De Laurentiis: “La Champions? Il mio progetto quest’anno prevede la Uefa”

4
59

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, intervenuto in sala stampa ha rilasciato alcune dichirazioni. Ecco quanto raccolto dall’inviato di NapoliSoccer.NET: “Dopo il successo del film di Natale ora usciamo con “Italians” che vi invito tutti a venire a vedere” – esordisce il presidente, quindi parla del campionato appena ricominciato – “Dopo la pausa natalizia non è stato facile per nessuno, come possiamo vedere dai risultati. Credo che ancora una volta si debba fare un’azione di pensiero, conviene fermare il campionato per così tanto tempo? C’è chi è volato oltre oceano chi è rimasto in Italia a far bisboccia e poi, quando si rientra dopo tanti giorni, bisogna riprendere con i carichi di lavoro andando a sollecitare i muscoli”. Sulla gara di oggi De Laurentiis commenta: “Ho visto una squadra che non si è mai arresa, con un Vitale che non si è mai fermato, anche se ha sbagliato dei cross, mi è piaciuto Russotto che quando è entrato con Lavezzi spostato a sinistra, lui a destra e Denis al centro… faccio questa premessa perchè devo dire che alla fine è stata una prestazione di cui tutti quanti siamo soddisfatti, però dover rischiare per illogicità non riesco a capirlo. Non ho mai creduto alla Champions perché il mio progetto prevede l’Uefa. E’ giusto però che i giocatori si professino da Champions d’avanti ai media, però l’andare nella massima competizione mondiale vuol dire anche aver maturato una crescita. Siccome non vogliamo fare i figli ciechi guardiamo all’orizzonte con molta cautela diciamo che stiamo lavorando alla Uefa. Trovo che ci sia un momento mondiale di grande crisi. In realtà qui ci sono tutti i club infognati con un numero di giocatori che non riescono a piazzare in serie B perché la serie cadetta non ha più i soldi per poterli comprare. Tener fermi e bloccati dei giocatori che hanno anche una professionalità è un errore e dispiace. La priorità del nostro mercato è di sistemare Dalla Bona, Amodio e Savini. Il Napoli ha una finestra sul mercato aperta 12 mesi all’anno, anche quando il mercato è chiuso perché studiamo determinate realtà che si potrebbero realizzare anche nel mese di gennaio. A noi servono un regista di centrocampo, più verso la difesa che l’attacco, ed un altro attaccante ma è una progettualità per il mese di giugno e non per ora che potrebbe creare solo casino. Devo ancora vedere la crescita di Russotto ed avere prima la possibilità di raccogliere quello che abbiamo seminato. Poiché noi abbiamo 25 leader in casa non abbiamo bisogno di andar a comprare per far notizia.
I tifosi? Sono due squadre del sud che hanno un tifo calorosissimo. Quando vedo il Genoa, il Napoli, il Catania, con tifoserie che sentono molto l’evento sono sempre molto felice. Morimoto? Non mi è piaciuto mica quando ha messo la gamba in quel modo su Russotto”.
“Hamsik? Ve l’ho già detto una volta, il signor Moratti è un amico ed un signore. Qualche mese fa mi ha chiesto Hamsik, gli ho risposto ‘Fammi divertire un po’, hai già tanti giocatori e non hai bisogno di Hamsik, io invece si’ ".
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella



4 Commenti

  1. CARI AMICI TIFOSI io vorrei sapere questo presidente a che gioco vuole giocare !!! prima dice che bisogna andare in CHAMPIONS ,ora se ne esce con l’UEFA,parole che demotivano anche le prestazioni della squadra ,questo atteggiamento non da trasparenza ne alla squadra ne ai tifosi anche se si e’ capito che costui pensa solo AI SUOI SOLDI e sarebbe anche leggittimo se facesse un discorso trasparente, pero’ forse NON HA ANCORA CAPITO che noi abbiamo un bacino di utenza di circa 8 milioni sparsi in tutto il mondo e le sinergie che entrano in termini economici sono tante per cui bisogna dare un tasso di qualita’ alla squadra con l’aquisto di due grandi campioni se proprio NON VUOLE SPENDERE NULLA !! altrimenti la CHAMPIONS ce la possiamo dimenticare .
    CARI TIFOSI ,penso che costui I CAMPIONI non ce li fara’ mai vedere e vuoi vedere che dobbiamo rimpiangere FERLAINO ?
    IL discorso di mantenere i parametri d’ingaggio nello spogliatoio non fila ed e’ un paravento per non portare mai campioni a NAPOLI perche’ I VARI LAVEZZI E HAMSIK difficilmente resteranno per quelle cifre.
    NAPOLI e’ una citta ‘ che merita una grande squadra e’ il presidente deve sapere che MARINO che finora e’ stato un grande, ha fatto miracoli per la sua grande esperienza , non puo’ sempre togliergli le castagne dal fuoco .
    IL discorso e che poi buona parte dei giornalisti napoletani sanno fare solo i ruffiani non gli pongono delle domande logiche per il futuro della squadra , alla sua risposta sempre la stessa “dobbiamo crescere” gli devono rispondere che la crescita e FINITA ora ci vogliono i CAMPIONI
    GRAZIE . LORISS

  2. Una società cresce sempre perchè nel momento in cui si ferma decreta la sua fine, ecco cosa voleva dire il Presidente, ma forse qualcuno vuol capire diversamente!!!!
    Con una squadra di campioni per poco il Milan non perdeva contro una Roma modesta.
    Ci vuole equilibrio, quello che i tifosi come il sottoscritto non possiedono!

  3. Certo è davvero strano un atteggiamento del genere da parte del presidente della squadra del Napoli. Pur riconoscendo i meriti a De Laurentis per l’impegno e l’amore nonchè per gli investimenti fatti nella squadra della sua città mi viene però spontaneo dire che in cambio ha avuto molto….Essere presdente del Napoli non è come esserlo dell’Ascoli, Dell’Ancona, della Salernitana, della Reggina etc. etc, con tutto il rispetto che ho per le altre società minori. De Laurentis è il presidente di una dele cinque – sei società che (infelici parentesi a parte che prima o poi capitano a tutte le società) rappresentano l’elite del calcio italiano, con un conseguente ritorno di immagine enorme per un personaggio affermato come lui. Ora tutto il progetto va bene ma,…perchè mai il presidente del NAPOLI CALCIO con un bacino di utenza enorme si ritrova a metà gennaio in piena zona Champion e dovrebbe dichiarare “il nostro obiettivo è l’Uefa”?? Con 2 acquisti di rilievo (un centravanti ed un difensore, secondo me) e qualche pedina di rincalzo valida (non Grava, Vitale,Montervino o Pazienza….o Aronica….o Rinaudo…..) è più che lecito con questa posizione in classifica puntare alla Champions e riprendere con gli interessi gli investimenti fatti!!Proprio non riesco a capire la dichiarazione del nostro amato Presidente….sarà un pò d’inesperienza???Voi che ne pensate??? Come sempre, non per critica ma per infinito amore del Nostro Napoli!!! Sempre Forza Azzurri!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here