Napoli, è l’ora di darsi una mossa!

5
33

Nella giornata della festa degli innamorati, il Napoli sarà in campo contro il Bologna con un unico obiettivo a disposizione,agguantare quella ormai tanto agognata vittoria per riprendere un cammino regolare verso la qualificazione in Coppa Uefa. Ritornati i nazionali a disposizione di Reja, il tecnico goriziano sembra orientanto a fare marcia in dietro e a schierare l’undici titolare con ormai il classico 3-5-2, accantonando per il momento il 4-3-1-2 di domenica scorsa. Pronto all’ esordio sulla fascia sinistra Jesus Datolo, mentre dovrà dare forfait Hamsik, a rischio anche per il match di domenica prossima contro il Genoa, al suo posto Bogliacino. Rinaudo torna titolare vincendo il ballottaggio con Santacroce, mentre in attacco Zalayeta ha vinto la staffetta con Denis. Per il ruolo di mediano c’è un presunto ballottaggio tra Pazienza e Blasi, ma il centrocampista di Civitavecchia sembra in netto vantaggio. Per il resto la formazione è fatta, con Navarro in porta, linea difensiva schierata a tre con Cannavaro, Rinaudo e Contini. Sulle fascie, Maggio e Datolo, mentre i 3 centrali di centrocampo saranno Bogliacino, Gargano e Blasi. Il duo d’ attacco sarà composto da Zalayeta e Lavezzi.
Il Bologna di Sinisa Mihajlovic verrà al San Paolo con la morte nel cuore per la scomparsa della storica bandiera rossoblù, Giacomo Bulgarelli. I ragazzi allenati dall’ erede di Boskov, vorranno dedicare una vittoria all’estinto, ma dovranno vedersela contro un Napoli assetato di vittorie. Non ci saranno Osvaldo, Castellini e Cesar. I rossoblù scenderanno in campo con un ermetico 4-5-1, a dimostrazione di voler giocare una partita attendista e sparagnina. I quattro di difesa che agiranno dinnanzi all’ estremo difensore Antonioli, saranno Zenoni, Terzi, Moras e Lanna. I cinque di centrocampo Bombardini, Mingazzini, Volpi, Mudingayi e Valiani, mentre l’unica punta sarà il capocannoniere Di Vaio. 

Stefano Perna – Redazione NapoliSoccer.NET

5 Commenti

  1. non ho ancora capito chi gioca pazenza o blasi. denis o zalayeta. l’articolo non conbacia con la formazione.speiamo blasi e denis, cosi con datolo sulle fasce vediamo di che pasta sono fatti, datolo e denis

  2. Sono d’accordo con te Osco, infatti ricordo un Santacroce su Cassano da 8…e poi che senso ha avere 3 difensori contro solo un attaccante. Non è meglio provarlo stasera sto 4-3-1-2 che a Palermo con due punte in campo??Mistero della Fede. Cmq forza Ragazzi!

LASCIA UN COMMENTO