Napoli – Parma: Insigne torna in panchina

8
180

probabili-formazioni-2011Probabili formazioni

Un Napoli in procinto di completare il processo di maturazione iniziato con la cura Mazzarri si appresta ad affrontare il Parma di Donadoni sul terreno di gioco del San Paolo completamente rizollato. Gli azzurri, belli e organizzati a Palermo e cinici contro la Fiorentina, domenica pomeriggio cercheranno di calare il tris nell'incontro casalingo con gli emiliani. Attenti però a non considerare la compagine dell'ex Donadoni vittima sacrificale. Nella passata stagione, dopo le due promettenti vittorie iniziali furono proprio la terza partita di campionato, con la sconsiderata sconfitta a Verona con il Chievo e qualche settimana successiva la debacle interna con il Parma, a ridimensionare le ambizioni azzurre. Quest'anno ci sono tutte le premesse per un'altra storia a patto che si rimanga con i piedi per terra. Niente cali di tensione o eccessiva euforia, bisogna restare concentrati e andare avanti partita dopo partita. Il tour de force del Napoli comincia domenica con il primo dei 7 match che gli azzurri dovranno affrontare in 22 giorni. In rapida successione giocheranno con Parma, AIK Solna, Catania, Lazio, Sampdoria, PSV e Udinese. Iniziare questo ciclo di partite con una vittoria significherebbe dare all'ambiente un'altra iniezione di fiducia e festeggiare al meglio due traguardi: le 300 panchine in serie A di Mazzarri e le 222 presenze con la maglia del Napoli di Hamšík , una in più di Antonio Careca. In ottica formazione Zúniga, tornato solo oggi a Castelvolturno, dovrebbe partire dalla panchina per far posto a Dossena. A centrocampo, dopo la bella prestazione e il gol con la Fiorentina, Dzemaili è favorito su Behrami e, in attacco, scontate le due giornate di squalifica, torna Pandev con Insigne in panchina. Confermatissimo il terzetto difensivo con Campagnaro, Cannavaro e Britos davanti a De Sanctis. Il Parma scenderà in campo con un assetto tattico simile agli azzurri. Donadoni probabilmente non potrà contare sull'apporto di Biabiany, sottoposto in questi giorni a terapie mediche, e a quello di Amauri e Sansone che in questi giorni hanno lavorato a parte. In attacco l'ex tecnico del Napoli potrebbe schierare la coppia formata da Belfodil e Pabón. Arbitrerà il sig. Gervasoni della sezione arbitrale di Mantova. 
 

Napoli (3 – 5 – 1 -1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Britos, Maggio, Inler, Dzemaili, Hamšík, Dossena, Pandev, Cavani.

 
A disposizione: Rosati, Colombo, Gamberini, Zúniga, Fernández, Aronica, Uvini, Donadel, Behrami, Mesto, El Kaddouri, Insigne.
Allenatore: Mazzarri.
Indisponibili: nessuno.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: nessuno. 

  

Parma ( 3- 5- 2): Mirante, Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Rosi, Galloppa, Valdés, Parolo, Gobbi, Belfodil, Pabón.

 
A disposizione: Pavarini, Santacroce, Fideleff, Benalouane, Morrone, Musacci, Acquah, MacEachen, Ninis, Palladino.
Allenatore: Donadoni.
Indisponibili: Amauri, Biabiany, Sansone.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: nessuno.

 
Arbitro: Gervasoni – sezione arbitrale di Mantova.
Assistenti: Bianchi – Rosi. Arbitri di porta: Massa – Di Bello. Quarto uomo: De Pinto.

 
Antonio Catapano NapoliSoccer.NET



8 Commenti

  1. Calma con Lorenzo. Deve crescere. Ancora non é decisivo nel Napoli. Lo diventerà se Mazzarri non lo brucia in campo o in panchina. La panchina poi non fa mai male a nessuno. Per me Mazzarri fa bene adesso lasciarlo in panca. Giocherà di sicuro tante partite. Non pensiamo al singolo giocatore perché per un allenatore conta la squadra. Si vince con tutti i giocatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here