Il Chievo ci crede ma il Napoli ha sete di vittoria

0
34

I prossimi avversari: il Chievo di mister Di Carlo.
Nell’ultima giornata ritorno del campionato di serie A 2008/09, il Napoli affronterà il Chievo di mister Di Carlo.
La classifica parla chiaro, tra le due formazioni c’è un’enormità di punti, ma i veneti – fanalino di coda con soli 10 punti – credono ancora nella salvezza. Circostanza che trova conferma nelle recenti dichiarazioni del tecnico clivense, che a proposito della partita e degli azzurri dice: “Napoli quarto, basta questo per capire le difficoltà di questa partita. Ma con la giusta convinzione possiamo battere gli azzurri”.
Il tecnico Di Carlo, ciociaro d’orine, come sua consuetudine non fornisce alcun vantaggio agli avversari mantenendo segrete le sue intenzioni e non divulgando la formazione. Uniche certezze il modulo (un classico 4-4-2),il ritorno dopo le squalifiche di Bentivoglio, Italiano e Langella e l’indisponibilità di Mandelli e Mantovani, quest’ultimo per squalifica.
Lo schieramento più probabile della formazione clivense dovrebbe prevedere in porta Sorrentino, coadiuvato sulla linea difensiva da Moro e Scardina (che sostituirà Mantovani) sulle corsie laterali e da Morero (riconfermato al posto di Mandelli) e Yepe al centro. In ascesa le quotazioni di Frey per il ruolo di terzino destro titolare vista la non perfetta condizione fisica di Moro.
A centrocampo dovrebbe avere un posto sicuro tra i titolari il rientrante Italiano (regista ordinato che detta le geometrie alla squadra) assieme a Bentivoglio nella parte centrale del settore di centrocampo, mentre sulle fasce agiranno Marcolini ed il veloce Luciano (ottimo nella fase propositiva ma poco propenso al sacrifico difensivo). Ai due laterali bisogna poi aggiungere Langella, che con ogni probabilità partirà dalla panchina poiché in possesso di caratteristiche più offensive, pronto ad entrare in campo alla bisogna.
In attacco pochi dubbi per Di Carlo, Pellissier (ottimo finalizzatore che non è riuscito mai ad accendere del tutto l’interesse di squadre di caratura superiore) ed Esposito (seconda punta fantasiosa in passato accostato anche al Napoli ma che ha vissuto anni veramente cupi nella Roma) dovrebbero formare il duo d’attacco che nelle intenzioni del tecnico dovrebbe prendere d’infilata la difesa partenopea.
Difficile pronosticare il risultato finale tra Chievo e Napoli, di certo sarà partita vera tra due compagini che hanno un gioco completamente diverso. il Chievo cerca punti per la propria causa ma il Napoli è squadra dura da affrontare, che chiude gli spazi e riparte in velocità. Il Napoli, di contro, vorrebbe chiudere in bellezza la prima fase del campionato guadagnando anche lontano dal San Paolo la nomea di squadra di alta classifica.

Gianni Doriano – Redazione Napolisoccer.NET
 

Condividi
Articolo precedenteReja: “A Napoli ancora per molto”
Prossimo articoloPanettone, lenticchie e capitone… risultato tre punti
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO