Casarin su Napoli-Roma: “Morganti non era sereno”

1
23

L’ex arbitro internazionale, Paolo Casarin, intervenendo a “Radio Goal”, sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Napoli-Roma si presentava complicato per le polemiche precedenti al match, ma un arbitro esperto come Morganti credevo cominciasse l’incontro con grande concentrazione. Sull’episodio di Zalayeta, invece, si è fatto trovare impreparato. La tensione per le polemiche delle ultime discutibili direzioni di gara, come quella di Torino tra Juve e Fiorentina, mette in discussione anche arbitri esperti come lo stesso Morganti: questo sta a significare che gli arbitri, giovani o vecchi che siano, commettono comunque degli errori e non riescono ad essere indifferenti alle critiche. Anche sugli altri campi, in questa domenica calcistica ci sono stati errori arbitrali abbastanza clamorosi, pertanto ritengo che si stia trattando di un momento di poca serenità, di nervosismo, che coinvolge tutto il gruppo arbitrale. La serenità per un arbitro è fondamentale: significa autonomia, nello specifico. Dopo Calciopoli, questo è il terzo anno dalla rinascita del mondo arbitrale ed è giusto che di tanto in tanto si tracciano dei bilanci: si è parlato tanto degli arbitri giovani per un ricambio ma vengo utilizzati i vecchi. Saccani e Morganti, ad esempio, hanno soltanto 42 anni ma sono già molto esperti ma di giovani in giro se ne vedono pochi: per giovane intendo Peruzzo e dell’arbitro che ieri ha diretto ottimamente Siena–Atalanta (Candussio, ndr). Il rinnovamento della classe arbitrale avviene attraverso i giovani che sono al primo o al secondo anno. Ci si era ripromessi di attuare un ricambio ma in realtà ci si affida sempre ad arbitri che dirigono le partite già da 10 o 15 anni come Farina. Collina deve puntare su questi giovani che comunque hanno alle spalle diverse presenze nei campionati di B o di C. Il designatore stesso, nel primo anno fece ben otto gare di serie A, perché si vedeva che era bravo. Graziano Cesari, dopo 15 partite in serie A, diresse il derby di Milano. Tra l’altro, i giovani, che sbagliano allo stesso modo, vengono visti dall’opinione pubblica con occhio differente”.
Redazione NapoliSoccer.NET
 

1 COMMENTO

  1. la prova tv ..in campo che aveva a disposizione il quarto uomo .
    come mai non e` stata usata nel secondo caso..ovvero quando la ..e` andata in vantaggio?..
    “inoltre basta con questo fuorigioco..pericolosissimo..giocate di RIMESSA voi che dovete difendere ..e iniziate a capire che le spalle ..devono essere rivolte al portire e non agli avversari…Rullo.Savini.Gatti..eccetera e cetera il discorso e` sempre lo stesso..ma puoi farli commettendo anche fallo?..come puoi permetterti di farli entrare in area se partano da lontano?
    ..FORZA NAPOLI

LASCIA UN COMMENTO