Max Rosolino, mister 60: «E la serie non è finita qui»

0
28

Adesso è cifra tonda. Massimiliano Rosolino ha conquistato ieri a Rijeka, nel corso dell’ultima giornata dei campionati europei di nuoto in vasca corta, la sua medaglia numero sessanta, obiettivo di grande prestigio che sembrava irraggiungibile. Un’impresa incredibile realizzata grazie alla conquista del bronzo nella gara dei 200m stile libero con il tempo di 1’43”52, a soli due decimi dal suo primato personale, che si aggiunge all’argento di giovedì scorso nei 400m.  A trent’anni, quindi, il campione napoletano del Circolo Posillipo non smette di stupire ed anzi rilancia ancora le sue ambizioni: “Con questa medaglia mi sono finalmente tolto un peso – ha scherzato a fine gara Rosolino – adesso che ho fatto cifra tonda posso cancellare tutto e ripartire da zero. Per me è sempre bello gareggiare, sono venuto qui per fare bella figura e sono riuscito a venirne fuori a testa alta. Quasi mi dispiace che le gare siano già finite”.  Ed è subito il momento di pensare ai progetti per il futuro: “Domani parto per qualche giorno di vacanza a Miami con mia madre – ha spiegato – ma poi tornerò ad allenarmi in vista delle prossime gare”. Il grande obiettivo sono i Mondiali in programma a Roma il prossimo luglio, davanti al pubblico di casa.

Fonte: Leggo

LASCIA UN COMMENTO