Colonnese: “La Lazio è in ripresa, il Napoli ha bisogno di fare una gran partita”

5
26

L’ex difensore di Lazio e Napoli, Ciccio Colonnese, in un’intervista rilasciata in esclusiva per Tuttomercatoweb, sul particolare momento del Napoli ha dichiarato: "Sabato ha perso con la Juventus anche se ha fatto un’ottima partita e l’ho visto in ripresa. E’ un Napoli diverso, più convinto, con un atteggiamento positivo e non meritava di perdere. Adesso però devono arrivare i risultati e domenica c’è una molto difficile contro la Lazio. Serve un risultato positivo per migliorare la situazione e il Napoli deve ritrovare i suoi elementi di maggior spicco quali Hamsik e Lavezzi. Onestamente era difficile pensare che il Napoli potesse fare risultato a Torino. Vediamo adesso, i ritiri servono anche per ritrovare più professionalità negli allenamenti, si mangia meglio, si va a letto un pò prima e si lavora tutti assieme".
Per l’incontro di domenica con la Lazio, Colonnese ha spiegato: "La Lazio è in ripresa, sarà una partita difficile e il Napoli ha bisogno di fare una gran partita".
"Il San Paolo? E’ uno stadio sicuramente molto importante sotto questo punto di vista, ma vuole essere trascinato dai giocatori, per questo il Napoli deve fare una gara di grande intensità, aggressività ed entusiasmo. Se così non sarà, diventerà difficile".
Sul tecnico del Napoli Edy Reja, spesso messo in discussione da stampa e tifosi l’ex calciatore dichiara: "Penso sia giusto che termini questo campionato, poi a fine stagione la società fare le sue scelte. Lui ha fatto bene in questo ciclo e può essere che si vada verso la separazione", mentre sull’operato di Marino in campagna acquisti "Chi opera sbaglia. Può essere che a gennaio non sono stati centrati gli obiettivi, ma prima hanno fatto molto bene comprando giocatori giovani molto importanti e di valore".
Dove può arrivare quest’anno il Napoli?
"Se arriva in Uefa è un grande traguardo"
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista tratta da Tuttomercatoweb

5 Commenti

  1. E chiaro che tutte queste interviste a calciatori che invece che calciare sono stati presi a calci e mandati via nel periodo nero del Napoli dal 1990 al 2004, hanno il solo risultato di buttar giu’ il veleno che hanno ancora in corpo esternando frasi fuori dalla loro competenza calcistica del tipo “Se arriva in Uefa è un grande traguardo” davvero assurdo usare la bocca per vomitare sentenze che non hanno senso, quasi quasi mi fido piu’ di un mammasantissima di nome Moggi che sara’ quel che sara’ ma come competenza calcistica ha da insegnare a molti. Colonnese non si rende nemmeno conto che il napoli e’ andato in Uefa l’anno scorso con una squadra inferiore a questa ,dove il solo Domizzi poteva dare un po di sicurezza in piu’ anche se a volte procurava rigori da pollastro. Quindi se ci siamo andati l’anno scorso in uefa non vedo dove e’ la sorpresa per quest’anno….Se Aurelio mette la mano alla tasca, e lo ripeto per la centesima volta, oliando i giocatori piu’ importanti e trascinatori ….. allora il napoli cambiera’ marcia e non credo che De laurentis abbia deciso di star fuori dal giro europeo perdendo decine e decine di milioni……Se e’ a posto fisicamente ,Gargano potrebbe riprendere in mano la zona di centrocampo-difesa dando piu’ sicurezza al reparto d’attacco e allora la lazio farebbe meglio a non venire proprio a napoli ci lasci i 3 punti e si godi il riposo…
    sergio

  2. con la vittoria della samp sull’inter per 3a 0 la partita lazio napoli non
    ha alcun significato.
    la uefa oramai è andata salviamoci il prima possibile e il primo tra i dirigenti che nomina la parola intertoto è meglio che cambi aria

  3. no sergio mi dispiace contraddirti ma per liberare un ‘altro posto uefa (il settimo classificato)occorre che le due finaliste abbiano già ottenuto il diritto di partecipare alla champions league del’anno prossimo cosa che sembrerebbe improbabile per la sampdoria.
    infatti se cassano e pazzini dovessero accedere alla finale,anche se dovessero essere battuti da una squadra destinata alla chmpions,sarebbero loro ad avere il diritto di partecipare alla uefa e non più la settima classificata ma solo la quinta e la sesta.

  4. e cmq sergio ti ringrazio per avermi dato la lieta notizia che l’intertoto non esiste più (e pensare che ho comprato le partite in pay tv ……………)

LASCIA UN COMMENTO