Calcio: Milan-Palermo 2-1 nel posticipo serale

0
22

SuperPippo interrompe un digiuno lunghissimo, firma la sua prima rete in campionato e permette al Milan di agganciare la Fiorentina al quarto posto a quota 41 mentre il Palermo rimane con l’amaro in bocca. Si decide al 91′ il posticipo della quinta giornata di ritorno di serie A, col guizzo vincente di Inzaghi che spezza l’equilibrio a favore dei rossoneri dopo il botta e risposta firmato nel primo tempo da Bresciano e Ambrosini. Partita non certo bella, col Milan che ha pagato le fatiche di coppa, ma quello che contava era fare i tre punti e Carlo Ancelotti in questo senso non puo’ che essere soddisfatto visto il ko dei viola a Roma. Per i rossoneri e’ il settimo risultato utile di fila (5 vittorie e 2 pareggi) mentre il Palermo, dopo i segnali incoraggianti visti contro il Cagliari, cade di nuovo, nonostante un ottimo Amauri. Troppo rinunciatari, forse, i rosanero, ma adesso bisogna pensare all’Empoli e a ripartire da li’. Nel Milan confermato l’undici annunciato, con Bonera e Kaladze coppia centrale, Gattuso, Pirlo e Ambrosini in mezzo e Kaka’ a supporto della coppia Pato-Gilardino. Guidolin risponde invece con un 3-5-2, con Guana, Migliaccio e Bresciano a fare da cerniera a centrocampo e Cavani preferito a Miccoli, in panchina, come spalla di Amauri. Quale sia l’andamento della partita si capisce subito, coi rossoneri a spingere e gli ospiti a chiudere gli spazi, provando a ripartire in contropiede. La manovra del Milan e’ lenta e macchinosa, il Palermo sta bene fisicamente e al 9′ passa in vantaggio con una conclusione sporca di Bresciano che, leggermente deviata da Oddo, mette Kalac fuori causa. Gli uomini di Ancelotti ripartono a testa bassa, reclamano per un rigore non concesso (tocco col braccio di Barzagli) ma trovare gli spazi e’ quasi impossibile e nemmeno il tentativo da fuori di Kaka’ ha successo. I rosanero si difendono bene ma al 25′ un cross di Oddo dalla destra trova la spaccata vincente di Ambrosini che riporta il risultato in parita’. Il gol carica il Milan, che chiude il Palermo nella sua meta’ campo, ma la porta di Fontana non corre grossi pericoli. La formazione rossonera comincia la ripresa senza Kaka’, non in perfette condizioni fisiche, e con Gourcuff, ma la partita e’ bruttina, perche’ i padroni di csa non trovano sbocchi e i siciliani sono piu’ lenti rispetto alla prima frazione. Guidolin inserisce Simplicio per Bresciano, non al top, e il brasiliano si rende protagonista, all’11’, del primo vero spunto degno di nota con un assolo poco fortunato. La risposta dei campioni del mondo e’ affidata a Pato, che con una botta dalla distanza impegna Fontana. La partita, pero’, vive di pochi guizzi, prima il Milan poi il Palermo chiedono il rigore (mani di Migliaccio nel primo caso, fallo di Gattuso su Amauri nel secondo) ma quando il pari sembra segnato ecco arrivare il cross di Gourcuff per Inzaghi che tutto solo non sbaglia. Per il Palermo e’ buio pesto, il Milan si riprende il quarto posto.
Fonte: AGI

LASCIA UN COMMENTO