Reja: “Critiche esagerate. Bisogna voltare pagina”

6
83

Il tecnico del Napoli Edy Reja, in un’intervista pubblicata sul sito ufficiale del club, ha cercato di smorzare un pò le critiche che stanno piovendo sulla sua squadra per le utlime scialbe prestazioni degli azzurri: "Mi sembra che si stia esagerando con le critiche, questa squadra sta strabiliando da oltre un anno".
Queste le dichiarazioni del tecnico partenopeo nella conferenza stampa di oggi a Castelvolturno:
"C’è delusione ma non certo depressione. Una sconfitta lascia sempre il segno ma bisogna voltare pagina. Abbiamo un gruppo di notevoli qualità morali e tecniche che ha ancora tanto da esprimere in termini di gioco. Non abbiate mai dubbi su questi ragazzi. Il nostro obiettivo è la Uefa e ce lo giocheremo fino alla fine".

Qualche critica ha smosso un po’ l’ambiente…

"Per quanto mi riguarda si sta esagerando. Questa squadra è un anno che galoppa, che ottiene risultati straordinari. Siamo una realtà che è cresciuta in maniera esponenziale. Siamo in una buonissima condizione di classifica ed intendiamo rimanere ancorati a queste posizioni fino alla fine per poi poter ambire a traguardi importanti. Diamoci tutti una regolata sui giudizi. Contro la Roma abbiamo giocato una mezzora eccellente, come poche volte avevamo fatto in passato. Poi abbiamo segnato. Il gol di Zala è stato annullato e quello della Roma è stato convalidato. Nel calcio ci stanno gli episodi decisivi. Ma io devo valutare la prestazione e sotto questo profilo ho detto chiaramente alla squadra che si è dimostrata ancora una volta all’altezza".

A Firenze si va con quale animo?

"Si va con lo spirito alto di sempre. Vogliamo fare risultato. Poi si vinca o si perda a me interessa che la squadra mostri il cipiglio combattivo e la giusta determinazione".

La condizione psico fisica com’è in questo momento?

"Buona. Questo è un gruppo unito. I ragazzi stanno insieme, hanno creato una sola anima. C’è rispetto e considerazione per i valori umani e tecnici. Stiamo calmi e guardiamo avanti con fiducia. Il campionato è lungo e possono esserci momenti di alti e bassi. Ciò che conta è l’identità del Napoli che non andrà mai smarrita. Ho una rosa valida ed ampia per poter proseguire in maniera eccellente il progetto partito da tempo. Stiamo ottenendo risultati di prestigio, siamo in una condizione di classifica di rilievo. Ripeto: non esageriamo con le critiche e rimaniamo attaccati alla realtà. Esistono club che hanno grandi mezzi, forse più dei nostri, ma in questi anni abbiamo dimostrato che con il lavoro si possono compiere miracoli".

Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista tratta da SscNapoli.it



6 Commenti

  1. dichiarazioni tipiche di un allenatore modesto… senza ambizioni…
    fino a quando avremo quest’uomo sulla nostra panchina riceveremo solo attestati di stima e simpatia ma non saremo mai una realtà temibile e credibile per traguardi rilevanti… e per traguardi importanti non mi riferisco certo ad una qualificazioncina in UEFA

  2. Mister io non credo ne voglio la champions. non faccio parte di quei napoletani che crede allo scudetto subito,anche perche con questa squadra in uefa forse superiamo il turno,in champions manco quello. qui nessuno dice che il 5 posto del napoli non è fantastico,ma perdere 3 delle ultime 4 gare, contro chievo,torino specialmente,dimostrando nelle ultime 4 gare una superficialità allucinante,un impegno( salvo2/3 giocatori) da parrocchia, allora, non dica che piovono critiche esagerate,x che noi vogliamo quantomeno impegno. onore alla maglia. poi, quel che viene viene.

  3. Caro Mister le critiche non sono figlie della sconfitta con la Roma … ma dell’andamento del Napoli fuori casa e contro determinate squadre (milano , torino , verona ecc ecc )…e poi , è un mio giudizio , il problema non sono i “ragazzi” ma il suo credo tattico risalente al dopoguerra..

  4. non ho mai visto reja farsi un esame di coscienza e ammettere le sue colpe!
    è incredibile dice sempre le stesse cose..
    diceva che nei primi 15 minuti hanno sciovinato gioco,
    ora dice nella prima mezz ora ,ma che dichiarazioni sono?
    lo sa che le partite durano 90 minuti?

  5. ho ascoltato la conferenza stampa di reja, dice che lui non ha detto mai champions, che i giocatori sono forti e che il napoli punterà alla uefa. allora, chiariamo le cose, dire o non dire serve a poco,il milan dice scudetto ma non lo vincerà,la juve punta alla champions ma se incontra il barcellona ne prende 7 di goal. i giocatori del napoli,certo un po’ ci credevano,ma non c’è niente di male a esser a 2 punti dal 4 posto a crederci,anzi,è buono per stimoli. comunque,ha detto che siamo matti e siamo usciti fuori di testa, beh, ma a genoa preziosi direbbe questo dei tifosi? non so quest uomo a cosa vuole arrivare, qui si discute la prestazione del suo modulo non modulo a torino,a verona, e li sinceramente osare qualcosa in piu( e non negli ultimi 5 minuti) santo (sosa che salva le sue chiappe al 93°) non c’è piu, e contro la roma, un po’ piu di serietà. e maturità,.ma nn posso darla io,o il tifoso,ma lui che è il mister. li ogniuno giocava x se, e si è visto. quindi,signor reja. pensi a fare una tattica decente, poi se ne riparla. perche il napoli visto nelle ultime 6/7 gare è l’ anticamera della indecenza. io mi credete. vorrei vedere senza il pocho sto napoli se si salva. perche per me,non è tanto questione di rosa,ma di insegnamenti mai visti. na tattica dov è? 1 sola chiedo,che me la spieghino dal fallo laterale,al calcio d’ angolo,alla punizione. una sola tattica voglio conoscere. adesso leggo forse montervino a firenze. bè.io voglio perdere ma vedere avanti russotto,lavezzi alle spalle di zalayeta. e chi se ne frega se prendiamo 50 goal. perlomeno ci levi 1 dubbio,e comunque, perdere 3-0 o 50 -0 cambia poco. sempre 3 punti perdi,ma te la vai a giocare con le palle di un toro, e non con i testicoli di un criceto. ma quando piglia palla montervin tra jovetic,montolivo,santana? nel riscaldamento? jamm bell reja. qui chi da da matti sei te, i tuoi cambi assurdi, il tuo 3-5-2 antico,sei una brava persona.ma sei te che guadagni i soldi per far giocare bene il napoli,questo non è compito ne del tifoso,nel di marino,ne di delaurentis,ne di carmando.quindi.. se a torino perdiamo contro una banda e musicanti, se a verona perdiamo manco se loro erano il real,questa è solo colpa del tuo imbottimento di piedi mediocri. della gestione dalla bona, della gestione russotto. della gestione punte. che in un paio di occasioni hanno giocato tutti e 3, e abbiamo anche dato un po’ di spettacolo,certo ricordo,come segnammo, con 3 punte, subito levasti una per un difensore. questa è la realtà. dici che firmeresti per vincere tutte in casa e perdere tutte fuori? 1 non è na cosa logica x che manco in uefa vai,2 in casa abbiamo cosi tante squadre forti adesso nel ritorno che se le perdiamo,e fuori facciamo pena,usciamo anche dalla zona uefa. datte na sveglia che il napoli non è na provinciale. ha sete e fame si sognare ancora,e se viene sto datolo,mi raccomando. mettilo a fa il terzino sx, a chiudere in difesa.cosi questo in argentino dice che è capitat dentro na gabbia di matti. ma serio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here