Mercato: Si apre l’asse Napoli-Firenze. Bloccato il polacco Rybus

0
25

Da oggi Marino sarà nuovamente a Napoli in vista del maxi-ritiro della squadra, del confronto che avrà con gli azzurri dopo la sconfitta a Torino, dell’operazione-peso che verrà fatta al rientro di tutti i giocatori a Castelvolturno. Il dg fa sapere di aver trascorso un periodo di vacanza all’estero in occasione delle festività. Un’amabile bugia del manager che, a parte qualche distrazione natalizia, ha lavorato sodo anche in vista della riapertura del calciomercato. Incontri, sms, telefonate, viaggi con toccata e fuga per evitare «spifferi» sulla sua presenza: il tutto mirato alla campagna acquisti e cessioni del Napoli che sarà legata molto a quanto deciderà il Tas in merito alla richiesta della Wada di squalificare Mannini sino a due anni per il caso-doping che vide coinvolto il calciatore nel 2007 quando vestiva la maglia del Brescia. Marino si è dato da fare su più fronti, il primo dei quali è la scoperto di altri talenti (in pole position c’è il giovane polacco Rybus). Il dg ha anche parlato con la Fiorentina per Pasqual, con il Siena per Galloppa e con il Palermo per Capuano. Tre ipotesi nel caso in cui in settimana dovesse arrivare lo stop per l’esterno sinistro. Ovviamente il dg, quando ha discusso con la Fiorentina, si è soffermato anche su altre possibilità. In entrata e in uscita: l’asse Napoli-Firenze potrebbe portare parecchie novità. Oltre a Pasqual ci sono altri tre calciatori attualmente nell’organico messo a disposizione di Prandelli che sarebbero nel mirino del Napoli: il regista Almiron (che è in comproprietà con la Juventus) e i due attaccanti, Papa Waigo e Semioli. Il Napoli, per averne almeno due (il metronomo del centrocampo, in prestito con diritto di riscatto della metà, e uno dei due attaccanti), metterebbe sul tavolo qualche milione di euro e Dalla Bona con Pià. Marino riflette prima di operare, di investire altri milioni anche perché a centrocampo ci sono Blasi, Gargano e Hamsik che si sono comportati bene sino a questo momento. Almiron darebbe alla squadra una guida, garantirebbe l’uomo in grado di dettare tempi e gioco. Lui, dopo una stagione esaltante con l’Empoli, non ha brillato alla Juve e ora, alla Fiorentina, è chiuso dalle scelte di Prandelli che punta tutto o quasi su Donadel, Montolivo, Felipe. In attacco, soprattutto se dovessero partire Pià (Fiorentina, Salernitana o Avellino), Russotto (Lecce) o Zalayeta (Espanyol), potrebbe arrivare Semioli come vice-Lavezzi o Papa Waigo. Marino non esclude altre soluzioni, in Italia e all’estero. Ed ecco – oltre alle trattative in Argentina – sbucare una nuova pista, una trattativa che porta a Maciej Rybus, nato a Lowicz il 19 agosto 1989, centrocampista del Legia Varsavia, che pare sia stato già abilmente bloccato dal Napoli con un’opzione. In Italia, invece, tiene in piedi un paio di soluzioni con il Palermo per i difensori Dellafiore e Raggi oltre che per il già citato Capuano. Dellafiore e Raggi andrebbero a rendere ancora più competitivo il reparto arretrato di Reja. Da non trascurare la pista che porta a Tissone. Infine, al Napoli è giunta la richiesta del Bari per cercare di avere Calaiò che attualmente è in comproprietà con il Siena. Il club pugliese offre tra l’altro l’opzione di Francesco Caputo, 21 anni, attaccante.

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte Il Mattino

Condividi
Articolo precedenteNuovamente allagato lo stadio San Paolo
Prossimo articoloCalcio: Italia-Irlanda si giocherà a Bari
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO