Reja: “Siamo in un vortice dal quale non riusciamo a venirne fuori”

12
81

Il tecnico del Napoli Edy Reja, intervenuto in sala stampa ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Siamo entrati in un vortice dal quale non riusciamo a venirne fuori. Poi piove anche sul bagnato. Gargano ieri si è infortunato e ci vorranno dei mesi per riaverlo, oggi si è infortunato Maggio. Senza dimenticare anche l’infortunio di Datolo. Non viviamo un momento fortunato, sia dal punto di vista degli infortuni che dei risultati. Bisogna trovare serenità e tornare ad essere quella squadra che eravamo, ma diventa difficile in questo modo. Sullo 0-0 non si possono concedere regali come abbiamo fatto oggi. Siamo andati tre giocatori su Foggia lasciando libero Rocchi dalla parte opposta e questo ci è costato la partita. Le contestazioni sono normali, ci stanno. Quando il Napoli non vince la delusione è tanta. Il primo che deve sentire i fischi sono io, ma sotto questo punto di vista non posso farci nulla, più che metterci il massimo dell’impegno ogni settimana. Se devo dire la verità abbiamo giocato ad armi pari per almeno un’ora, con buone occasioni che avremmo sicuramente dovuto concretizzare. Una volta preso il gol, ritrovare lo spirito per poter rimontare, nelle condizioni in cui siamo noi, diventa difficile. La gente è delusa, amareggiata, pensava che questo Napoli poteva primeggiare nelle posizioni alte della classifica, io l’avevo detto che la squadra non era tra le prime a livello di organico. Poi non ne parliamo di arbitri. La campagna acquisti? Sono discorsi che ora è inutile farli, la società è al corrente di tutte le mie richieste, poi è la società che le valuta. Non è che qui bisogna sempre comprare. Poi sapete che non è facile per nessuno venire a giocare a Napoli dove c’è una realtà completamente diversa. Bisogna dare la possibilità a questi giocatori di esprimere le proprie potenzialità per poi fare le opportune valutazioni a fine stagione.
Se guardate la partita di oggi, dopo aver subito il gol, in altre occasioni noi ci mettevamo un piglio diverso per recuperare il risultato. Invece si vede che viviamo una situazione di disagio. Altre volte succedeva di andare in svantaggio ma avevamo subito la reazione giusta. Purtroppo ora quando subisci una roba di questo genere diventa difficile venirne fuori. Bisogna vincere una partita per ritrovare un po’ di serenità. Mi ricordo anche il gol che prendemmo col Cagliari negli ultimi minuti. Sono delle ingenuità in momenti in cui l’attenzione deve essere ai massimi livelli. Un gol di questo genere non si può assolutamente regalare agli avversari ed anche io mi ritengo responsabile perché sono il tecnico. Avevamo tre giocatori sulla parte destra del campo, e se me ne rendevo conto avrei richiamato la loro attenzione dalla panchina. Per questo credo sia stata anche colpa mia. Qualcuno è un po’ stanco perché ha fatto tutte le partite, come Maggio che aveva speso molto ed al quale avevo deciso di dare qualche turno di riposo per averlo di nuovo in forma”.
Dall’inviato in sala stampa, Antonello Greco
 



12 Commenti

  1. Sì è stato sfortunato riguardo gli infortuni, peccato che quelli siano capitati nelle ultime 24 ore e che il napoli non giochi più da qualche mese.

    Marino sta ripetendo l’errore fatto con Ventura che non fu cacciato dopo il 4 -1 subito a Foggia.

    P.S.: Complimenti a Reja per la grammatica.

  2. è davvero un peccato pero…alla fine reja è bravo,non è un cattivo allenatore..infondo ci ha permesso di giocare contro il benfica….il problema secondo me sta nella squadra,che mentalmete non ci sono piu,non lo seguono piu….per questo serve qualcuno che cambi qualcosa,un nuovo allenatore darebbe molti stimoli ai giocatori…basta vedere il chelsea,stava giocando malissimo e un certo drogba era finito in panchina,poi è arrivato Hiddink e il chelsea è rinato,drogba sta solo segnando…la stessa coa puo succedere ai nostri..ci vuole un cambio allenatore,subito….oh finiremo davvero in serie b…

  3. Scosso e dispiaciuto come tutti voi…. Ma io che vedo sempre il bicchiere mezzo pieno (anche quando è completamente vuoto) vi ricordo che oggi Muslera sembrava Buffon e che la lazio fa fatto 3 tiri in porta in 90 minuti….

    Non meritavamo affatto il 2 a 0!!

  4. reja ormai è nel pallone assieme ai giocatori, un allenatore lucido non mette maggio al posto di santacroce, o fa giocare uno scandalo come pazienza anzikkè un giocatore come russotto che anke oggi ha dimostrato infatti, a differenza degli altri, di aver voglia di fare e di impegnarsi…negli ultimi 15 min c’era solo lui! ciliegina sulla torta poi, toglie panterone che almeno tocca qualke palla e si fa vedere, e ti ostini a far giocare l’anti-calcio denis? questo deve far riflettere…inutile far chiacchiere e parlare di momenti poco fortunati

  5. io piu che alro non capisco perche marino e de laurentis non si facciano mai sentire mandado sempre sto povero cristo alla ribalta e facendogli prendere merda a tutto andare…vorrei sentire anche loro,è facile cosi…sta di fatto che bisogna fare qualosa,non potete continuare a prenderci in giro cosi..

  6. Hiddink, chelsea, drogba,
    tutto cio’ rappresenta per noi una altro pianeta, sono extraterrestr

    mi angustia, ma scondo voi tra quanti anni potremmo metterci a paragone con loro

    che pena!!!!!

  7. quando si prende un goal come il primo preso oggi si merita di perdere.
    anche se nel secondo tempo stava giocando solo il napoli.
    dobbiamo fare in fretta 5 punti, perche’ il napoli non e’ una squadra programmata per salvarsi. purtroppo da quando e’ stato squalificato ingiustamente MANNNI e’ cominciata una vera maledizione.
    continuo a dire che ora si vedono i veri tifosi del NAPOLI.
    non facciamoci passare come i tifosi della juve che quando vince gridano forza juve, quando perdono invece forza palermo, forza catanzaro e forza bari forza crotone, forza avellino,forza catania.
    ora e’ il momento di stare vicino alla squadra e di far sentire il nostro calore.
    questa non era una squadra di campioni prima , ma nemmeno una quadra di polli ora.e’ una compagine giovane e senza esperienza e che faceva della propria forza la spensieratezza quando entrava in campo.
    dai napoli rissolevati in fretta e noi tifosi siamo nati per soffrire altrimeti facevamo come i nostri amici meridionali che nel loro fallimento personale tifano x la juve,inter e milan.
    noi siamo orgogliosi di essere NAPOLETANI e dimostriamolo stando vicino al nostro napoli
    presidente hai gia’ capito che tolto santacroce il prossimo anno la difesa va cambiata?2 forti difensori, un registaa centrocampo e una punta tra ROCCHI,MILITO,QUAGLIARELLA,DI VAIO questi la porta la vedono
    reja dai spazio a russotto e metti in campo i giocatori con i piedi buoni, se i servono quelli per correre solo fatti comprare da marino un podista keniota.
    enzo

    noi siamo tifosi seri e dobbiamo stare adesso piu’ che mai vicini alla squadra.

  8. qualsiasi allenatore in serie b e c con i giocatori che gli avevano messo a disposizione avrebbe fatto quello che a fatto lui anzi forse pure meglio. vi siete dimenticati quando vinceva ma non conviceva? non sa tenere lo spogliatoio giocatori che si menano tra di loro e il colmo che schifo

  9. Basta, mi sto facendo il sangue amaro… non è possibile continuare così.. la situazione è precipitata già da un pò ed è inutile che il mister dica che durante la settimana ci mettono il massimo dell’impegno… anche noi ci mettiamo il massimo dell’impegno a lavoro e magari lavoriamo dodici ore al giorno e non facciamo la bella vita che fanno loro… questo è un grandissimo insulto alla gente che suda e che alla domenica vorrebbe rilassarsi e gioire con la propria squadra del cuore.. ed invece continuiamo a racimolare delusioni su delusioni…
    Penso alla gente che non mangia pur di andare allo stadio, a quelli che spendono pur di avere l’abbonamento a sky o mediaset premium e mi chiedo: ma ne vale ancora la pena per un branco di pecore nere come questi giocatori, società e allenatore?????….
    Solo l’amore e la passione ci condannano, purtroppo, ogni domenica a ritornare a soffrire per i nostri colori, dimenticandoci di tutto, delle delusioni avute e delle sofferenze patite… però la pazienza ha un limite…
    Ora serve un uomo che sappia spronare, che dia un minimo di mentalità diversa ai giocatori… il cambio di Reja serve per questo, ma Marino fa orecchie da mercante… e attenzione perchè rischiamo di scivolare sempre più in basso, dobbiamo almeno fare 5-6 punti e in queste condizioni credo sia impossibile…
    Prendiamo oggi: non stavamo giocando malissimo (anche se si vede che la squadra non riesce ad attaccare bene), ma è bastata una distrazione da principianti per crollare… Roba da circo… ah giusto, ma Aronica e Contini erano saliti per sfruttare la loro grande elevazione… ma per favore….
    Signori, serve un cambio: purtroppo non si possono cacciare ora certi giocatori, quindi giusto cacciare Reja…. Prendiamo De Canio, che è un persona coerente, un buon allenatore….
    Solo col cuore dico sempre forza Napoli!!

  10. USCIAMO SOLO SE TE NE VAIIIII DAL VORTICE, MARINO NON TI RICONOSCO Piùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùù.il grande ALLODI ti sta quardanto da la suuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

  11. Secondo me dobbiamo cambiare allenatore a fine stagione ma se siamo a questo punto è colpa soprattutto di Marino.
    Non ha pensato a rinforzare la squadra e questo è il risultato.
    Perchè non ha comprato Pazzini?
    Perchè non ha acquistato giocatori in grado di sostituire giocatotari come Gargano, Hamsik, Lavezzi?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here