De Laurentiis & Marino hanno deciso: Reja resta!

20
21

Appena concluso il summit tra De Laurentiis e Marino, Reja confermato.
Come anticipato negli articoli precedenti, la fiducia è stata confermata ad Edy Reja. Questo è quanto emerso al termine del faccia a faccia svoltosi tra il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis e il direttore generale Pierpaolo Marino. Edy Reja quindi continuerà ad essere al timone della squadra azzurra e cercherà di uscire dalla crisi già da domenica prossima nella sfida contro la Reggina. Scongiurato l’arrivo di Donadoni almeno per il momento, nonostante il gran parlare delle ultime ore. Nel pomeriggio è previsto l’allenamento di ripresa della preparazione in vista della delicata trasferta in Calabria.

Pino Chianese – Redazione NapoliSoccer.NET

20 Commenti

  1. Allora ci avete preso in giro????.. A Reja sarà stata messa la croce o può continuare a perdere incondizionatamente???… Io provo a tirar fuori la mia tesi: credo che Marino abbia rinnovato la fiducia a Reja, consapevole che tanto ormai gli obiettivi del Napoli non sono più quelli di raggiungere traguardi europei… perciò, secondo lui, avanti così, tanto se si perde, non cambia nulla… Ma non avete fatto i conti con le nostre sofferenze, non ne possiamo più di vedere il Napoli perdere così… Ma sì tanto in fondo bastano cinque punti per salvarsi, perciò chi se ne frega, giusto direttore????… D’altronde 5 punti li faremo pur in un modo o in un altro… Ci dovete dare spiegazioni… E questo lo dico, nonostante la mia stima verso il direttore, che non dimentichiamo ha portato a Napoli Lavezzi, Hamisk, Maggio, Blasi, Gargano… Ora dico coraggio, Eddy… Non startene là impalato alla panchina domenica.. se la squadra non gira, provvedi a fare i cambi giusti….

  2. Allo stadio io personalmente non ci vado più, perchè mi è impossibile vedere erroracci che non vengono commessi nemmeno nei tornei dilatentistici. Tutto ciò denota insensibilità da parte della Dirigenza (si fa per dire) nei confronti dei tifosi che pur pagando un costoso biglietto sono costretti ad assistere ad uno spettacolo pietoso: dei possibili talenti che sono in balia degli avversari!!! Invito tutti gli altri che amano il Napoli a disertare lo stadio. Può darsi che il Signor De Laurentiis si ravvedi e prenda un responsabile provvedimento.

  3. Mi chiedo perchè il Presidente De Laurentis si sottopone ad un viaggio transoceanico stressante per poi lasciare tutto immutato, allora poteva restare comodamente negli USA !
    Dare ancora fiducia ad un tecnico che non vince dagli inizi di gennaio con nove sconfitte fuori casa consecutive (2 punti su 27) è semplicemente assurdo, ormai tutti ridono di questa squadra non capisco come non si fa niente per cercare di porre un rimedio.

  4. decisione giusta.. l’unica scelta con un minimo di ragione a parte questa sarebbe stata prendere un “traghettatore” fino a fine stagione. Onestamente ero sconvolto a pensare che il Napoli potesse finire nelle mani di Donadoni!! Ce lo ricordiamo tutti il “gioco” del Livorno e dell’Italia…Non scherziamo.. e prendiamo un vero ottimo allenatore a fine stagione

  5. la fortuna o sfortuna degli allenatori dipende da alcuni fattori, li scrivo in ordine di importanza.
    1 -la forza dei componenti della squadra.
    2 -se gli stessi componenti vanno d’accordo con esso.
    3 -se c’e’il giusto feeling tra giocatori e la societa’ ovvero se tutti gli accordi economici sono rispettati…..
    4 -se la rosa messa a loro disposizione e’ abbastanza numerosa da affrontare un campionato con gli infortuni dietro l’angolo.
    5- se non si creano spaccature all’interno dello spogliatoio.
    giudicate voi se e’ colpa di reja o no, io non credo che tecnicamente sia un fenomeno reja, e forse nemmeno un mediatore con carattere deciso ma adesso non vale la pena di cambiare non potendo intervenire piu’ sul mercato a meno che non ci siano rivolte nello spogliatoio verso l’allenatore, in quel caso sarebbe opportuno cambiare ma solo per il bene della squadra e societa’.
    Forse l’errore di noi tifosi e’ stato quello di credere troppo in una dirigenza che in serie B ha fatto faville ma che doveva organizzarsi meglio e piu’ in fretta per affrontare la serie A e coppa uefa. Forse e’ per questo che stiamo mancando tutti gli obbiettivi della stagione…secondo me coppa italia, coppa uefa, e qualificazione europea erano nelle gambe della squadra ma la societa’ e l’allenatore hanno giocato male le proprie carte,speriamo abbiano altre carte,,,,,E’ arrivato il momento che de laurentis si dedichi un po di piu’ all’organigramma societario senza tralasciare Marino che, a mio parere, ha attirato un po di superbia ed egocentrismo dalla sua parte, non si puo’ fare tutto da soli caro Marino….
    Ora non commettiamo, noi tifosi, l’errore di credere che i giocatori sono stanchi (ho fatto atletica leggera per anni e vi assicuro che erano allenamenti da svenimento eppure non mi sentivo stanco a 23 anni) oppure credere che un Russotto possa salvarci la stagione. Io aspetto pazientemente che la stagione finisca , che ci salviamo, e mi aspetto dei cambiamenti e ampliamenti in societa’ tanto da dire che siamo una societa’ da serie A e non da B.
    ciao

  6. L’atteggiamento di Marino e De Laurentis è un film (non è una battuta…) già visto.
    Si è fatto un pò di fumo perchè c’è stata la reazione dei tifosi ma in realtà questi stanno già pensando all’anno prossimo e nel bene o nel male basta salvarsi poi ci racconteranno altre panzane per nascondere degli errori commessi.
    E’ inutile protestare, l’abbiamo già fatto ieri come oggi ma il risultato non cambia. O meglio cambiamo noi con un pesante e fragoroso SILENZIO.

  7. Se invece di cambiare l’allenatore c’era da acquistare un altro giocatore argentino Marino non ci avrebbe pensato due volte lo avrebbe fatto immediatamente non è vero Pierpaolo! Sei Grande!

  8. 2 punti in 9 giornate…….se ne facciamo altri 5 in undici giornate stiamo pregando di rimanere in A ce ne srvono almeno 8 per essere sicuri di non retrocedere. Da questo momento in poi siamo una piccola che lotta per salvarsi dato che nel girone di ritorno siamo ultimi in classifica. era chiaro che Donadoni non volesse prendersi una squadra in queste condizioni.Io se domenica vedo che fa ancora uscire Santacroce e fa entrare Russotto alla fine della partita o peggio non lo fa proprio entrare perche` a 5 minuti dalla fine cerca di difendere il pareggio. E l’ultima volta che guardo il napoli finche non va via lui.Sergio quando Donadoni allenava il Livorno il Livorno giocava bene e quando e` andato via lui che il Livorno faceva schifo.

  9. Sono perfettamente d’accordo con l’amico Sergio.
    I miracoli f’inora li ha fatto solo Reja.
    “Addà passà ‘a nuttata.”
    Non credo che il cambio “ora” fatto in fretta e furia con un altro allenatore ,possa compiere il miracolo.
    Diceva un saggio: “la barca si raddrizza camminando”
    Lasciate lavorare lo staff del glorioso Napoli e vedrete che ritornerà il sole!

  10. per me è giusto che reja abbia la possibilità di finire la stagione,dopotutto sono oramai 2-3 domeniche che il napoli non ha più obiettivi se non quelli di rimanere in serie “A”.
    E’ giusto inoltre che una persona seria onesta come lui possa avere la possibilità di andarsene non in malo modo e non come unico artefice di questo disastro che in gran parte è colpa del nostro “SAPIENTONE” Marino.
    Detto questo ,è opportuno che la drigenza si metta in testa che o si cammina su di un marciapiede o si cammina sull’altro,ma in mezzo alla strada NO:noi oggi cosa siamo?che società sportiva è mai questa?un settore giovanile che non sforna giocatori e poi ogni domenica dobbiamo fare i conti con napoletani che sciolinano grandi prestazioni contro di noi(vedi Quagliarella Foggia Coppola Criscito Palladino …….etc)tra l’altro perchè il napoli primavera non gioca mai a viareggio?
    occorre un organigramma composto da persone serie e laboriose ed ognuno di questi si impegni al massimo nella proria sfera di competenza,perchè così come è il “work in progress”sinceramente non è credibile.
    in ultimo basta andare a comprare giocatori al mercato delle pulci ( risparmi (3 milioni su un giocatore e perdi 10 punti in classifica)vogliamo gente di prima scelta non vogliamo le comparse da far diventare attori protagonisti noi non siamo l ‘Atalanta ******.

  11. RAGAZZI,IL CAMBIO DI ALLENATORE,FAREBBE SOLO PEGGIO,VE LO RICORDATE NEGLI ANNI DI CORBELLI,NALDI,ECC….CAMBIATO 1 ALLENATORE NELLA STAGIONE IN COSO,CAMBIATI 1000!!!! REJA è L’UNICO CHE CI PUO RIPORTARE AL SUCCESSO!!!!! FORZA NAPOLI

  12. tutto sommato era la scelta piu’ ovvia….non so fino ache punto sarebbe stato utile cambiare allenatore a questo punto della stagione…..l’unica cosa che spero sinceramnete e che Reja….dopo questo ennesimo faccia a faccia con la società e mi auguro anche con tutti i calciatori…possa realmente ritrovare quella serenita’ per fare le scelte giuste ogni domenica ( avendo il coraggio di metetre fuori rosa anche i piu’ balasonati…se non rendono come devono)…ma sopratutto mi auguro che ritrovi il grande e solido gruppo di inizio stagione, perchè ritengo che il vero male del Napoli nelle ultime settimane sia specialmente lo spogliatoio spaccato….e e il nervosismo per chi viene sempre messo in disparte anche se meriterebbe la maglia da titolare( es. RUSSOTTO)…..DAI REJA…PUOI ANCORA DIMOSTARE CHE PUOI FARCI TORNARE A SORRIDERE….!!! IN BOCCA A LUPO E METTICELA SEMPRE TUTTA ….che tutto sommato Napoli ti vuole bene…e non dimentica che ci hai salvato dall’inferno !!!!

  13. Spero che riuscirà a farci uscire da questa brutta crisi, fondamentalmente è stato anche compito suo se oggi siamo in A a gran voce pertanto tifo Reja e dico a tutti gli amici tifosi di dare un po di fiducia in oiu specialmente in questo momento, anche allo stadio piu grinta.
    forza Reja e forza Napoliiiiiiiiiiiiiiiii

LASCIA UN COMMENTO