Marino: “Mi auguro che i tifosi ci aiutino a superare questo momento”

5
19

Il Napoli sta vivendo una crisi piuttosto lunga, accentuata a livello psicologico anche dall’eliminazione in Coppa Italia e dalla settima sconfitta consecutiva in trasferta. Spetta allora al dg Pierpaolo Marino tirare su il morale agli azzurri e tranquillizzare i tifosi ormai delusi per gli scarsi risultati ed il capitombolo in classifica. "Calmi ed uniti, ci riprendere­mo – spiega il direttore in un’intervista pubblicata dal Corriere dello Sport – Un momento simile l’avevamo vissu­to anche lo scorso campionato e nello stesso periodo dell’anno" 
"Indubbiamente stiamo vivendo una fase in cui i giocatori per una serie di circo­stanze non riescono più ad esprimersi co­me prima – si legge ancora sul Corriere dello Sport  – Stanno perdendo fiducia in loro stes­si e c’è bisogno soprattutto di recuperarli sul piano dell’autostima. Dal punto di vista atletico, invece, stiamo crescendo e questo deve confortare. In­tanto sarebbe opportuno re­cuperare anche quell’umil­tà che ci aveva consentito di ottenere risultati inspe­rati. Ora ci attendono due partite casalinghe, con il Bologna ed il Genoa, e mi auguro che i tifosi aiutino i giocatori a lasciarsi alle spalle questo momento buio. Se devono fischiare, lo facciano a fine partita. Ora c’è bisogno di trasmettere calore ad un gruppo che ha dimostrato di avere delle qualità importanti e non può averle smar­rite in un solo colpo. Si tratta di ritrovare la strada smarrita. Probabilmente il giro­ne d’andata condotto a ritmo di zona Champions o Uefa ha accentuato la fles­sione di gennaio ed i punti persi nelle ul­time partite. Ma la società è tranquilla e ha piena fiducia nei calciatori e nello staff tecnico".
Redazione NapoliSoccer.NET

5 Commenti

  1. Egregio DG Marino lei sa bene che il nostro cuore azzurro certamente non può essere tradito dai risultati che la squadra sta ottenendo in questo periodo,proprio noi che ci siamo ritrovati in serie C(sic sic),però dica al mister che in questo momento specialmente,bisogna avere le idee ben chiare,invece proprio lui uomo esperto e navigato che chissà quante volte si è trovato in queste situazioni deve avere polso anche sacrificando periodicamente qualcuno.Insomma non si può pretendere dai giocatori di fare giocate che non sanno fare o rispettare dei ruoli non idonei a loro.
    Se Aronica non sa fare il fluidificante di sinistra(visto i piedi che si ritrova),o fa il centrale o si siede in panchina; Se Dennis deve fare la punta e quindi tirare in porta e fare goal non può giocare sempre e solamente di sponda a 40 metri dalla porta.Comunque sempre forza Napoli

  2. Per marino,ho letto l’intervista,sono le solite parole ad effetto,che il napoli si risollevera’ si sa.Il punto non e’ questo,abbiami giocatori che tutti ci invidiano,basta metterli al punto giusto…non adattarli…a posizioni di fantascienza…la chimica nel calcio non va…avere il coraggio di mettere fuori chi e’ stanco….potrei fare i nomi…ma non sono REJIA,il quale deve avere il coraggio di lanciare giovani,russotto,ciano,urso bernardo e altri, non DISTRUGGERE…dalla bona,gatti ecc.Non mi si venga a dire non hanno esperienza,ma se non dai la possibilita’come la fanno?Ho dimenticato il 70% deve giocare….Puo’ qualche giornalista farebbe una domanda diretta,con risposte dirette,se no i giovani come trotta andranno via .POSSIAMO DARLI TORTI.A napoli per i giovani con rejianiente futuro,vorrei sbagliare,conosce solo 15 persone

  3. sarei intenzionato a formare un clab antivanbastard,cioe’ contro i napoletani che tifano altre squadre. questo perche’ gli arbitri,sentendosi protetti,non commettano piu’ delle irregolarita’ che spesso danneggiano il regolare corso delle gare.e’ inconcepibile che quando il napoli vince i vanbastard

LASCIA UN COMMENTO