Lavezzi punta al colpo doppio

3
7

Due gol, tutti e due in trasferta ma pure tutti e due senza valore. Praticamente inutili. Il primo all’Inter in una partita finita poi tre a uno per i nerazzurri, l’altro alla Roma, due a uno per Totti e compagnia, che fu pure la partita d’addio di Donadoni. È il grande cruccio di Lavezzi, il quale, è vero, non è mai stato un goleador, ma quest’anno s’era posto – e se lo pone ancora – l’obiettivo d’andare per la prima volta in doppia cifra nella sua carriera da professionista. Intanto, però, dopo undici partite è addirittura un po’ in ritardo – appena appena – anche rispetto alla sua solita media: quella che alla fine fa contare sette, massimo otto gol a campionato. Ma il Pocho non desiste. Non s’arrende. Vuole il gol e lo vuole anche «pesante». Un gol che valga punti per la squadra, anche se i vincoli tattici dettati da Mazzarri, aggiunti alla sua già naturale predisposizione ad inventare più assist per la prima punta che giocate per far gol, lo tengono spesso lontano dalla porta. E se non dalla porta, quantomeno dalla conclusione. Un guastatore, insomma. Uno scassadifese. Un fulmine coi suoi contropiedi lunghi e solitari, ma in quanto a gol il Pocho è praticamente ancora al palo. E questo, sicuramente non gli garba. Perché il gol, si sa, alla fine per un attaccante è l’unico passaporto che permetta di «viaggiare». E Lavezzi sa bene dove vuole andare a metà del 2010. Sudafrica, Mondiali: questa la sua meta per la prossima estate. E infatti è nei 19 convocati da Diego Maradona anche per l’amichevole del 14 ottobre a Madrid contro la Spagna. Lui, là davanti, assieme a Messi, Aguero, Tevez e Higuain. Che, nonostante i problemi della Seleccion, resta una compagnia davvero niente male. E per poco il Pocho non s’è ritrovato a Napoli, al San Paolo, avversario dell’Italia. La società che organizza le amichevoli per la Seleccion, la World Eleven, aveva infatti contattato la Federcalcio per organizzare un altro match dopo quello contro la Spagna, ma la Figc ha dovuto rifiutare avendo già predisposto un altro calendario. E a Madrid in porta, erede di Carrizo, ma pure lui portiere ancora in prova, l’Argentina avrà Mariano Andujar. Proprio lui, il portiere del Catania, l’amico di «camiseta» che il Pocho proverà a «bucare» domani pomeriggio prima di volare assieme in Spagna. Amici contro, insomma, anche se i destini argentini di Lavezzi e di Andujar non si sono mai incrociati. Il Pocho, infatti, era già andato via da due stagioni (al San Lorenzo) quando il portiere mise piede all’Estudiantes. Roba d’altri tempi. Questi moderni e napoletani raccontano invece d’un Lavezzi che dopo aver ritrovato la serenità ora va a caccia di centri personali. Al resto il Pocho ora non vuol pensare. E quando di dice «resto», nonostante i silenzi dopo la tempestosa estate scorsa, si dice soprattutto rinnovo del contratto e aumento dell’ingaggio. Discorso che Lavezzi ha congelato avendone aperto un altro con Mazzarri. Buono, infatti, il feeling tra il Pocho e l’allenatore che non gli ha fatto pesare – ovvero niente multa – neppure quel giorno di ritardo con quale rientrò a Castelvolturno dopo l’ultima partita in Nazionale.

Redazione NapoliSoccer.NET – fonte: il mattino

Condividi
Articolo precedenteLa Martos ha preso il play: Wood, ex Cantù
Prossimo articoloMazzarri: “A Catania sarà un esame importante”
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

3 Commenti

  1. a me quel casinaro ,fuori e dentro il campo, sta bene cosi’ ! nun glie fa capi’ niente ai compagni e agli avversari ! nun vede la porta e…allora ?!? Le sue ripartenze ,ora se chiamano cosi’ , rompono qualsiasi difensore ,ma proprio fisicamente : ho visto solo quel greco del genoa stargli al passo se no gli altri sono costretti al fallo e il sig. delaurentis (n/s amatissimo e preziosissimo presidente) dovrebbere richiedere una maggiore protezione x il nostro (e guai chi me lo tocca) scugnizzo arghentinos !!!! vuole piu’ soldoni e allora….se continua cosi’ se li merita ! se un attore aumenta gli incassi del films…il produttore a fine lavorazione gli aumenta l’ingaggio se lo vuole rivedere in un prossimo futuro set o non funziona cosi’… mediti mediti e rirmediti sig.delaurentis ! FORZANAPOLISEMPREeCOMUNQUE !

  2. grande lavezzi sei un grande peccato che per fare i tuoi bellissimi giochetti hai perso molti palloni contro il catania… kmq sei e sarai semrpe un grandissimo giocatore… ricorda che napoli ti AMAAAAAAAA ciao e semrpe solo forza NAPOLI”!!

LASCIA UN COMMENTO