Alberti: “Lavezzi è il 60% della squadra, Denis non da Napoli”

9
66

Jose Alberti esperto di calcio argentino ed amico stretto di Diego Maradona, ospite della trasmissione "Solo Calcio" di Sportitalia ha rilasciato alcune dichiarazioni sul Napoli, precisamente sui due attaccanti argentini. Ecco quanto raccolto da NapoliSoccer.net:
"Il Napoli senza Lavezzi perde il 60% del suo potenziale. Per quanto riguarda Denis, lo conosco bene sin da quando giocava nell’Indipendiente perchè li avevo un amico. E’ vero che in Argentina segnava ma a Napoli si son sempre avuti grandi calciatori in quel ruolo, ricordo i vari Savoldi, Careca. La maglia azzurra pesa tantissimo e lo senti addosso, qui al minimo errore ti castigano; se magari avesse giocato in una squadra più piccola avrebbe fatto sicuramente meglio."
Salvatore Testa



9 Commenti

  1. Be ho sempre criticato i critici ma Alberti per me ha ragione a parte la percentuale di importanza data a lavezzi io la scenderei al 30% che e’ pur sempre alta ma ricordiamoci che si gioca in 11 anzi in 16 e anche maradona stava finendo in serie B con giocatori attorno mediocri. Tutti sono utili ma nessuno e’indispensabile in un team, costruite allora la squadra attorno a lavezzi, amsik, gargano, maggio, mannini, iezzo ecco direi che parole sensate potrebbero essere queste.
    sergio

  2. SERGIO50 ti stimo tantissimo anche se non ti conosco ,ma smettila di dire che bisogna costruire attorno a gargano………….per me non è un giocatore su cui basarsi.

  3. il napoli deve giocarè di velocità,ci vuole un centrocampista ke fa passaggia precisi e con la giusta forza,il napoli ha il centrocampo ke nn e tanto buono,ci vuole un centrocampista che serve a lavezzi bene!

  4. ma ke denis nn sia 1 giokatore da napoli qst e da vedere.. e lui ke cn i suoi 7( poki) ma 7 gol c ha trascinato da ottobre a novembre.. e lui ke qnd i ragazzi nn avevano il morale insieme a montervino dava la carica… e lui ke cmq sarà il + scarso di qst mondo a dire ke nn e 1 giokatore da napoli qst e da vedere.. io dico ke nn sl denis nn a dimostrato di essere da napoli.. c sarebbe da fare 1 carrellata di giokatori ke nn sn da napoli.. e nn sl giokatori.. ma anke dirigenti: marino e il grande presidente de laurentis.. io fossi stato in loro nn avrei sl comprato datolo e bucci.. ma avrei comprato anke vari giokatori ke egregiamente avrebbero dovuto sostituire i titolari.. poi anke dall allenatore… io dalla partita cl kievo ke avevo capito ke qlk nn andava.. anzi dal torino.. x nn andare avanti.. nn parliamo sl di denis.. ne vale prp la pena..

  5. prima di dare il benservito a Denis io ci penserei 10 volte, perchè il primo anno in Italia lo ha pagato anche Platinì, poi perchè a lui in tutto l’arco del campionato se gli sono arrivato 5 palloni decenti e dire tanto, piuttosto manderei subito via il Panterone, avete visto cosa ha sbagliato con il Milan e prima ancora con la Juve a Torino etc etc….. è cotto,,,,,, scommetto che se vendiamo Denis a qualche squadra questo il prossimo anno comincia a segnare a raffica e noi ci mordiamo le palle ……. attenzione a non fare sto errore. Diamogli un altra possibilità affiancondogli a torno calciatori che lo servano adeguatamente.

  6. Prova a dargli le occasioni, e vedi quante volte la puó buttare dentro.
    Ad esempio…C’é qualcuno che crede che Toni sia un fenomeno? Io no.
    Il problema del Napoli, non sono gli attaccanti.


    …secondo me…

    e forza Napoli.

  7. secondo me ha ragione snake… il problema di denis è ke non è servito a dovere… sono sicuro ke se la prossima stagione gli sarà data la possibilità farà benissimo… sono d’accordo kon ki dice ke zalayeta deve andare via… ciao ragazzi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here