Primo “tonfo” casalingo in questo campionato

10
22

Il commento di Napoli-Roma.
La partita di quest’oggi tra il Napoli di Reja ed i giallorossi di Spalletti è attesissima per la valenza che il risultato avrà sul proseguo del campionato delle due squadre. Entrambi gli allenatori hanno definito la gara uno spareggio "champions". Ebbene, non poteva finire in maniera peggiore per gli azzurri. Prima sconfitta casalinga dopo una lunga striscia positiva che aveva visto cadere al San Paolo squadre anche di calibro superiore. Più che di sconfitta potremmo parlare di un clamoroso tonfo, i tre gol incassati oggi da Gianello sono stati tre schiaffoni che hanno raggiunto la squadra in pieno volto. Si era parlato di una inversione di rotta dopo le sconfitte esterne, si pensava ad un San Paolo che potesse riaccendere gli ardori azzurri ma nessuno poteva immaginare che l’inversione di tendenza volesse significare iniziare a perdere anche in casa. Speriamo possa essere una "prima" volta ed anche quella "unica".
La partita di oggi inizia velocissima, giocata in maniera gagliarda e ad alta velocità da tutte e due le squadre. Al sesto minuto il Napoli va subito in gol con un tiro a volo di Zalayeta che insacca nell’angolino e festeggia sotto la curva prima di accorgersi che Morganti, coadiuvato da uno dei suoi collaboratori, annulla per uno stop di mano dello stesso attaccante di colore. Gli azzurri proseguono nelle loro scorribande agendo sugli esterni in maniera impeccabile con Maggio da una parte e Mannini dall’altra. Si vede la coppia Lavezzi-Zalayeta che prova a dialogare in maniera comunque migliore di quanto fatto vedere dalla coppia tutta argentina formata da Lavezzi e Denis. All’improvviso arriva la doccia gelata, Mexes segna il primo gol di testa facendo infuriare i tifosi napoletani poichè in chiara situazione di fuorigioco. Neanche il tempo di lamentarsi o di organizzare un contrattacco che la Roma legittima il risultato andando a segno con Juan sfruttando l’ennesima palla da gioco fermo, azione regalata da uno sciagurato intervento di Mannini che concede l’angolo per evitare una rimessa laterale da centrocampo; Juan di testa ringrazia e raddoppia. Poco dopo, Baptista si beve Santacroce ma sbaglia clamorosamente davanti a Gianello graziando il Napoli. Si va al riposo con la sensazione che il risultato può essere ancora ribaltato, magari con una prestazione tambureggiante in attacco e attenta in difesa. Questa sensazione è spenta immediatamente da Vucinic che viene imbeccato da Aquilani dopo un regalo clamoroso di Santacroce che gli regala il pallone ai limiti dell’area di rigore; l’attaccante giallorosso non può far altro che siglare il terzo gol che spegne sul nascere tutte le speranze dei partenopei.
La partita si mette in una fase di stallo, si ha la sensazione che il Napoli non segnerà mai neanche se si giocasse per l’intera serata. Cade in confusione anche mister Reja che prima sostituisce l’ottimo Zalayeta con Denis (non si capisce quanto potranno giocare assieme se non oggi sul risultato di tre a zero) e poi cerca di far giocare la propria squadra con un inedito 4-3-3 con Lavezzi a sinistra, Mannini a destra e Maggio arretrato sulla linea dei 4 in difesa.
Termina la partita con la curva che canta verso la tribuna chiedendo un regalo al presidente De Laurentiis, chiaro il messaggio al produttore cinematografico considerato che siamo ancora in campagna acquisti. A buon intenditor, poche parole.

Pino Chianese – Redazione NapoliSoccer.NET


Commenta la partita sul FORUM di Napolisoccer.NET

10 Commenti

  1. e mercoledi prenderemo un altra paliata…
    1) perche siamo fuori casa
    2) perche ce la fiorentina,non proprio una squadretta
    3) perche mancheranno santacroce,contini,gargano,hamsik e probabilmente ancora Iezzo…

    teniamoci pure pronti e non speriamo….

  2. che figur e mmerd!
    !!!!!!!VIA REJA!!!!!!!!
    se l’anno scorso Aurelio voleva picchiare Reja quando, in casa della lazio, pareggiammo all’ultimo minuto 2-2, cosa dovra’ fargli oggi, che in casa ne abbiamo presi 3?
    !!!!!!!VIA REJA!!!!!!!!

  3. La sconfitta ci sta ma non si puo` dire vergogna.Colpe gli arbitri Gianello cannavaro Santacroce e anche Lavezzi e Mannini e piu` di tutti Reja che insiste nel non far giocare Russotto che e ` piu` spregiudicato. Mette Pazienza dall inizio al posto dello squalificato Hamsick e quando lo sostituisce mette dentro Bogliacino che non ha minuti nelle gambe e questa non era la partita migliore per farseli.per il resto A me Mannini piace di piu` quando gioca a destra si vede che anche sulla fascia sinistra calcia la palla col destro.

  4. Per quanto riguarda Zalayeta El Panteron ho sempre detto che lui e quello con i piedi migliori in questa squadra e uno dei migliori al mondo solo che dopo l’incidente l’anno scorso non ha mai veramente recuperato per questo Reja sbagliava a metterlo dentro quando non completamente recuperato ma forse adesso si e` un piacere vederlo giocare.penso l’abbia sostituito piu cosi anche Blasi piu` che per ragioni tattiche pensando alla prossima partita mercoledi contro la Fiorentina.

  5. Reja avrebbe dovuto schierare una formazione più offensiva per sperare di mettere in difficoltà una Roma, anche fortunata negli episodi dei gol
    (fuorigioco sul primo, errori inauditi di lavezzi e Mannini per la concessione del corner sul secondo, orribile passaggio molle al centro di Santacroce sul terzo)
    Assolutamente nullo Pazienza, Bogliacino fuori condizione, doveva giocare Russotto!!!!!

  6. vi parlo da ex sportivo……non recriminate più di tanto. il napoli è in discesa libera. ha perso malissimo e senza attenuanti. fate un bagno di profonda umiltà. in questo pelago dantesco si salva solo zalayeta. ma gli altri cosa facevano. un disastro!
    a questo punto io mi preoccuperei per la salvezza in A……………………

  7. Bellissima prestazione di gianello…7 tiri in porta hanno fatto..2 sul palo, 2 ne ha prese e 3 ne ha fatte entrare…che bel portiere che abbiamo…mannagg a IezzO e navarro…la roma è stata fortunata ke abbiamo avuto sti problemi…perché molto probabilmente la partita sarebbe finita con un altro risultato con un altro portiere…ke vergogna

LASCIA UN COMMENTO