Oggi si decide il futuro di Edy Reja

13
41

Oggi sarà sicuramente una giornata importante per il futuro del Napoli. Dopo un primo contatto telefonico, avvenuto ieri, tra il presidente Aurelio De Laurentiis, appena giunto in Italia dagli Stati Uniti, ed il dg Pierpaolo Marino, come riporta il Corriere dello Sport, in giornata ci sarà l’incontro tra i due, per valutare le eventuali decisioni da prendere sul futuro di Edy Reja, da cinque anni alla guida degli azzurri.
Nella serata di ieri si sono diffuse diverse voci. La più insistente riguarda l’ex ct della nazionale italiana Roberto Donadoni. In questo caso però non si tratterebbe di affidare la panchina ad un tecnico per soli due mesi ma di un progetto a più ampio respiro. Lo stesso Donadoni ieri pomeriggio, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, aveva smentito di aver avuto dei contatti con la società partenopea, ma dal pomeriggio alla notte qualcosa potrebbe anche essere cambiato. L’ipotesi Donadoni rimarrebbe solo una chiacchiera giornalistica qualora Marino abbia già individuato da tempo il futuro tecnico del Napoli che dovrà succedere a Reja alla fine del campionato. Tra questi i nomi più gettonati sono quelli di Marco Giampaolo, Delio Rossi e Pasquale Marino. In questo caso resterebbero solo due soluzioni, confermare il tecnico goriziano o affidare la panchina ad un "traghettatore", cioè ad un allenatore disposto a guidare la squadra solo fino alla fine di maggio, quale potrebbe essere Giuseppe Papadopulo, tanto per fare un altro nome.
Oggi ne sapremo sicuramente di più.
Redazione NapoliSoccer.NET

13 Commenti

  1. INVECE REJA DEVE SOLO ESSERE RINGRAZIATO.
    NON RICORDO A MEMORIA UN ALLENATORE CHE E’ STATO E HA DATO COSI TANTO AL NAPOLI.
    E POI E’ UNA PERSONA MOLTO PER BENE .
    PURTROPPO ADESSO IL NAPOLI HA BISOGNO DI ALTRO, E HO PAURA CHE I RAGAZZI NON LO SEGUANO PIU.
    GRAZIE EDY , E FORZA NAPOLI

  2. DONADONI????QUELLO KE ALL’ EUROPEO HA FTT ELIMINARE LA SQUASRA CAMPIONE DEL MONDO???MA DICO IO CI SN TANTI NOMI…..DEL NERI, GREGUCCI DEL VICENZA,CUPER, ZACCHERONI, DE CANIO….Secondo voi tra qst ki potrebbe essere quello giusto????????????

  3. Per un acuto osservatore il tecnico alla guida del Napoli “in progress” può essere solo Donadoni, tutto il resto non sono altri che depistaggi interessati.
    Donadoni, gran conoscitore dei giocatori stranieri, saprà certamente adattare, in particolare gli “argentini”, in ruoli più consoni alla econimia della squadra, dando in anticipo rispetto al prossimo campionato, il necessario ordinamento tattico alla squadra e consentendo allo stesso di suggerire al Presidente gli opportuni nuovi sei/sette acquisti tra titolari e riserve per far si che il “Napoli” possa inserirsi fra le grandi del calcio italiano.

  4. si discutono le scelte di Reja tipo Santacroce fuori, maggio terzino, pazienza preferito a dalla bona…. basta ci vuole un cambio e Donadoni e perfetto caro enzo visto che all’europeo in campo ci sono andati i campioni del mondo che forse non erano più tali che dici?

  5. Grazie Reja per tutto quello che hai dato al Napoli.
    Ora però c’è bisogno di partire con un nuovo progetto
    che si spera ci porti sempre più in alto.

    Donadoni o no, bisogna ripartire da zero ed organizzare la squadra (e la società) con maggiore oculatezza!

    Sempre Forza Napoli!

  6. Il vero problema del napoli nn e l allenatore ma lo spogliatoio si sa benissimo delle tensioni tra i giocatori ultimo episodio lo schiaffo di denis a santacroce, la dice lunga sulle tensioni in squadra , ki si occupa di calcio sa benissimo che al di la del modulo conta essenzialmente il feeling tra i calciatori senza il quale anche uno squadrone come l inter nn vincerebbe una partita, nn so l allenatore fino a che punto puo intervenire in situazioni del genere, credo ke sia piu compito della societa interressarsene ke il tecnico, in questo caso marino e de laueentis hanno delle lacune lasciando troppo spesso il gruppo solo a se stesso ,nn dimentichiamo dove ci ha portato reja e sopratutto nn sostituiamolo con un allenatore che viene da un esperienza perdente l italia di donadoni esprimeva un calcio pessimo

  7. e’ sempre interessante leggere i commenti dei tifosi ed io lo faccio sempre prima di scrivere il mio, chi sa se Marino fa una carrellata nel web per leggere i pareri dei tifosi invece di fossilizzarsi sui soli giornalisti o “sapientoni” Vero e’ che si leggono molte fesserie ma in un pagliaio si trovano anche gli aghi qualche volta. Su Reja dico solo che ha dato tutto quello che poteva per il napoli i problemi veri non vengono da lui ma e’ giusto pensare ad un cambiamento…tra i nomi fatti non ho individuato quello che ,per me, e’ giusto, anche l’allenatore dovrebbe essere in sintonia sulle caratteristiche della squadra e non e’ facile, Reja conosce tutto di tutti ma forse il suo tempo e’ scaduto e per la successione ,mi ripeto, indicherei ALLEGRI DEL CAGLIARI OPPURE CONTE DEL BARI

  8. Sul fatto che qualcuno dice che bisogna ripartire da zero non sono d’accordo in quanto siamo gia’ partiti da zero dopo il fallimento e non si puo’ gettare al vento quello di buono fatto fino ad oggi. Accelerare questo si perche’ Aurelio ci aveva fatto delle promesse quando eravamo in C ed ora siamo in vista della scadenza…..fatti non parole caro Aurelio qui non dobbiamo girare un film gia’ visto tutti i 25 dicembre.I calciatori hanno bisognio di qualcuno in societa’ con cui relazionare quotidianamente qualcuno vicino a loro qualcuno che sentono un’amico e non un avversario da affrontare (per quello basta la partita della domenica) sono e rimango convinto che il calo non e’ stato solo fisico basta con sta fesseria dell’intertoto…ampliamo prima la societa’ e poi la squadra se no faremo sempre la stessa fine anche con 30 giocatori. Il problema sta nella testa motivo? non mi ripeto ancora molti lo sanno come la penso…..
    sergio

  9. saluti; io credo che e l allenatore il problema, perche e l allenatore a mantenere lo spogliatoio calmo e sereno, non lo posso fare io, reja e stato bravo per un po,un allenatore deve saper dirigere la squadra, in ogni singolo aspetto. reja non ha mai avuto idea di come si mette una squadra in campo nientemeno cambiare tattica, il napoli l hanno capito tuttigioca sempre lo stesso modo e tutti lo sanno,adesso anche una squadra di serie D puo subare un punto al napoli,e questa e la pura verita.sempre FORZA NAPOLI…salvatore da philadelphia USA CIAO

LASCIA UN COMMENTO