Mannini a Dribbling racconta la sua gioia per il ritorno in campo

5
29

Intervistato dalla trasmissione sportiva Dribbling in onda su rai Due, Daniele Mannini racconta tutta la sua gioia per poter di nuovo calpestare il prato del S.Paolo.

"…poi un giorno mi ha chiamato Marino e ha detto: Daniele puoi tornare a giocare". Gli brillano ancora gli occhi quando ripensa a quel momento. Daniele Mannini si racconta in una intervista a "Dribbling" rotocalco di Raidue. E, per la prima volta pubblicamente, il centrocampista confessa il groviglio di emozioni che lo ha attanagliato nel duro periodo della squalifica.

"Avevo tanta voglia dentro e mi sono allenato come se la domenica dovessi giocare. Ho trasformato la rabbia in energia positiva. Poi però il campo non arrivava mai e quando tornavo a casa mi veniva voglia di sfogarmi….".

La sua dedizione il "Manno" la deve molto ad un piccolo segreto…"Il mio fratellino di 16 anni di cui sono innamorato perso.  Nei momenti più duri pensavo di dover continuare a rappresentare un esempio per lui. Perciò non ho mai mollato in questi due mesi d’inferno. Ed ora sono felice perchè posso dire di essergli stato davvero di esempio".

Poi il giorno della felicità. Mannini lo racconta così…"Mi chiamò Marino. Disse: ‘Daniele ti hanno sospeso la squalifica’. Ed io incredulo: ‘ma no dai Direttore, davvero?’. E lui mi fa: ‘Daniele ti assicuro che puoi tornare a giocare’. Ho cominciato ad urlare come un pazzo. Lì ho rivisto finalmente il sole".

Infine un po’ di intimità, il Daniele privato: pregi, difetti e la chiave del cuore…."Sono un ragazzo tranquillo. Dicono che talvolta diventi permaloso, ma non lo ammetterò mai! Scherzo, non un santo, certo, ma amo le piccole cose e la semplicità quotidiana. L’amore è una cosa rarissima, ne sono alla ricerca. Al momento la mia passione e tutta la spinta emotiva le metto per il Napoli. Questa è una città stupenda e solo chi ci gioca può capire le sensazioni speciali che regala. Speriamo di poter essere noi a regalare tantissime soddisfazioni alla Società ed alla gente azzurra. I tifosi mi hanno aiutato tanto e mi hanno testimoniato un affetto meraviglioso soprattutto in questo periodo per me così delicato. Li ringrazio tutti, ancora una volta…".
Redazione NapoliSoccer.Net – Fonte: SSCNapoli

 

5 COMMENTS

  1. grande daniele è stato un crimine averti bloccato x tutto quel tempo.cmq complimenti ad aver trasformato la rabbia in energia da scaricare in campo,ma complimenti davvero se ogni domenica gioki in quel modo i mondiali sono i tuoi.

LEAVE A REPLY