Marino: “In futuro cresceremo ancora”

0
24

Il dg del Napoli Pierpaolo Marino è intervenuto a Rai Radio Anch’io Sport. Ecco quanto dichiarato dal direttore: “È un piccolo miracolo. Non so cosa ci sta capitando. Ci sono dei giocatori bravi e un tecnico esperto. Ma la nostra è una favola. Abbiamo pensato a migliorare, a far crescere il Napoli gradino per gradino. I risultati premiano il nostro progetto oltre le aspettative. Il Napoli doveva tornare su certi livelli, anche se lo sta facendo con caratteristiche diverse rispetto al passato. Noi e l’Udinese siamo la squadre più giovani del campionato. Cerchiamo di stare in alto, anche se siamo un po’ un intruso in questo momento”.
Marino è sicuro che la squadra crescerà ancora, tenendo conto dell’età media della squadra: “È vero che l’età di capacità di un giocatore si è allungata. Però dopo i 30 anni il giocatore va amministrato perchè non ha più quello smalto che caratterizza il periodo tra i 20 e i 30 anni. Questa è la prima considerazione valida per noi. Poi vedo la preparazione atletica del nostro staff, che è sempre aggiornata con i tempi. Stanno facendo qualcosa di innovativo e vanno a loro i complimenti. Noi abbiamo iniziato la stagione il 3 di luglio e molti dicevano che adesso saremmo calati”.
Detto questo la speranza è anche nel fattore economico. Se per ora gli investimenti sono stati tutto sommato ridotti, in futuro le cose sono destinate a cambiare: “Il calcio però sta cambiando. Guardate cosa ha fatto l’Hoffenheim in Germania, che si è laureato campione d’inverno con il Bayern Monaco, o cosa succede all’Hull City in Inghilterra. È un calcio che sta cambiando perché si va sempre più verso un progetto aziendale e sempre meno verso il mecenatismo. Noi comunque abbiamo il quarto bacino di utenza italiano e i nostri fatturati cresceranno. Per i rinnovi contrattuali quindi siamo molto sereni. I giocatori sono tranquilli e il presidente può garantire economicamente. Tutto resterà in equilibrio. Non dovremo rinunciare a raccogliere quanto stiamo seminando ora. Investiremo ancora in giocatori che andremo a scovare per dare competitività in rosa”.
Intanto, Marino resta con i piedi ben piantati a terra, per non illudere i tifosi: “Non è nei nostri progetti la qualificazione in Champions. Vorremmo tornare a giocarci la Uefa. Però ce la giochiamo domenica dopo domenica, tenendo conto del fatto che dietro abbiamo la Fiorentina e la Roma. Non carichiamo la squadra di grandi responsabilità perché non reggerebbe. Se poi nelle ultime giornate dovessimo trovarci lì un po’ per merito nostro e un po’ per demerito altrui, ci proveremo”.
 

Redazione NapoliSoccer.Net

LASCIA UN COMMENTO