le grandi del campionato a testa alta e con una certa sicurezza di non sfigurare.
    sergio

  6. vista l’emergenza attuale in questo finale di stagone sarebbe servito un uomo come dalla bona! ma per la prossima stagione servovo altri giocatori ed eliminare un po’ di mediocrita’ nella rosa!

  7. Nn sono un grande amante di pazienza. xò secondo me molti dei giudizi espressi sono poco veritieri e viziati da un pregiudizio di fondo verso il povero giobbe.
    Secondo me è un giocatore ordinato ke fa la sua onesta partita. é vero, commette degli errori nella fase di impostazione, ma i suoi errori sono fatti nella trequarti avversaria. nn ho mai visto pazienza dribblare davanti alla difesa come faceva il povero gargano o fare dei passaggi orizzontali a ridosso della nostra area di rigore come ha l’abitudine di fare il temerario blasi, giocate ke si trasformano inevitabilmente in assist per i nostri avversari….
    e poi dalla bona sarà un grande giocatore ma se nn ha mai giocato e nn è mai stato considerato un motivo ci sarà. Reja nn ha una grande intelligenza tattica, nn ha la spregiudicatezza e l’estro dei giovani allenatori ma in tre anni nn ha mai sbagliato una mossa nella scelta dei giocatori. Tutti i giocatori da lui scartati a parte garics, grande talento, hanno fatto una brutta fine. Calaio, de zerbi, bucchi, rullo quelli nn sono da napoli in serie A!!!!!!!!

  8. Giuste le tue considerazioni Asawasaki….rivedrei solo il grande talento di Garics ridimensionandolo a buon giocatore da tenere in panchina…eventualmente.
    sergio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here