Napoli, la rimonta non è impossibile

0
51

Contento e soddisfatto, Donadoni. Il punto conquistato a Reggio ha bagnato felicemente il suo esordio sulla panchina azzurra in un momento delicatissimo e gli consente di guardare il presente e l’immediato futuro – come lui ama fare – con un cauto, moderato ottimismo. La squadra ha risposto alle sue sollecitazioni, quelle che ha rivolto a Cannavaro e ai suoi compagni nell’intervallo del match con gli amaranto, un dato confortante che dà conferma della disponibilità e della voglia dei giocatori di recuperare in parte e per quello che si può, le posizioni perdute.Bisogna tentare, però. Il sogno è un gran finale di stagione, per ripartire con basi solide nel prossimo campionato. Ecco, nei piani concordati tra Donadoni e il presidente De Laurentiis, c’è anche questo, la rimonta, senza false illusioni ma con tutto l’ardore possibile. Il calendario sotto gli occhi e non soltanto quello delle partite degli azzurri che domenica sera avranno a disposizione la prima delle dieci opportunità. Anche le altre squadre hanno impegni da prendere con le molle. Attenzione, però. E’ il Milan che Lavezzi e gli altri si ritroveranno difronte prossimamente e non un team qualunque. Già, i rossoneri, il passato e il presente di Donadoni che dovrà preparare in tutta fretta lo scontro con i Diavoli.  Poi il mister avrà la settimana della sosta a disposizione per una messa a punto, prima di ripartire per affrontare le cinque trasferte e le ultime quattro partite da giocare al San Paolo.Un passo per volta, ha ammonito il nuovo allenatore intenzionato a ricostituire il Napoli del girone d’andata, evitando rivoluzioni: “E’ vietato sognare”, ha sottolineato tuttavia Donadoni per non creare aspettative che possono determinare ulteriori depressioni. Ma su di un finale a passo di corsa, l’ex cittì ci conta e ci spera. Ecco l’arroventato finale: Sampdoria a Marassi alla ripresa del campionato, dopo il Milan. L’Atalanta al San Paolo e il Cagliari in trasferta, prima della partitissima a Fuorigrotta con la Beneamata di Mourinho. Poi una doppia trasferta – Siena e Lecce – quindi di nuovo al San Paolo contro il Torino, per poi giocare a Catania. La stagione si chiuderà a Napoli contro il Chievo il 31 maggio. Guardando gli impegni, Donadoni un pensierino lo ha fatto, per riprendere la corsa, serve soprattutto il vecchio Napoli, quello delle . Lo ritroverà lungo la strada?

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: leggo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here