Lavezzi sfonda e Maggio riapre le porte della Champions

2
82

Il Commento di Napoli – Catania.
Era importante la vittoria per cominciare nel migliore dei modi il nuovo anno ed alla luce dei risultati delle dirette concorrenti il Napoli si ritrova quasi inaspettatamente, e nuovamente, in piena zona champions. Il Catania in verità non ha mai messo in difficoltà gli azzurri anche se ha iniziato il match con personalità e buon palleggio, così come aveva chiesto in settimana il taumaturgo Zenga per ovviare al mal di trasferta degli etnei. Per una buona mezz’ora i siciliani tengono bene il campo dove la posizione tra le linee di Mascara reca non poco fastidio, Reja la corregge chiedendo alla linea difensiva di tenersi più alta, invitando poi a sviluppare il gioco sulle fasce dove, però, sia Vitale che Maggio si mostrano timidi ed imprecisi. Denis sale a dare una mano alla manovra perchè dalle sue parti non arrivano neanche degne verticalizzazioni e purtroppo bisogna fare di necessità virtù perchè Lavezzi sbaglia le cose più semplici causa l’improvvisa influenza che lo ha colpito appena ieri, fiaccandone spunto, precisione e brillantezza. Nella ripresa è il Catania a farsi improvvisamente minaccioso dalla grande distanza grazie ad un tiro di Tedesco che viene neutralizzato da Iezzo con un bel colpo di reni, così il Napoli sembra uscire dal torpore generale, sulle fasce Lavezzi trova gli spazi per suonare la carica e quando si accende lui si accende il Napoli che rinchiude nel bunker della propria area i siciliani ed a scardinarlo ci prova anche Hamsik producendosi in una ubriacante serpentina conclusa con un preciso tiro che l’estremo rosazzurro riesce però a deviare in angolo. Cresce la pressione ed al 20′ il braccio di Terlizzi è galeotto perchè interrompe la traiettoria che Denis disegna in piena area per liberare Hamsik davanti al portiere. La sfida è rinviata al rigore prontamente concesso da Celi che però lo slovacco si fa neutralizzare da Bizzarri che ne intuisce la traiettoria. Il Napoli non demorde e continua la produrre una pressione costante dalla quale non riescono a sottrarsi i catanesi, Lavezzi fa quel che può, laddove ogni schema è ormai saltato lui prova a saltare avversari nel tentativo di creare una qualche superiorità e quella giusta si concretizza al 34° quando il Pocho va via sulla destra, scambia al limite con Denis che lo serve nuovamente in area ed il suo destro confeziona un "cadeau" per Maggio al quale basta un tap-in a porta vuota per regalare la vittoria al Napoli, con riverenza sotto la curva. La partita si chiude qui in pratica, il Catania non ha la forza per reagire, oggi neanche i mezzi tecnici, perchè la difesa non ha concesso niente, su tutti Contini che piazza un divieto d’accesso nella sua zona e per tutti gli avversari che lo incrociano è game over. Buona la prova di Blasi a centrocampo che sotto gli occhi di Peruzzi, in tribuna, riesce a farcire la sua buona prestazione con un insolito equilibrio di muscoli e cervello, il tutto senza prendere la "consueta" ammonizione di giornata.  In attacco è da segnalare la deludente la prova di Denis, el tanque è chiuso nella morsa difensiva del Catania e qualche sporadico sussulto non lo assolve da una prova incolore. Sorprendente invece quella di Lavezzi che dopo un primo tempo disastroso è stato inaspettatamente l’artefice della vittoria, caricandosi nella ripresa la squadra sulle spalle anche perchè sentiva di essere in debito verso i compagni. La squadra l’ha assecondato e lui dando fondo ad ogni sua residua energia l’ha ripagata. Il Pocho vince l’influenza ed il Napoli vince col Catania, per chi non lo sapesse ancora sia Napoli che il Napoli sono un’orgia ormai del tutto Lavezzi-dipendente. 

Antonello Greco – NapoliSoccer.NET

Commenta e discuti della gara Napoli-Catania sul forum di NapoliSoccer.NET



2 Commenti

  1. Io credo che Vitale deve andare in prestito in qualche squadra perchè non è ancora pronto per giocare nel napoli,in quel ruolo abbiamo bisogno di un vero esterno sinistro,Hamsik non capisco che ruolo abbia,non è mai nel vivo dell’azione,allora perchè non spostarlo più in avanti dove esprime il meglio di sè,senza dargli troppi compiti di copertura?.Denis è un discreto giocatore ma non è capace di fare un goal da bomber di razza,quindi non è un’attaccante capace di risolvere da solo la partita.Gargano e Blasi sono ottimi interditori ma in fase di costruzione sono un disastro,bisognerebbe trovare un giocatore capace di fare egregiamente tutte e due le cose,allora sì che il Napoli potrà puntare al vertice!!!.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here