Pazzini, il grande colpo mancato a gennaio

13
71

Cinque reti in sette partite per il bomber rinato alla Samp mentre Marino rinunciò a trattarlo per dare fiducia al Tanque. È vero, difficilmente il mercato di gennaio offre grandi affari. Ovvero, capita di rado che un acquisto d’inverno riesca a cambiare una squadra da così a così. Però succede. Succede, ad esempio, quando appena infilata una nuova maglia un bomber mette a segno ben cinque gol in sette partite regalando punti e vittorie assai importanti. Lui, il bomber, è Giampaolo Pazzini. Lei, la squadra che ha fatto il grande affare è la Sampdoria, che Pazzini l’ha preso dalla Fiorentina in cambio di sei milioni più Bonazzoli. Sei milioni pagabili in tre anni e con Bonazzoli valutato tre milioni. Era là, sotto gli occhi di tutti il buon affare. Anche sotto gli occhi del Napoli, al quale addirittura con petulante frequenza il nome di Pazzini è stato avvicinato in tempo di mercato. In un certo senso addirittura «suggerito» visti le qualità certe dell’attaccante allora viola (ma chiuso da Mutu e Gilardino) e il già evidente imbarazzo dell’attacco azzurro, oltretutto con Zalayeta allora ancora a fare i conti col ginocchio finito sotto i ferri. Niente da fare, invece. Avendo già puntato su Denis (per lui 7 milioni all’Independiente), il Napoli Pazzini non l’ha mai chiesto e mai trattato. E se fu un rammarico allora, oggi si può dire che Pazzini è stata un’occasione persa. E sì che sarebbe stato utile quel giovanotto di non ancora venticinque anni, alto un metro e ottanta per 74 chili, toscano di Momsummano Terme – terra dove nacque anche Ivo Livi che a Parigi si cambiò il nome in Yves Montand – e con una qualità, una caratteristica comune a pochi attaccanti: saper mettere assieme il fiuto del gol da prima punta con i movimenti della seconda punta. Sa difendere palla, Pazzini. Ha tecnica. Velicità. Furbizia in area di rigore e fa del colpo di testa una sua specialità. Insomma, un solo vero grande affare c’era cogliere a gennaio e l’ha colto la Samp. «Qui mi sto prendendo le soddisfazioni che mi mancavano a Firenze. C’è fiducia, io sto in campo e ci sono gli assist di Cassano: qui ho trovato quello che cercavo», dice oggi Pazzini soddisfatto. E con la benedizione proprio di Cassano che gli ha quasi imposto la maglia col numero 10. «È l’attaccante che ci voleva. È fortissimo, sa sfruttare i miei assist. Se continua così arriva in Nazionale», racconta il talento della Samp. E la Fiorentina? Con ironia anche parecchio amara, questo il commento del ds Pantaleo Corvino che l’ha ceduto: «Siamo contenti per Pazzini. Del resto noi vendiamo sempre roba buona».

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: il mattino)
 

Condividi
Articolo precedenteC’è Zalayeta contro la crisi del gol
Prossimo articoloLa Lazio si prepara per la trasferta di Napoli
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


13 Commenti

  1. Io non credo che se Pazzini fosse venuto al Napoli (che abbiamo visto negli ultimi 2 mesi) avrebbe fatto ugualmente 5 gol in 7 partite. Al contrario, credo che, con un po di pazienza, anche questa volta avremo la prova che la scelta di Marino è stata la piu giusta.
    Sempre forza azzurri!

  2. io non so Biulo se scherzi o fai sul serio ma pazzini (24 anni)pagabile 2 milioni l’anno solo un incompetente può lasciarselo scappare e Marotta a dimostrato di non essere un incompetente.
    Secondo me catania samp udinese e siena arriveranno sopra di noi purtroppo.

  3. biulo accetto il tuo commento… xo’ devo dire ke pazzini e’ sicuramente un giocatore piu pronto di denis in quanto italiano e conoscitore del nostro campionato ! in piu come parametri ( stipendio costo del cartellino ed eta’ ) sarebbe potuto rientrare pienamente nel progetto Napoli ! Xke io nn posso accettare che il napoli, 3 citta d’italia debba avere come parco attaccanti Lavezzi, Zalayeta ( mezzo infortunato perenne) Denis ( nn pronto ancora x il nostro campionato o quanto meno ancora un punto interrogativo) russotto ( sicuramente un giovane di belle speranze, ma appunto restano speranze e nn certezze) e Pia ( x il quale nn vi e’ bisogno di miei commenti ! ogni squadra che si avvicina a noi x importanza ha almeno in rosa 3 o 4 attaccanti di primissimo piano vedi Lazio (rocchi-zarate-pandev) samp ( cassano-pazzini-bellucci) Udinese (dinatale-quagliarella-pepe-floro) o quanto meno una coppia titolare affidabile come i vari Miccoli-Cavani, Milito-Palladino, Floccari-Doni. ! nn so ki e’ d’accordo con me !!!!

  4. roberto hai pienamente ragione…ma la questione è: Avrebbe fatto lo stesso Pazzini?? Ricordiamo che alla Samp c’è un certo Cassano che con i suoi assist al bacio fa quasi tutto il lavoro lui…pazzini non deve fare altro che insaccare il pallone in rete…e ci riesce bene quindi è un ottimo attaccante ma le lodi di quasi tutti i gol di pazzini vanno anche ad antonio..a noi purtroppo manca una vera prima punta e lavezzi si è bravo scaltro forte e tutto quello che volete però penso che è troppo solo…denis e zalayeta non possiamo nemmeno chiamarli attaccanti DOC…Speriamo che nel prossimo mercato vedremo degli acquisti mirati e non pacchi come Denis, Aronica e …RINAUDO!!!preferisco Pesce e Bellusci dell’Ascoli (e perchè no anche Mastronunzio)xD

  5. io credo che fino adesso ci hanno solo illusi .è arrivato datolo solo a fine gennaio x un contentino x i tifosi ,la verità è che xil momento la società nn è disposta ad investire. per adesso dobbiamo solo ringraziare la società x quello che hanno fatto in 4 anni. FORZA NAPOLI.

  6. aspetta.. pazzini nn spinge solo lapalla in porta vedi gol col milan ! nn skerziamo ! pazzini e’ forte anke tecnicamente ! e’ una punta moderna ! e lavezzi tra l’altro e’ sicuramente meglio come assist-man ke come finalizzatore! di fatti io kiedo alla dirigenza azzurra acquisti degni di un napoli di vertice e nn i vari rinaudo aronica ecc !

  7. Pazzini sarebbe stato un affare ma con il nostro mister non avrebbe mai fatto 5 reti come gioca il napoli e patetico anche i grandi faranno flop forza napoli per un futuro migliore

  8. taylor…. voglio ricordarti, oppure se nn lo sai, ke il napoli e’ la societa’ ke ha speso di piu sul mercato dopo l’inter ! Quindi la voglia di investire c’è… o quanto meno s investe ! il problema e’ come investire ! xke se marino va da zamparini e gli offre 6.5 milioni x rinaudo e’ uguale e identico se io domani m sveglio, vado in FIAT e offro 45mila euro x porrtarmi a casa una PUNTO ! lo stesso MANNINI, buon calciatore sicuramente, ma vale gli 8 milioni spesi ? a meno s trova un giocatore di pari livello ? io penso di si ! stesso discorso vale x PAZIENZA (5mln) DENIS (8mln) lo stesso RINAUDO (6,5mln) ! io nn so ma vedo, il seppur bravo MARINO uno ke nn kiede sconti quando acquista i giocatori… mettiamola cosi x nn dire altro !

  9. ragazzi però pensate al nostro pocho essere servito in profondità con degli assist perfetti fatti dal più grosso talento italiano in circolazione vale a dire antonio Cassano.
    secondo me il napoli volerebbe e non solo il pocho diventerebbe un attaccante da 20 gol a stagione perchè credo che attaccanti da 20 gol a stagione non si nasce ma bisogna essere messi in condizione di farli tanti gol.

  10. roberto hai detto un emerita stupidaggine.
    la squadra cheha speso di più dopo l’inter è il milan seguita da roma fiorentina genoa e juventus dati alla mano

  11. che cassano sia un gran giocatore non si discute,ma gestirlo non è facile. marino e de laurentis dovrebbero osare di più (cacciando i soldi) e portar giocatori,a napoli,affermati calpestando i piedi anke alle grandi d’europa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here