Rescissione consensuale tra Marino e De Laurentiis

16
17

De Laurentiis e Marino, si legge nel comunicato, "hanno valutato e ripercorso tutte le difficoltà che si sono dovute affrontare dal giorno della nascita di un club che esisteva soltanto nelle idee per arrivare ad una realtà di fatti concreti che ha segnato un quinquennio di risultati importanti, percorrendo un cammino costellato anche da momenti di esaltazione. Il tutto reso possibile attraverso grandi sforzi e sacrifici in un contesto assai difficile e complicato".
Aurelio De Laurentiis e Pierpaolo Marino – è scritto ancora – "hanno compreso che ad un certo punto del cammino la ‘mission’ era stata felicemente compiuta portando a conclusione la prima parte di un progetto di rinascita. Ora il progetto ha bisogno di una seconda fase ‘innovativa’ anche sul piano delle risorse umane. Pierpaolo Marino, che ha a cuore Napoli ed il destino del Napoli, e che si è sempre considerato amico, oltre che collaboratore della famiglia De Laurentiis, ha, congiuntamente con il presidente, deciso di risolvere consensualmente il rapporto professionale fino ad oggi intercorso".
Aurelio De Laurentiis "conferma nei confronti di Pierpaolo Marino una stima sincera che prescinde dalla collaborazione professionale, cosciente e grato del lavoro, difficile e faticoso, svolto in questi anni di ricostruzione". Marino e De Laurentiis – al termine dell’incontro di oggi a Roma nella sede della Filmauro – "sono pervenuti alla comune determinazione di non compromettere il positivo lavoro complessivamente svolto insieme negli ultimi cinque anni".
Umberto Russo (fonte Ansa)

16 Commenti

  1. Non credo affatto che sia stato un divorzio consensuale, credo piuttosto che Marino se ne sia dovuto andare con la coda tra le gambe per evitare che uscissero cose troppo imbarazzanti circa la sua gestione.
    Per ingenerare una reazione tale nel presidente deve davvero averla fatta grossa. Molti dicono che la reazione del presidente sia stata sproporzionata ma nessuno si chiede il perchè forse di tanta sproporzione. Secondo mè De Laurentis non ha detto tutto sul conto di Marino, quello che abbiamo sentito è solo il “DICIBILE”

  2. é ingiuto…marino era un grande conoscitore di talenti..non credo abbia sbagliato i giocatori…i giocatori si sono integrati male…ricordo che al milan ci sono huntear e ronaldinho (mica 2 a caso) che non toccano neanche palla….ora voglio proprio vedere chi iuscira a portarci gente come lavezzi,gargano,santcroce,mannini,hamsik e via dicendo…ma ormai è fatta…e quindi spero d sbagliarmi…pensiamo solo al ben del napoli

  3. eee io invece rimango della mia idea e cioè che è stato commesso1grave errore Marino avrà anche i suoi difetti ma nn ci dimentichiamo che è1dei pochi che ne capisci di calcio….io gli avrei affiancato 1nuovo DG ZANZI non è male e1figura da tramite fra lo spogliatoio e la dirigenza( esempio TARE della LAZIO )uno tra BRUSCOLOTTI o SOSA….uno che conosce fin dalle radici cosa significa essere napoletani e indossare questa maglia!!! ripeto e sono convinto che la verità sta sempre nel mezzo !!!! e dico1altra cosa la rovina del NAPOLI siamo noi tifosi che vogliamo tutto e subito ancora ancorati ai “bei tempi” ….DOBBIAMO CRESCERE e x crescere bisogna avere molto pasienza !!! ora non prendiamocela con DONADONI che rimane1ottimo allenatore…..e sono convinto che dalla sosta cambierà anche modulo ritornerà al suo 4-2-3-1. FORZA NAPOLI E FORZA DONA…..

  4. bravo gennaro50, la verita’ sta tutta li’, sul fatto che sia stato consensuale io ci credo, marino ormai era stato messo con le spalle al muro e senza piu’ la possibilita’ di fare il bello e cattivo tampo..cosi’ allo stato dei fatti e visto che marino aveva un contratto di altri 5 anni ha preferito prendersi i soldi tutti anticipatamente piu’ la buona uscita. A parer mio , comunque, ci e’ andato bene De Laurentis visto i danni che marino stava arrecando alla societa’………..Lavezzi non ha parlato ma qualcosa di poco corretto c’e’ stato anche tra di loro e verso altri giocatori .Spero che la scelta del sostituto sia ponderata e che aurelio cominci a farsi circondare da persone che vogliono il bene del napoli.

  5. vorrei che non insistiate troppo su moggi…….ricordatevi in che modo ha vinto gli scudetti. La Juve sta dimostrando che si puo’ vincere anche in modo regolare. Un po di amor proprio e sportivita’ ci vogliono ancora sulla faccia della terra. Chi tifa Juve vuol dire che ha un carattere che vuol prevaricare su tutto e tutti anche a costo di dover calpestare la giustizia e lo sport….io non lo farei mai e spero neanche aurelio.

  6. Emanuele per cortesia non diffondiamo malumori che non hanno fondamento…sono portato a credere che tu non sai che Aurelio ha proposto a Marino di essere affiancato da un Dg sportivo, ad inizio stagione, per colmare le lacune che stava lasciando in giro, ma lui ha rifiutato , forse perche cosi’ non potava fare il bello e cattivo tempo.

  7. Di manager bravi l’Italia e’ piena, ora affianchiamo al DG un DS tipo Renica insomma gente che conosce bene la piazza di napoli e che sia gente seria che riconcili i calciatori con la societa’.

  8. E’ incredibile vedere che c’è gente fra voi che rimpiange o che comunque difende ancora Marino!!!!! Quello era un mezzo mafioso, MOGGI è andato in testa a parecchi purtroppo!!!!!

  9. Caro Dela comm s’e dic’ a Napoli “e fatt comm a Santa Chiara dopp arrubbat he mis e port e fierr” hai fatto come Santa Chiara dopo che ti hanno rubato in casa hai messo la porta blindata, ma ormai il danno e fatto. Dobbiamo giocare fino a gennaio con i vari aronica, rinaudo che invece di contrastare saltella, bogliacino che non sa come si fa il fuorigioco, gente che quando sta a Napoli sa solo chiedere l’adeguamento di contratto e non gioca piu a calcio.

LASCIA UN COMMENTO