Un super Napoli annichilisce il Lecce

2
25

Le pagelle di Napolisoccer.NET: Napoli-Lecce
Iezzo
: poco impegnato si mette in mostra in una sola occasione dimostrando di essere comunque concentrato. 6
Cannavaro
: è sicuramente uno dei migliori in campo. Puntuale nelle chiusure ed arcigno nella marcatura non lascia nessuno spazio agli attaccanti leccesi. 7
Rinaudo
: si posiziona al centro della difesa e ribatte ogni pallone che arriva dalle sue parti. Oggi la sua fisicità si sente eccome, gli attaccanti salentini non sono mai riusciti a superarlo. Sul gioco aereo vince tutti i contrasti qualche passabile imprecisione negli interventi ravvicinati ma in generale partita più che sufficiente. 6,5
Contini
: dei difensori è quello che si è visto meno, ma l’impegno non è mancato perchè ha svolto un lavoro oscuro ma remunerativo per tutta la squadra, sacrificandosi nel coprire anche dove Mannini, per ovvie ragioni, poteva essere in difficoltà. 6
Maggio
: poderoso nelle ripartenze, entusiasmante negli affondi straripante nell’uno contro uno; riesce sempre a superare il suo marcatore e la superiorità numerica che conquista consente al Napoli di manovrare in agilità. Enorme è il suo apporto alla manovra azzurra, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. E’ un giocatore in piena maturazione che a Napoli ha trovato ambiente sano e giusta dimensione per puntare ad importanti traguardi. 7,5
Blasi: diligente tatticamente, dimostra di essere indispensabile per il gioco partenopeo. La sua grinta e la sua tempestività spezzano le manovre avversarie e consentono al Napoli di ribaltare il gioco con repentine azioni sulle corsie laterali. 6,5
Gargano: poche imprecisioni e tanto costrutto in estrema sintesi questo è il Gargano di stasera. Assieme ai compagni di reparto gioca una gara all’insegna del sacrificio e della grinta. Vince il duello con Giacomazzi dimostrando di essere uno dei centrocampisti più forti del campionato. Tenta anche la via del gol ma un miracoloso intervento di Benussi gli nega la giusta soddisfazione. 7
Hamsik: segna il settimo gol in campionato e gioca una mezz’ora di buona levatura tecnico-tattica poi è costetto ad uscire per un dolore muscolare. Sperando che non sia nulla di grave un plauso al bravo Marekiaro. 6
Mannini: è un indomabile furetto che impazza sulla corsia sinistra. Gioca una partita perfetta alternando intelligentemente tambureggianti azioni offensive con meditate coperture difensive. Si è calato perfettamente nel ruolo ed è uno dei punti fermi della squadra. 6,5
Lavezzi
: ormai gli aggettivi e le lodi si sprecano ed è difficile commentare tutte le bellissime azioni prodotte dalle sue funamboliche intuizioni. Di certo è l’anima indomita di un Napoli che oggi ha dato spettacolo ma ha anche dimostrato di saper meritare l’attuale posizione in classifica. Se proprio un rimbrotto vogliamo fare all’argentino bisogna limitarsi ad un’amichevole tiratina d’orecchie per l’ammonizione che gli farà saltare la prossima partita, ma è giovane ed esuberante e non sempre riesce a fare "o brave guaglione". 7,5
Denis
: è indubbio che il giudizio sulla gara di un giocatore varia anche in virtù del risultato. Oggi el Tanque poteva portare a casa almeno una doppietta e rubare gli onori della cronaca a tutti ma, vuoi per la bravura del portiere vuoi per la sua imprecisione (di certo non dettata dalla fretta di concludere), si è dovuto accontentare di un solo gol, chissà quante gli sarebbero state dette con un risultato non così favorevole al Napoli. E’ comunque bravo a far salire la squadra ed a farsi trovare al posto giusto anche se in alcune circostanze ha dimostrato poca confidenza nei fondamentali. Va bene così, l’importante è gonfiare la rete (avversaria). 6,5

Sostituzioni
Pazienza: subentra a freddo ma si inserisce subito ed alla perfezione negli schemi e nel gioco dimostrando di essere uno dei giocatori che merita il posto da titolare. Segna la rete del raddoppio ma appare poco felice (?!?) per il suo primo gol in serie A… come mai? 6,5
Aronica: entra per dar man forte alla difesa ma soprattutto per dare un pò di riposo allo sfiancato Mannini. Si disimpegna benissimo e si prodiga anche in una lunga sgroppata offensiva, lontano dalle zone che normalmente frequenta per ruolo e caratteristiche. 6
Zalayeta: poco tempo per il panterone che vorrebbe aggiungere la sua firma. SV

Allenatore Reja: il Napoli ha ripreso a correre ed a giocare al calcio dopo un periodo di appannamento generale. Da buon navigatore ha tenuto saldo il timone durante la breve ma intensa burrasca serrando le fila della squadra e chiedendo ai giocatori impegno e disciplina. Vince il confronto con il suo dirimpettaio senza lasciargli nessun tipo di scappatoia. Ha preparato bene la partita e tutto è filato per il giusto verso. Ottime le manovre sulle corsie laterali così come i continui cambi di gioco che hanno creato sempre problemi alla lenta ed affannata retroguardia leccese. Complimenti mister, il Napoli di notte è qualcosa di veramente eccezionale. 7

Gianni Doriano

Condividi
Articolo precedenteMarino: “A questo Napoli manca solo un giocatore: la personalità”
Prossimo articoloPer Hamsik probabile contrattura al retto dell’addome
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

2 Commenti

  1. Denis pero dovrebbe ricevere più palle dagli esterni…se vogliamo vederlo fare tanti goal bisogna fargli piu cross e piu passaggi,proprio come con la reggina….Peccato per il suo secondo goal sprecato.Cmq al contrario di quello che forse si pensava inizialmente credo che anche sta volta Marino abbia indovinato l’acquisto…

  2. Sono d’accordo. Preferisco vedere Denis in campo al posto del panteron, che è più un attaccante-difensivo (come piace a zio Reja). Sarà stato sfortunato, ma in tantissime azioni lui stava sempre piazzato al posto giusto, ha il senso del gol!
    Lasciamolo crescere, ma in campo!

LASCIA UN COMMENTO