Calcio: Arbitri, Lo Bello “No agli stranieri in Italia”

0
171

L’ex arbitro internazionale, Rosario Lo Bello, intervenendo a “Radio Goal” sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “La questione arbitrale? la differenza tra il campionato italiano e quello inglese è che lì non c’è l’assalto mediatico presente nel nostro Paese. Chi opera, quindi gli arbitri, sono uomini dunqe geneticamente imperfetti. È necessario, dunque, guardare ogni cosa in modo sensato, senza dover fare di un arbitro una vittima o addirittura un martire. In Italia, purtroppo, viviamo le vicende sportive con grande enfasi ed accanimento. La sudditanza psicologica? Non riconosco questa parola, né condivido il suo concetto. Certo, se vai in banca, ti esprimi in modo diverso se incontri il cassiere piuttosto che il direttore… Il vero problema, tuttavia, è un altro: con quanta tranquillità gli arbitri vanno ad arbitrare quando sanno che i loro introiti derivano dai soldi versati dai club alla Lega Calcio? Inoltre il direttore di gara è consapevole che se sbaglia, non arbitrerà più per alcuni mesi, perdendo dunque i suoi guadagni. Arbitri stranieri nel campionato italiano? Questo esperimento è stato fatto già tempo fa con scarsi risultati: sono assolutamente contrario. Gli arbitri italiani non hanno nulla da imparare dai colleghi d’oltralpe. Gli errori ci saranno sempre, dunque tanto vale sbagliare con i nostri direttori di gara”.

 

Redazione Napolisoccer.NET (Fonte Radio Kiss Kiss Napoli)

Condividi
Articolo precedenteIl Napoli prepara la sfida con il Genoa
Prossimo articoloNapoli, scoppia la gioia nel ritiro di Pontedera
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here