Ciao Reja

33
34

Nella tarda serata di ieri la clamorosa svolta. Via Reja, arriva Donadoni. La notizia ha fatto subito il giro della città e del web. Tantissimi tifosi si sono collegati sulla rete mondiale per saperne di più. Il sito ufficiale del Napoli è andato in tilt per il numero elevato di contatti. Reja non è più l’allenatore del Napoli. In tanti ne chiedevano l’esonero e alla fine De Laurentiis, deluso per i pessimi risultati della squadra negli ultimi nove turni di campionato, ha accontentato la maggior parte dei tifosi. A detta dello stesso tecnico goriziano voci sul suo conto a Napoli ci sono sempre state. Ma il popolo napoletano sa anche essere riconoscente con chi ha guidato gli azzurri dall’inferno della C fino alla serie A e all’Uefa, passando per l’Intertoto. Sono tantissimi i messaggi che stanno giungendo, sia in redazione che sul forum, per ringraziare il tecnico per il lavoro svolto in questi anni sulla panchina del Napoli.
LA CARRIERA AL NAPOLI – Reja diventa il nuovo allenatore del Napoli nel gennaio del 2005. Prende il posto di Giampiero Ventura, e trova una squadra composta da giocatori acquistati in extremis da Marino, dopo che il Napoli è stato acquistato da De Laurentiis ed ammesso a partecipare al campionato di serie C. Con Reja arrivano anche alcuni rinforzi ed il tecnico riesce a portare il Napoli ai play off di serie C che si concludono con l’amara sconfitta di Avellino. Nonostante la delusione società ed allenatore decidono di proseguire ancora insieme. Grazie anche ad un organico più competitivo il Napoli domina la stagione 2006/07 e vola in serie B. A causa degli illeciti sportivi gli azzurri si ritrovano però a dover affrontare uno dei campionati cadetti più difficili della storia del calcio italiano. Oltre alla Juventus, retrocessa per i noti illeciti sportivi, ci sono anche Genoa, Bologna, Brescia, Piacenza ed il sorprendente Rimini che l’anno prima aveva stracciato il campionato di serie C. Nonostante le difficoltà e le prime critiche mosse nei confronti di Edy Reja, il Napoli riesce a finire il campionato al secondo posto, concludendo la stagione con un pareggio nella storica partita con il Genoa allo stadio Marassi. Il Napoli è finalmente di nuovo in serie A, dove a guidarlo è ancora Edy Reja riconfermato dalla società. Il primo anno nella massima serie il neopromosso Napoli stupisce, battendo quasi tutte le grandi del campionato, dall’Inter al Milan, dalla Juventus alla Fiorentina. Nonostante queste vittorie il rapporto tra Edy Reja ed il presidente Aurelio De Laurentiis, forse ancora amareggiato per l’uscita di scena dalla Coppa italia, subisce una grossa incrinatura. Al termine della gara casalinga con la Lazio, terminata con il risultato di 2-2, riacciuffato solo nei minuti finali da Hamsik, negli spogliatoi del San Paolo scoppia una lite furibonda tra i due. Il tecnico sembra deciso a lasciare la panchina del Napoli ma la notte porta consiglio per tutti e l’indomani il presidente, attraverso un comunicato, annuncia la pace con il mister. Tuttavia le prestazioni del Napoli non sono esenti da critiche, sia da parte della stampa che da una buona parte dei tifosi. C’è chi contesta il gioco, chi il modulo, chi la formazione, chi le sostituzioni. La squadra termina il primo campionato di serie A dell’era De Laurentiis all’ottavo posto e decide di prendere parte all’Intertoto per provare ad entrare in Coppa Uefa. Il Napoli di Reja raggiunge anche questo obiettivo, superando i turni preliminari. Al primo turno di Coppa Uefa un sorteggio poco benevolo pone il Benfica sulla strada degli azzurri. Al San Paolo la squadra esordisce in Coppa Uefa con una prestazione eccezionale, battendo i portoghesi per 3-2. Il risultato sta un po’ stretto agli azzurri che nel match di ritorno, nell’affascinante stadio da Luz, escono sconfitti per 2-0, abbondando così la competizione europea.
La storia recente la ricordiamo. Dopo un ottimo girone d’andata, che ha visto la squadra raggiungere anche il primo posto in classifica, il Napoli è caduto in una crisi profonda dalla quale non riesce più a venirne fuori. Due punti nelle ultime nove partite. Record negativo di otto sconfitte esterne consecutive. Precipitato dai sogni di Champions all’undicesimo posto in classifica, lontano anche dalla zona Uefa, obiettivo stagionale della società.
E’ questo l’epilogo della carriera di Edy Reja sulla panchina del Napoli. La società lo ha congedato con una decisione presa con “grande sofferenza, in considerazione del fondamentale ruolo svolto da Reja durante gli ultimi 5 campionati che hanno proiettato il Napoli dalla serie C alla Serie A e quindi alla Coppa Uefa. Naturalmente la Società ringrazia con profonda gratitudine Edoardo Reja per la grandissima opera professionale profusa in tutte queste stagioni vincenti”.
Reja se ne va da gran signore ed ineccepibile professionista quale è stato. NapoliSoccer.NET desidera salutarlo, augurandogli di ottenere tante altre soddisfazioni, magari ancora con il Napoli attraverso un ruolo in società.

Lasciamo spazio ai messaggi dei lettori.

Massimo Sergio – NapoliSoccer.NET
 

33 Commenti

  1. Grazie Reya, allo stadio sarai sempre il benvenuto come tifoso pero, ora per il bene della squadra era giusto il tuo esonero forse sarebbe stato meglio una tua dimissione per il tuo curriculum ma x me fa lo stesso.
    Adesso c’e Donandoni che sicuramente non fara i miracoli e nel caso dovessimo vencere con la Reggina non significhera che i problemi sono stati risolti perke molto probabilmente con la Reggina aveva buone possibilita di vincere anke il mister Reya. Io dico una cosa sola cominciamo a cambiare modulo a dare una identita a questa squadra anke senza giocatori perke noi non li abbiamo e poi come finisce l’anno Signor Donandoni non fare lo stesso errore del signor Reya non ti accontentare pretendi i giocatori che ti servono e se non arrivano vai via dimettiti non ti far bruciare da una piazza che ti fa vivere o in paradiso o all’inferno qui il pulgatorio non lo konosciamo.

  2. io sono sincero: la notizia dell’esonero del mister, vista anke la conferma nel pomeriggio, mi ha commosso. Ho ripercorso nella mia mente tutti i momenti straordinari ke ho vissuto nell’era Reja, dalla promozione in serie b a quella magica del ritorno in a, oppure alla magica vittoria dell’anno scorso con l’inter passando anke dalla juve, al benfica di quest’anno..io da tifoso sono riconoscente al mister nonché grande uomo..penso ke anke la società sarebbe dovuta essere maggiormente riconoscente ad un uomo ke in 4 anni tanto ha dato a questa società e ke invece s è limitata a redigere un comunicato con le solite frasi di circostanza. Da questa storia purtroppo chi ne esce sconfitto oltre al mister(ke nn meritava tale uscita di scena) è anche la società x come ha condotto le operazioni. Sicuramente saranno felici tutti i numerosi anti Reja sparsi x la città, ma io resto amareggiato e deluso x l’epilogo della vicenda e xke il mister meritava ben altro trattamento. Grazie mister, grazie di tutto.. E ke lei possa avere tutto il rispetto e la gratitudine(sempre ke esista ancora) ke merita in quando grande allenatore ma soprattutto grande uomo. Ciao mister

  3. Ciao Edy
    ammetto di averti criticato anch’io, ma il cuore del tifoso non ascolta la ragione, Adesso ti dico sei stato UN GRANDE ed il Napoli ti deve tanta riconoscenza. Spero che ci sarà spazio per te al Napoli con altri ruoli. Ne abbiamo bisogno di uno come te. Ciao

  4. GRAZIE MISTER!!
    Non sono mai stato molto d’accordo con le sue scelte ma gli anni di risultati e di obbiettivi raggiunti facevano in modo che io la sostenessi nonostante tutto!!
    Un unico appunto: Poteva lasciare l’anno scorso dopo 2 campionati vinti e una bella serie A… A quest’ora sarebbe ricordato con molto affetto!! Mi dispiace che la sua carriera a Napoli finisca con questa macchia. Per me non cambia nulla ma agli occhi di molti la macchia dell’esonero copre anni di risultati.

    GRAZIE ANCORA EDDY!!

  5. Alla fine anch’io sono stato uno dei tanti che ha sostenuto a gran voce l’esonero di Reja…pero’ a mente fredda posso dire che ci voleva piu’ rispetto per un allenatore che ci ha guidati per 5 anni. Caso mai, una societa’ seria vedi MILAN, l’avrebbe mandato via a fine stagione come appunto si parlava.
    Le chiacchiere se le porta il vento…ora andiamo a vincere a REGGIO. Ciao Mister e in bocca al lupo DONADONI.

  6. Un grande saluto a Eddy Reja, uomo galante e distinto gentiluomo!.. Mister rimarrà per sempre nei nostri cuori per le immense emozioni che ci ha regalato, dalla grande risalita nel calcio che conta, attraverso un ruolino di marcia straordinario, fino alle notti magiche dello scorso anno con le straordinarie vittorie ai danni di Juventus, Inter, Fiorentina, Palermo, Milan….
    Grazie per aver saputo sempre metterci la faccia in ogni situazione complessa, per aver sempre comunque soostenuto la causa azzurra, per essersi scusato con i tifosi per le prestazioni deludenti e per aver chiamato a gran voce il fondamentale sostegno del pubblico partenopeo!!!..
    Grazie di cuore, mister!!!.. Lei che è uomo saggio saprà sicuramente che in momenti di crisi come il nostro, i primi a pagare sono gli allenatori: è la dura legge del calcio, ma in fondo, credo che la porta della società Napoli per lei sarà sempre aperta!!!!… Almeno il cuore di noi tifosi porterà sempre il suo segno indelebile!!!!… Ciao EDDY!!

  7. Cari concittadini, smettetela con questa ipocrisia, domenica scorsa ero allo stadio. Ho sentito i conri “REJA VA A FANC***” di quasi tutto lo stadio per mezz’ora. L’esonero era inevitabile e giusto, occorre una scossa psicologica. Grazie Eddy ci hai fatto sognare. Ora tocca a Roberto. SEMPRE FORZA NAPOLI!!!!!!!!!!!!!

  8. ANCORA UNA VOLTA LA SOCIETA’ SI COMPORTA IN MODO VERGOGNOSO PRENDENDO QUASI IN GIRO IL NOSTRO MISTER… A PAGARE E’ L’UNICO CHE CI HA SEMPRE MESSO IL CUORE E CHE CI HA MESSO SEMPRE LA FACCIA. L’UNICO CHE, CON UNA SQUADRA MEDIOCRE COSTRUITA DAL SIG. MARINO, CI HA RIPORTATO IN EUROPA. IL SIG. MARINO DEVE AMMETTERE LE SUE COLPE, UN CALCIOMERCATO TOTALMENTE SBAGLIATO PERCHE’ FORSE PENSAVA DI STARE AD UDINE!! SENZA UNA SOCIETA’ SERIA E FORTE NON SAREMO MAI NESSUNO…E SE I PRESUPPOSTI SONO QUESTI, ABITUIAMOCI A LOTTARE PER LA SALVEZZA!

    EDY GRAZIE DI TUTTO, MI HAI REGALATO EMOZIONI UNICHE ED IMMENSE E SARAI X SEMPRE UNO DI NOI!!

    SSC NAPOLI…VERGOGNATI!!

    un tifoso profondamente deluso.

  9. Spero che il rapporto col Napoli non finisca qui, mister!
    Abbiamo bisogno in società di gente seria e competente come lei.
    Ricordo che più di una volta il presidente disse: se anche esonero Reja io me lo tengo in società!!

    Auguri mister!

  10. Al di là dell’aspetto tecnico, è sempre doloroso distaccarsi dalle persone oneste e leali come te!
    Grazie Edy! Hai avuto il merito di scrivere un pezzo di storia della nostra squadra e della nostra città!

  11. Grazie ed arrivederci a presto. Certamente, non so come, sarai ancora utile al calcio italiano. Sei un grande mister che questo “temporaneo appannamento mentale” dovuto a fattori contingenti ed imprevedibili non potrà scalfire il tuo valore di allenatore.

  12. CIAO MISTER !!!! Io non sono assolutamente d’accordo con il tuo esonero !! lui non c’entra nulla, anche se mentre guardo la partita a volte mi incazz… con lui per via di alcune decisioni, me a noi mancano sicuramente dei cambi validi!!!

    se guardiamo la nostra panchina abbiamo dei giocatori di serie D !!

    REJA = GRANDE UOMO !!

    GRAZIE DI TUTTO !!

  13. Dobbiamo comunque essere grati ad un galantuomo e ad un ottimo allenatore come Reja che nel giro di soli tre anni ci ha portati dalla C alla coppa UEFA.
    Invito tutti i tifosi per la prossima partita con il Milan a preparare un grande striscione di ringraziamento per Reja.
    Quanto alla scelta, secondo affrettata perchè si poteva aspettare tranquillamente giugno, non credo che ci sarà chissà quale rilancio, considerato i gravi infortuni dei giocatori e la disastrosa condizione fisica di quelli rimasti.

  14. Volevo ringraziare il mister per questi stupendi anni ricchi di vittorie e soddisfazioni. Avrei preferito un epilogo migliore da una società che deve crescere molto dal punto di vista organizzativo e d’immagine. Vorrei però meno ipocrisia dei tifosi che si sono sempre scagliati con Reja e non contro i giocatori che forse si sono sentiti “arrivati” troppo in fretta.
    Grazie al “SIGNOR” Reja che è l’unico che ha sempre messo la “faccia” e non ha mai avuto timore di dire la sua anche nei momenti peggiori “Signori si nasce…”

  15. Purtroppo i risultati hanno determinato l`esonero di Reja, il fatto non mi meraviglia ,il rammarico e` il non aver cambiato guida tecnica a giugno, e si e`voluto dare il giusto premio al mister per i risultati conseguiti lo scorso campionato,ma si poteva benissimo affidare a reja un ruolo importante in societa, vista la serieta l`onesta morale e l`attaccamento dimostrato in questi anni di lavoro con il Napoli. Poi non mi e`piaciuto il modo del`esonero ci sono modi e modi, ma si e`scelto quello meno indicato per una persona come Reja, credo che piu`che un esonero lui senta questo trattamento come un tradimento, anche se preventivato, io non sono mai stato un estimatore dell´allenatore ma ho un grande rispetto dell`uomo, e pertanto gli dico grazie per tutto quelle soddisfazioni che ci ha dato, e mi auguro che resti in societa, anche se penso sia poco prababile .

  16. son d’accordo con luigi mister poteva lasciare anche a gennaio quando ha visto che non avevano comprato nessun rinforzo specialmente in difesa. comunque auguri

  17. non sò che cosa possa cambiare ma per il bene del Napoli spero che Donadoni (non mi piace il suo gioco) sia la scelta giusta ma soprattutto azzeccata sia per il presente che per il domani.
    Un saluto al mister Reja per quanto ha fatto per il Napoli.

  18. Onore ad un grande uomo.
    Onore alla sua serietà
    Onore al fatto che ci ha sempre messo la faccia
    Onore ad un uomo che per 5 anni quasi ha saputo resistere alle continue critiche di una piazza come quella di napoli.
    Grazie per averci fatto gioire e per averci portato in A ed alle soglie della uefa.
    La tua educazione e serietà ci rimarrà sempre.
    buona fortuna

  19. Il grado di SERIETA’ della squadra e della societa’ scende di molto.
    Grazie di cuore mister REJA per quello che hai dato per questa maglia in questi 5 anni.
    Ps.: Non ho mai visto tante messaggi ipocriti e banali!!!

  20. Reja non ti preoccupare, sono cose che succedono. Lascerai comunque un OTTIMO GRANDE RICORDO nella storia del NAPOLI. Sei un gran signore e come tu stesso hai ammesso era necessario cambiare. Col cuore in mano, le lacrime agli occhi : CIAO REJA e non addio

  21. Sono veramente commosso..leggendo tutti i messaggi lasciati dai tifosi (come me) è inevitabile questa emozione…
    Secondo me, Reja è stato un GRANDE ALLENATORE, certo con i suoi umani difetti!! anke io non condividevo delle sue scelte..
    ma comunque rimane una persona seria,un’ ottimo tecnico ed una bella persona..
    Non mi è affatto piaciuto il comportamento della società che ormai poteva benissimo aspettare giugno..
    Se il Napoli si trova in questa situazione le colpe di certo non possono essere, e non sono, solo del tecnico…
    In fine anche io sono d’accordo con il tifoso che chiedeva una striscione dedicato a lui…AUGURI E GRAZIE REJA…!
    se lo vorrai (nonostante il modo scorretto dell’esonero)rimani in collabborazione con la società…x il napoli……!

  22. Grazie Reia. i primi traditori sono quei ragazzi che ai allenato e fatti diventare calciatori e per questo non ti meritavono lo stesso vale per marino e de laurentis l’unico rilievo che posso farti e di non aver avuto il polso per tenere in pugno la squadra ma so che sei una persona perbene è per questo ti faccio i miei migliori auguri carmine

  23. Sono disgustato,dall’incompetenza di buona parte degli scriventi,il sig. Reja in cinque anni non e riuscito a dare un briciolo di gioco alla sua squadra accettando le cervellotiche campagne acquisti di Marino (speriamo che il presidente si accorga presto della sua incopetenza e LO CACCI VIA,e dimo strand di essere un allenatore scarso.
    Quindi ALLELUIA e accogliamo con entusiasmo Donadoni,che sicuramente ha un gran coraggio,prendendo il Napoli attuale,cosi messo male.
    Auguri e FORZA NAPOLI

  24. Reja grazie…sei stato grande…non abbatterti perchè noi ti stiamo vicini….è vero, è stato un brutto periodo x il Napoli ma sono sicura che ti saresti ripreso….resterai nei nostri cuori…..X SEMPRE

  25. Grazie Reja, un grande uomo, un grande professionista che ad ogni modo meritava un trattamento più riguardoso da parte della società.
    5 anni indimenticabili non possono essere liquidati con un comunicato stampa.
    Data la sua vocazione ed il modulo a lui caro sarebbe stato compito della società e di Marino in particolare provvedere ad acquistare giocatori di maggior caratura.
    Ogni reparto ha bisogno di un uomo che garantisca un tasso tecnico superiore altrimenti finisce come quello che stiamo vedendo tutti partita dopo partita…un’ enorme mole di gioco che non viene mai finalizzata e poi, al primo errore, veniamo castigati.
    Mi rattrista il pensiero dell’esonero di Mister Edy ma ormai il dado è tratto e posso solo augurarmi che Donadoni (effettivamente senza un grande curriculum…) si accorga che qualche giocatore ha bisogno “e ‘nu bell cavecio ‘ncul” e che infonda il giusto stimol per farci passare “a nuttata..!!!”.
    FORZA NAPOLI – BOYS FEDAYN – LA NOSTRA STORIA E’ GIA’ LEGGENDA

  26. Mister ho il cuore denso di amarezza e tristezza, credevo che con te si potesse vincere qualcosa di molto importante ma le cose a volte non vanno nel senso più giusto. Napoli non ha mai conosciuto Uomini perbene come te e forse tra qualche mese, quando le acque si saranno calmate, potrai spiegarci cosa è successo di tanto grave nello spogliatoio da rendere necessario un gesto folle come il tuo esonero. Mister non esitare, metti da parte l’orgoglio e torna con noi accettando un ruolo diverso perchè abbiamo ancora bisogno della tua professionalità che troppe volte, ingiustamente, è stata messa in discussione. Nella speranza che queste parole ti arrivino, con immensa stima e profonda gratitudine, Terenzio a Castellammare di Stabia

LASCIA UN COMMENTO