Denis in cerca dei gol per convincere Reja

2
29

In azzurro è sbarcato con tutti gli onori l’estate scorsa, caricato dai 27 bersagli centrati nei due campionati argentini con la maglia dell’Independiente, da dove il Napoli lo ha rilevato spendendo 8,5 milioni di euro per risolvere il problema del gol e per coprire il vuoto lasciato da Zalayeta infortunato: «Presidente, non si preoccupi, i gol li farò», simpaticamente Gustavo German Denis legato al Napoli con un contratto quinquennale, si rivolse al patron assicurandolo sulla soluzione del problema dal quale era afflitta la squadra, nel giorno della sua presentazione a Castelvolturno. Otto mesi dopo e sette gol segnati, il Tanke si gioca la riconferma.Denis in realtà fu preferito a Diego Milito che il digì Marino aveva trattato prima di dirottare sul Tanke: il Saragazza chiedeva 12 milioni di euro e l’interessato un ingaggio a cifre blù. Un passato italiano non deponeva a favore di Denis che anni fa aveva militato nel Cesena, deludendo. Fu rispedito in Argentina e quando il Napoli si è rivolto a lui, non ci ha pensato su a ritornare nel calcio più difficile del mondo. Pensava anche e soprattutto ad una rivincita che in pratica finora non c’è stata. Piuttosto lento e macchinoso, il Tanke non è piaciuto principalmente a Reja che preferiva un attaccante veloce e rapido, da utilizzare come punto di riferimento per Lavezzi e per la squadra, insomma un finalizzatore capace di trasformare in gol tutto il gioco del team, risolvendo un antico problema. Così non è stato, Denis non ha avuto però neanche la sicurezza di poter giocare e di ambientarsi in tranquillità, turbato tra l’altro dall’ombra inquietante di Zalayeta, talvolta preferito dal mister.
Reja ritiene l’argentino nient’affatto mobile e poco adatto al team: non va incontro al compagno per lo scambio ed è troppo statico e fermo nell’area avversaria, tanto è vero che a gennaio scorso – anche per le condizioni del Panterone – ha chiesto alla società un altro attaccante. Le voci d’altronde danno Denis in partenza per fine campionato. A questo punto tocca soltanto a lui capovolgere la situazione. Magari cominciando da domenica nella sfida a distanza con Milito, segnando quei gol pesanti che finora non ci sono stati.

 

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: leggo)

Condividi
Articolo precedenteReja: “Rivoglio il mio Napoli”
Prossimo articoloNapoli, riprenditi la vittoria!
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

2 Commenti

  1. Ma davvero pensa la redazione che un commento fatto da un certo ABEL BALBO possa essere solo di parte perchè argentino? quanta poca fiducia intorno a questo ragazzo,speriamo si sblocchi e dimostri realmente tutto il suo valore.

LASCIA UN COMMENTO