Via al dopo Reja, Mancini in pole

10
28

Una rivoluzione annunciata, la missione di Reja si concluderà a giugno: il cambio di timoniere sulla di panchina azzurra per la prossima stagione è stato anticipato da voci importanti, tra quelle degli addetti ai lavori: a fine campionato e dopo cinque anni di straordinari successinella conduzione del Napoli dalla serie C alla serie A, Edi Reja lascerà la guida della squadra del cuore, consegnando il bastone di comando nientemeno che nelle mani di Roberto Mancini. L’idea è del presidente De Laurentiis, sollecitato dai suoi consiglieri personali. Il patron ha considerato tutti i particolari ed anche l’ingaggio principesco che l’ex trainer dell’Inter ha percepito dal presidente Moratti, nonché della favolosa liquidazione intascata dal tecnico, ora alla finestra ed in attesa di eventuali proposte. Il numero uno azzurro ha insomma deciso di voltare pagina, ma come lui stesso ha sottolineato in altre circostanze per Edi Reja ci sarà sempre un posto nella “famiglia Napoli”. All’attuale timoniere  degli azzurri – indipendentemente dalla posizione che occuperà la squadra in classifica alla fine del campionato – verrà infatti offerto il passaggio dietro la scrivania, in un ruolo per lui nuovo, quello di direttore tecnico. De Laurentiis in realtà ci sta pensando da diverso tempo. Reja gli ha offerto e garantito risultati incredibili, ma il produttore vuole adesso qualcosa di diverso, soprattutto sotto il profilo del gioco. Ha applaudito il cambio del modulo a partita in corsa a Torino, confermando indirettamente la sua volontà di cambiare la guida tecnica. Vuole un Napoli più sfrontato e audace, tanto è vero che di tanto in tanto ripete in giro un motivetto che gli piace tanto: «attaccare, attaccare, attaccare…».

Redazione NapolisSoccer.NET – Fonte: Leggo

Condividi
Articolo precedenteBucci, apristrada per Marchetti
Prossimo articoloCasa Palermo: seduta mattutina, Miccoli recuperato
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

10 Commenti

  1. SINCERAMENTE SI DISPIACE. REJA HA FATTO MOLTISSIMO PER IL NAPOLI. INOLTRE E’ UNA PERSONA SERIA.
    L’EVENTUALE ARRIVO DI MANCINI PENZO POSSA PERO’ DARE NUOVI STIMOLI CHE NEL CALCIO CONTA….

  2. ma mancini cosa ha fatto? come calciatore e` stato un grande. come allenatore con l’inter ha vinto ma aveva on portaarei con 22 titolari non una squadrae come gioco non mi sembra abbia dato prova per me e` ancora un allenatore col punto di domanda.preferirei qualcuno che sappia gar far gioco ad dei giocatori discreti quali sono i nostri tipo Prandelli o anche Gasperini …..ho sempre criticato Reja anche quando vincevamo ma se riesce a far giocare un 4-2-3(Lavezzi-Hamsick-Datolo)-1 (Denis) Com maggio in difesa a destra o come prima riserva di Lavezzi o Datolo spostando Lavezzi a sinistra…..Gasperini senza i piu` grandi campioni con un 3-4-3 ha sempre divertito.

  3. bha io nn ci credo….cmq a mancini nn gli devi dar niente niente……gli devi dar almeno 1.50 milioni d’euro…..e ho detto almeno….anche se nn penso s’accontenti…….se fosse vero……potrebbe significare 2 cose……che napoli avrà calciatori a livello internazionali……e che il tetto ingaggi cmq cresca di molto……xkè nn penso mancini venga x raggiungere la coppa uefa…..o al max cn tanta fortuna andar in coppa campioni……io nn ci credo

  4. non credo sia una notizia veritiera però se reja davvero rimarrà in società vuol dire che la ssc Napoli è gestita da persone intelligenti che sanno programmare scrupolosamente al meglio come entrare nel mondo dei grandi club.
    è lecito attendersi che lo staff dirigenziale della società cresca in quanto a numero (non può fare tutto marino),per tanto inserire una persona seria che ha nel sangue il culto del lavoro e del sacrificio e sopratutto già conosca ambiente città e obiettivi societari ,la ritengo una scelta oculata è intelligente.

LASCIA UN COMMENTO