Navarro: “Dobbiamo stare tranquilli, ci riprenderemo”

0
61

Nicolas Navarro, portiere azzurro che ieri ha giocato nella gara che il Napoli ha pareggiato per 2-2 contro l’Udinese ha analizzato questo momento negativo che stanno vivendo i partenopei.
"Ho visto un buon Napoli, siamo in ripresa". Nicolas Navarro è tornato ieri in campo nel match con l’Udinese dopo l’infortunio alla coscia. Il portiere è sereno e parla di un Napoli che sta rilanciando le proprie ambizioni.

Nico che impressioni hai tratto dalla partita di ieri?
"Positive. Ho visto un Napoli che si sta ritrovando e sta tornando ai suoi livelli. Abbiamo pareggiato ma era importante fare punti dopo tre sconfitte consecutive. Poi chiaramente è un periodo non fortunatissimo con gli episodi. Il rigore di Cannavaro non credo ci fosse mentre sul Pocho c’era un fallo netto e non è stato fischiato. Sono cose che capitano ma al momento purtroppo non ci gira nulla a favore. Però dobbiamo rimanere tranquilli e lavorare perché siamo sulla strada giusta per risalire".

Se non altro si è chiuso gennaio…"Beh è stato un mese non positivo però c’è da dire che nell’arco di un torneo ci sono momenti fisiologicamente più o meno felici. Noi abbiamo una buona classifica e possiamo lottare per i nostri obiettivi. Il gioco c’è ed ieri si è visto pure il carattere. Miglioreremo ancora".
Quagliarella ha fatto un gran gol, raccontacelo…"Devo fare i complimenti a lui. Nove attaccanti su dieci avrebbero stoppato quel pallone tentando poi di battere successivamente. Lui invece ha calciato al volo e gli è venuto fuori un gol splendido. Meritava davvero gli applausi che sono arrivati dai nostri tifosi".

Adesso c’è la Juve. Navarro contro Buffon…"Sono sfide di grande fascino. La Juve, l’Inter, il Milan rappresentano sempre belle partite, nelle quali si vivono sensazioni uniche. Per me ritrovarmi di fronte Buffon sarà una gioia ed una emozione speciale perché lo ritengo insieme a Julio Cesar il miglior portiere al mondo. Ma andremo a giocarcela. E’ una partita importante per entrambe le squadre perché apre alla semifinale e ci teniamo tutti ad andare avanti in Coppa Italia a questo punto".

E’ arrivato Datolo, tu gli farai da guida in questo primo periodo? "Sì, ho già parlato con lui e l’ho visto entusiasta della città e dei tifosi. Per Datolo Napoli è una grande possibilità ed anche uno stimolo per fare il massimo. Farò con Jesùs quello che Pocho all’inizio ha fatto con me, cercando di aiutarlo nell’ambientamento. Ma lo vedo già molto carico e convinto della sua scelta".

Dopo le convocazioni di Lavezzi e Denis, un pensiero alla Nazionale lo stai facendo?
"Ah quello sempre. So che Maradona segue molto il Napoli e quindi dipenderà soprattutto da me. La mia prima ambizione è fare il massimo qui nel mio club, poi le altre cose verranno di conseguenza. E’ stato così per Pocho e Tanque e spero possa coronare anche io il sogno della Nazionale argentina"

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: SSCNapoli

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here