Marino: “Lavezzi e Hamsik restano con noi”

2
29

Il Napoli non ha nessuna intenzione di perdere i propri campioni e la conferma arriva, ai microfoni di Sky Sport 24, da Pierpaolo Marino. "Lavezzi ha rinnovato il contratto sei mesi fa, di un eventuale prolungamento se ne riparlera’ al momento opportuno. E’ un giocatore blindato per 5 anni e so che sta bene a Napoli, ha conquistato la gente con il suo lavoro, la sua bravura e la sua simpatia. Il rinnovo – continua Marino – e’ stato siglato sei mesi fa. Le richieste ci sono, ma se il Napoli non vuole venderlo non si potra’ mai chiudere nessuna operazione. Lavezzi, tra l’altro, non e’ il giocatore che ha avuto maggiori richieste". Il piu’ richiesto, infatti, e’ Hamsik. "Quest’estate lo voleva l’Inter, Branca ha chiamato me e poi Moratti, De Laurentiis. Sanno che il nostro e’ un no definitivo, anche perche’ credo che Hamsik possa diventare una bandiera del Napoli per come si e’ inserito e per quanto ama la citta’". Confermati i campioni, si pensa anche al mercato in entrata. Si parla di un interessamento del Napoli per Barrientos. "Lo conosco da qualche anno, da prima che si trasferisse in Russia, lo avevo visto giocare con Lavezzi nel San Lorenzo – dice Marino -. Ha grandi qualita’ tecniche, ma ci sono un po’ di perplessita’ sulle sue caratteristiche fisiche. Per quanto riguarda gli altri nomi accostati al Napoli, sono nomi che fanno i procuratori, del resto la pubblicita’ e’ l’anima del commercio". Chi potrebbe lasciare Napoli, invece, e’ Bogliacino. "Abbiamo avuto molte richieste e anche serie per lui – ammette Marino -. Per noi, pero’, non e’ un giocatore da mettere sul mercato, e’ un ragazzo che ha dato tanto al Napoli e se qui non si sente valorizzato non lo possiamo trattenere con le catene". Marino e’ tranquillo per quel che riguarda il mercato, un po’ meno per la squadra dopo l’ultima sconfitta sul campo del Torino. "I ragazzi sono tornati dalle vacanze tutti puntualmente. Io, anche un po’ per scaramanzia, li faccio pesare prima della partenza per le vacanze e al loro ritorno, se qualcuno avra’ mangiato qualche panettone di troppo fara’ un po’ di beneficenza che non fa mai male. Comunque – spiega Marino – adesso dobbiamo recuperare qualche discorso interrotto nella partita con il Torino, dobbiamo tornare con i piedi per terra per chiudere bene il girone d’andata e fare bene nel ritorno. Abbiamo ricevuto troppi elogi che forse ci hanno fatto un po’ male, dobbiamo recuperare l’umilta’ giusta. Alla ripresa del campionato avremo una partita difficilissima contro il Catania, una squadra ben messa in campo. Bisognera’ vedere chi avra’ piu’ voglia di vincere e chi ha lavorato meglio durante le vacanze. Speriamo bene perche’ gennaio non e’ il mese di Reja, dobbiamo sfatare questa tradizione. La Champions League? Non e’ l’obiettivo stagionale, piuttosto dobbiamo stare attenti a non scivolare fuori dalla zona Uefa".

Redazione  NapoliSoccer.ET

2 Commenti

  1. Bogliacino potrebbe partire? Certo,visto che Reja lo utilizza ben poco e quando lo mette in campo…. in una squadra molto modificata oppure a 5 minuti dalla fine. Certo l’allenatore lo conosce, lo vede ogni giorno in allenamento,sa se ci sono delle difficolta’ fisiche ma se uno non gioca quando si potra’ riprendere al famoso 100%? Ad ogni modo GRAZIE Reja GRAZIE Marino GRAZIE Presidente GRAZIE Pampa ovunque tu sia GRAZIE Capitano! 5 anni fa eravamo in serie C senza campo senza magliette senza denari senza SQUADRA ed ora vogliono i nostri giocatori….. si fottano…..

LASCIA UN COMMENTO