Fabio Cannavaro chiarisce

0
42

Attraverso il suo Official Website, il capitano della Nazionale Fabio Cannavaro ha voluto chiarire alcuni concetti travisati dal giornalista Valerio Palmieri e pubblicati su ”Chi” in edicola oggi: "Tra l’altro l’affermazione che il film ”Gomorra” leda all’immagine italiana all’estero non è virgolettata e quindi dichiarazioni non attribuibili a Fabio Cannavaro ma ad interpretazioni personali del giornalista. ”Ho visto il film a maggio con tutta la Nazionale al completo a Coverciano ed è un bellissimo film a cui auguro con tutto il cuore che possa vincere l’Oscar, e ho letto anche il libro di Roberto Saviano che ha fatto bene a esporre in modo così preciso e dettagliato fatti che da tempo immemorabile affliggono Napoli e la Campania. Non ho detto mai detto che il film ”Gomorra” possa ledere l’immagine dell’Italia all’estero, la mia voleva essere una difesa nei confronti di chi non ha niente a che fare con la camorra e con quelli che vogliono investire in modo onesto, insomma di tutta la gente per bene che vive in quei territori, e la mia paura è che invece all’estero Napoli e la Campania vengano associate alla Mafia, alla spazzattura e non invece alle tante cose belle che ci sono.” Fabio poi precisa il suo pensiero sui matrimoni gay.. ”Parlando con il giornalista delle differenze tra Italia e Spagna io sottolineavo che gli spagnoli negli ultimi anni hanno fatto passi avanti rispetto a noi italiani e alla domanda sui matrimoni gay introdotti da Zapatero ho solamente espresso il mio pensiero di padre di famiglia che crede nella famiglia tradizionale ma che non ha nessun pregiudizio di chi affronta scelte differenti”. Su Ibra e i miei compagni del Real… ”Con Ibrahimovic sono amico e come lui scherzava quando mi diceva che io ho vinto il mio primo scudetto a 30 anni perchè giocavo con lui, anche io in modo goliardico, come spesso accade tra noi giocatori, poi ho vinto qualcosina lo stesso anche senza essere in squadra con lui …tutto qui…poi che qualche amico e giocatore mi possa dare  del mafioso in modo scherzoso lo posso accettare, non posso accettare che queste cose vengano raccontate e pubblicate in un altro contesto e non più veritiero”. Non dimentichiamo che Fabio Cannavaro all’attività agonistica affianca in modo costante l’impegno sociale dedicato in modo particolare al territorio di Napoli, con Ciro Ferrara ha infatti dato vita nel 2005 alla «Fondazione CannavaroFerrara », una onlus che, come è scritto nel suo statuto, «vuole essere un punto di riferimento sul territorio napoletano per tutti i bambini e minori che vivono situazioni di particolare difficoltà, disagio sociale ed emarginazione » e che due giorni prima di questo Natale ha inaugurato un nuovo centro sportivo a Scampia, e come si legge nella presentazione del progetto «l’obiettivo è contrastare la diffusa cultura  dell’illegalità e dell’emarginazione sociale promuovendo i valori e le pratiche dello sport» e qui sono i i fatti, sempre ce ne fosse bisogno, a parlare per Fabio Cannavaro.

 

Redazione NapoliSoccer.NET – (fonte: www.fabiocannavaro.it)

Condividi
Articolo precedenteChampions o Uefa è questo il dilemma
Prossimo articoloRagazzi, CARICA!
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here