Guerriglia a Roma. Famiglia salva per miracolo. 9 feriti, uno grave

4
16

A Roma si e’ rischiato che la festa giallorossa si trasformasse in una tragedia. Una donna tunisina e i suoi figli di 9 ed 11 anni sono riusciti ad uscire dall’auto poco prima che si incendiasse, colpita sul lungotevere Maresciallo Diaz, fuori dallo stadio Olimpico, da una selva di petardi e bottiglie durante gli scontri, avvenuti dopo il derby, tra le opposte tifoserie. La donna stava tornando a casa in auto con i suoi figli e si e’ trovata in mezzo alla guerriglia. A soccorrere la famiglia sono stati i vigili del fuoco che hanno spento l’incendio dell’auto. Per gli scontri, all’esterno dello stadio, sono stati fermati quattro ultra’ romanisti. Sette tifosi sono rimasti feriti: tre accoltellati, di cui uno grave ma non in pericolo di vita con una ferita alla gola, sono stati ricoverati al Policlinico Gemelli. Sono invece due i carabinieri che sono dovuti ricorrere alle cure mediche. Per i tafferugli, avvenuti all’interno dell’ Olimpico, prima dell’inizio della partita, sono stati arrestati tre tifosi e due denunciati. Altre scaramucce tra opposte tifoserie sono avvenute anche in altre zone di Roma, come in piazza Vescovio e Ponte Milvio. All’interno dello stadio la tensione e’ cominciata a salire quando ancora le squadre si stavano riscaldando in campo. Dalla curva nord e’ partito un lancio di petardi diretto verso il settore della tribuna Tevere dove si trovavano dei tifosi romanisti, questi ultimi hanno tentato di entrare in contatto con i laziali. E cosi’ la polizia e’ dovuta intervenire formando un cordone protettivo. Contemporaneamente nella curva sud e’ apparso un striscione a sfondo razzista con la scritta ”Laziale non mangia maiale”, che e’ stato rimosso dopo qualche minuto. Sulla tribuna Tevere gli scontri sono continuati per parecchi minuti, soprattutto quando i romanisti hanno tentato di ‘sfondare’ il cordone di poliziotti e venire in contatto con i laziali, ma gli agenti hanno reagito con colpi di manganello per riportare l’ordine. Poi l’arrivo di rinforzi delle forze dell’ordine ha fatto placare gli animi. Subito dopo la fine della partita, a quanto si e’ appreso, un nutrito gruppo di supporter romanisti, con il volto coperto da passamontagna, a poca distanza dallo stadio Olimpico ha atteso l’arrivo dei laziali e li ha aggrediti con bottiglie, coltelli e petardi. Ci sono stati momenti di vera guerriglia con tanto di cestini in cemento divelti e cassonetti bruciati. Tre persone sono state accoltellate, tra le quali uno grave per una ferita alla gola. I tifosi si sono fronteggiati anche su ponte Duca d’Aosta lanciando bottiglie, petardi, coinvolgendo l’auto con la donna con i due bambini. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per spegnere le fiamme. I tifosi hanno bloccato molti mezzi pubblici, pieni di passeggeri. Anche qui le forze dell’ordine sono intervenute con cariche di alleggerimento e i supporter sono stati dispersi. Mentre fuori dall’Olimpico si consumava la guerriglia, in piazza Venezia e a Testaccio, quartiere storico dei tifosi giallorosso, si svolgeva la doppia festa della Roma per aver battuto i laziali e per aver riconquistato il primo posto.
In tarda serata è salito a sette il numero dei tifosi arrestati dopo gli scontri avvenuti al di fuori dello stadio Olimpico, al termine del derby Lazio-Roma. La posizione di un ottavo tifoso coinvolto negli scontri e’ al momento al vaglio del magistrato, che dovra’ decidere sul suo eventuale arresto. I feriti, secondo quanto si e’ appreso, sono quattro; cinque sono gli agenti di Polizia e Carabinieri rimasti feriti negli scontri.
Fonte: Ansa

4 Commenti

  1. Ma ke vuoi ke sia normale amministrazione tanto non succederà niente ai tifosi romanisti e laziale……loro possono fare tutto quello ke vogliono tanto nessuno gli dice niente…..se erano i tifosi napoletani una squalifica per 1 anno allo stadio più sicuramente il divieto di trasferta per 10 anni normale ma andate a c….e va….!!!!…..voi lo scudetto ed il derby del kakkio….una guerriglia…?….mo voglio vedere come si comportano i piani alti…..giustizia voglio giustizia……SEMPRE FORZA AZZURRI…!!!

  2. se i primi a non farsi sentire sono i giornali napoletani ke dobbiamo fare noi?
    io non ci volevo venire piu qui sopra proprio x questo xke su un fatto del genere dovrebbero metterlo grande grande in prima pagina xke non puo essere ke viene punita solo la societa’ napoli.
    le sxxxxxxxe le mettono in primo piano questa NO !!!!!!!
    raffa0673 l’unica cosa da fare………te fa o sange amare e in silenzio e schiatta n’gurp!!!!!!!

  3. Mi associo a quanto dice “raffa”. Voglio proprio vedere come si comportano gli organi competenti, quelli che con Napoli hanno sempre usato il bozoca al posto della frusta.

LASCIA UN COMMENTO