Datolo a rischio, in crisi i piani di Reja

0
24

L’argentino è in dubbio, il Napoli pensa a soluzioni d’emergenza per il nuovo modulo. Datolo tiene in ansia Reja. Ieri, l’argentino non si è allenato a causa del dolore procuratogli dalla botta presa alla caviglia sinistra alla fine della partitella di giovedì. «Me duole», ha detto all’allenatore ed allo staff sanitario. Il medico De Nicola gli ha consigliato di restare nello spogliatoio. Per lui solo lavoro in palestra. La diagnosi? «Contusione con leggera distorsione alla caviglia sinistra». Oggi pomeriggio, in occasione della rifinitura, verranno valutate le sue condizioni. Se il dolore sarà scomparso, Datolo farà certamente parte della formazione titolare, altrimenti il tecnico ha già pronta la soluzione alternativa in quanto non abbandonerà l’idea di schierare il Napoli con il 4-3-1-2. Sulla sinistra, davanti ad Aronica, verrebbe utilizzato Bogliacino. Anche nella seduta di ieri Reja ha fatto provare e riprovare i movimenti del nuovo schema spezzettando spesso il gioco per fornire indicazioni e dare suggerimenti. La squadra ha seguito con attenzione e con concentrazione i consigli e li ha messi in pratica al meglio. Alla fine dell’ennesima seduta con test sul nuovo modulo, il tecnico è apparso abbastanza soddisfatto. Tra gli avvertimenti di Reja uno particolare, speciale per Lavezzi: «Se non riesci a passare, se non sfondi, se ti raddoppiano, non tornare indietro. Passa la palla ad un compagno e vai. Devi stare in avanti, devi poter dialogare con chi ti starà al fianco». L’allenatore, insomma, ha ripetuto al Pocho quanto già gli aveva detto a Torino durante la partita con i bianconeri. Lui è molto più pericoloso quando gioca negli ultimi trenta metri: un assist per un compagno, una sua conclusione, la possibilità che gli venga fatto fallo in area o al limite. Il Napoli, dunque, dovrebbe affrontare la Lazio con la seguente formazione: Navarro tra i pali; la linea dei quattro difensori sarà formata da Santacroce, Cannavaro, Contini (sfebbrato e immediatamente in campo) ed Aronica; centrocampo con Blasi basso dinanzi alla difesa, Gargano e Datolo (o Bogliacino se Jesus dovesse accusare ancora problemi alla caviglia) larghi e Hamsik, vertice alto del rombo. In attacco, sembra scontata l’utilizzazione del tandem Denis-Lavezzi, ma anche ieri Zalayeta ha dimostrato di stare bene ed essere pronto al ritorno in squadra. Tutti hanno lavorato molto bene in questa settimana manifestando ulteriori progressi rispetto a quelli espressi già a Torino contro la Juventus. In grandissimo spolvero soprattutto Blasi e Gargano, pronto al rientro dopo aver saltato il match all’Olimpico per infortunio. Walter è caricatissimo e ieri ha anche spronato Santacroce a mettercela tutta, ad affondare sulla fascia. «Vai Cafu», gli ha urlato ricordando il «Pendolino» che, negli anni, tanto bene ha fatto con le casacche della Roma, del Milan e del Brasile. Oggi, il Napoli dovrebbe comunicare il dato sulla vendita dei biglietti. Domani, in tribuna non ci sarà Aurelio De Laurentiis che, trattenuto a Los Angeles da impegni cinematografici, non riuscirà a rientrare in tempo per la partita.

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: il mattino)
 

LASCIA UN COMMENTO