Napoli, niente è perduto… tranne la faccia

2
31

 Otto punti. Otto su dieci trasferte, un bottino irrisorio per coltivare ambizioni da “grande”, eppure l’aritmetica continua a sorridere al Napoli.
Il girone d’andata termina mestamente per i giocatori azzurri, protagonisti di una partita scialba ed irritante per larghi tratti del primo tempo e per una discreta fetta della ripresa, eppure nulla è perduto.
È vero, la Roma è a soli tre punti di distacco e la prossima partita vedrà quello che veniva chiamato “derby del sole”, ma… “ci hanno invidiato questa bellezza… mo’ piove sempre che è una schifezza”.
È vero, il Genoa ha meritatamente vinto e ci guarda dall’alto del suo quarto posto.
È vero, la lotta per un posto Champion’s è diventata quasi proibitiva, lo dimostrano i comportamenti da “La volpe e l’uva” dei dirigenti azzurri.
È vero, il Napoli visto ieri era una squadra lenta, macchinosa, tatticamente involuta. Senza voler cercare un colpevole, qualcuno però potrebbe pure rendersi conto della situazione modificando l’assetto tattico e trovando soluzioni che prescindano da giocatori spenti, opacizzati da paturnie inspiegabili.
Perché come dicevamo, per l’aritmetica, niente è perduto… tranne la faccia.

Domenico Infante – Redazione Napolisoccer.NET

2 Commenti

  1. un Napoli purtroppo assolutamente convincente per niente con gioco macchinoso e iconcludente.Di questo passo non punteremo alla zona “UEFA”.Alle spalle abbiamo squadre vogliose di far bene.Per il Napoli ad eccezione di qualche calciatore buono tutto il resto è da processare.Scusatemi,sono nero!buona giornata.

  2. fore ci eravamo un po illusi…. a noi tifosi napoletani ci illudono in parecchi ma siamo un popolodi vero cuore … i signor giocatori vengo a napoli basta un partita decenti, e noi li valorizziamo subito.. certo non vogliamo la luna me neanche a fare un figure ………………………

LASCIA UN COMMENTO