In Germania un nuovo caso Mannini-Possanzini

1
29

Due giocatori dell’Hoffenheim, Andreas Ibertsberger e Christoph Janker, a rischio squalifica per essersi presentati in ritardo di 10 minuti a un controllo antidoping. "A prima vista – si legge in una nota dell’Adnkronos – il caso e’ simile a quello relativo ai giocatori italiani Daniele Mannini e Davide Possanzini, squalificati dal Tas il 29 gennaio scorso. Adesso la commissione della federcalcio tedesca deve valutare attentamente se la decisione del Tas possa essere applicabile al caso dei due giocatori dell’Hoffenheim", ha spiegato Rainer Koch, vicepresidente della DFB e presidente della commissione antidoping della federazione. L’indagine, ha spiegato la federazione, "e’ legata al comportamento dei due giocatori in occasione di un controllo antidoping non annunciato", dopo l’incontro di Bundesliga fra l’Hoffenheim e il Borussia Moenchengladbach, giocato lo scorso 7 febbraio. I giocatori si sono presentati in ritardo al controllo antidoping, dopo che i loro nomi erano stati sorteggiati. Come nel caso di Mannini e Possanzini, squalificati per un anno dal Tas di Losanna per essersi presentati in ritardo 25′ a un controllo del 1° dicembre 2007, anche Ibertsberger e Janker si sono sottoposti al test solo dopo una riunione della squadra nello spogliatoio. Nel loro caso, il ritardo e’ stato di 10 minuti. La commissione disciplinare dovra’ ora decidere se ci sono gli estremi per sanzionare i due giocatori, entrambi risultati negativi al test oggetto d’inchiesta.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Adnkronos

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO