Eldo a Porto San Giorgio per tentare il blitz contro Montegranaro

0
11

Cinque match in casa, sei fuori. Alla Eldo per il miracolo play off mancano 7-8 vittorie. Cammino immacolato in casa e qualche colpo esterno. Con 16 punti in questo finale di regular season gli azzurri sarebbero dentro al 90 per cento raggiungendo quota 34, mentre con 14 punti conquistati (totale 32) avrebbero meno chances, sotto al 50%. Ma per provarci occorre invertire il trend, perché se in casa i partenopei vanno come treni, fuori casa non vincono invece dallo scorso novembre. La prima occasione arriva domani sera, nell’anticipo tv di Skysport alle 21 contro la supersorpresa del campionato (al pari dell’Air Avellino), la Premiata Montegranaro che a quota 32 c’è già, con undici match da giocare. Ovvio che i favori del pronostico siano per i padroni di casa (1,35 la quota della Premiata, 2,78 quella della Eldo secondo i bookmakers) ma la partita è sicuramente meno scontata di quanto possa sembrare classifica alla mano. «Montegranaro va fortissimo, ha vinto 8 delle ultime 9 partite, ma questa è una delle occasioni alla nostra portata e dunque dobbiamo provarci senza badare al valore dell’avversaria – commenta il general manager azzurro, Ario Costa – è chiaro che sulla carta la partita è difficilissima, la Premiata è una squadra molto solida, che raramente ha avuto passaggi a vuoto. Ma noi sappiamo di potercela giocare contro tutti, anche se in questa settimana abbiamo avuto qualche piccolo problema. Rocca si è ripreso solo ora dall’influenza che lo ha debilitato, Blums e Bernard hanno sofferto per delle piccole noie muscolari. Ma domani saranno tutti arruolabili». Quante vittorie occorrono per i play off? Costa preferisce evitare tabelle. «Non credo molto allo studio maniacale del calendario, preferisco vivere alla giornata. Ma dico solo che il nostro futuro dipende molto da noi stessi. In casa non dobbiamo più perdere e credo sia fattibile. Fuori bisogna agguantare tre vittorie per essere certi di stare dentro. Un’impresa difficile. Anche perchè risultati scontati non ce ne sono mai, come del resto dimostrano tantissimi risultati a sorpresa di questa stagione. Dunque giochiamo la prossima e poi vedremo». Il futuro della Eldo è già stato studiato attraverso gli incontri frequenti tra Costa e Maione: «Ci sentiamo almeno due volte al giorno, il contatto è continuo con il presidente. Le linee guida le abbiamo tracciate ma occorre avere certezze e oggi non ce ne sono visto che la salvezza non è ancora matematica. Quando il traguardo sarà virtualmente raggiunto allora cominceremo a studiare per bene le mosse ma posso anticipare che un po’ di progetti riguardo la squadra sono già in cantiere».

Fonte: Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteCalaiò – Lavezzi tendem possibile
Prossimo articoloLivorno-Napoli sarà diretta da Saccani di Mantova
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO