Bigon: “Si pensa solo alla finale di Coppa Italia”

4
58

bigon_apr2012

Il direttore sportivo del Napoli, Riccardo Bigon, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport 24, di seguito sintetizzate da Napolisoccer.NET: "Cessione Lavezzi? Non c'è risposta a questa domanda in questo momento. Il PSG non sembra intenzionato a pagare la clausola, diversamente ne saremmo a conoscenza. Inter? Nulla di definito c'è solo una trattativa in fase embrionale. Siamo in corsa per la finale della Coppa Italia e non possiamo pensare al mercato, Lavezzi è un calciatore che piace a molte società ed ha una clausola che non esclude la possibilità di eventuali trattative ma per giocatori del suo calibro è impossibile parlare di sconti. I fischi di domenica? Il tifoso va capito, sarà stata una reazione come quella di un innamorato che vede la fidanzata che sta traballando. Lavezzi è tranquillo, parlo con lui tutti i giorni e questa è la mia percezione. A Napoli sta benissimo ed in 5 anni ha dato veramente tanto a questa società, è un idolo della tifoseria e già nella prossima partita tutti saranno con lui. Di notizie se ne sentono troppe e dovremmo passare giornate intere per smentire tutte quelle che escono. Quella di un incontro con Moratti sarebbe grave, ma il ragazzo si è sempre comportato da grande professionista e quindi il problema non è nostro. Giovinco erede di Lavezzi? Non cerchiamo eredi perché nessuno sta andando via. Quella di Giovinco è una speculazione giornalistica. Insigne? E' giovane e non bisogna sbagliare, sarebbe grave per il suo percorso di crescita. Se ci sarà spazio nel Napoli si può vedere, diversamente sarebbe inutile non farlo crescere come si deve. Mazzarri? Ha un contratto che lo lega al Napoli e ha detto di stare bene qui e di voler continuare a lavorare. Niente champions? Il Napoli continuerà il suo processo di crescita, la società è giovane ed importante continuare a consolidarsi a certi livelli, il nostro obiettivo è quello di restare in alto. Pandev? E' un giocatore forte e quelli come lui sono sempre i benvenuti. Bisogna discuterne con l'Inter e capire che possibilità ci sono di trattenerlo. Vargas? E' un calciatore giovane che arriva da un paese calcisticamente diverso. Ricordo che Sanchez, a Udine, ha impiegato 3 anni per raggiungere certi livelli. L'ambientamento dei giocatori è complicato e bisogna avere pazienza". 
 
Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteHamsik: “Faremo di tutto per vincere la Coppa Italia”
Prossimo articoloRadio Marte lancia nuovo inno per il Napoli
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

  1. bigon bigon avete rotto le scatole con sto percorso di crescita …i calciatori s’enn fatt viecch!!!!! ma chi volete prendere per le kiappe …andiamo bigon!!! la rubentus ne è un esempio !! la loro società è seria , ma la nostra è composta solo da clown , ecco la differenza!!! …e vi dirò che perderemo pure domenica, solo San Gennaro può aiutarci se vuole e se nn ha niente di meglio da fare !! 63 mln di euro spesi per tentare di vincere qualcosa ma letteralmente buttati nel cesso nn ti dicono nulla !????…un consiglio , cercate di fare meno chiacchiere voi della dirigenza e prendete esempio da agnelli , marotta e co…avete rotto le scatole!! quest’anno ne perderete di abbonamenti stadio e pay tv …geni!!!!!

  2. Carissimo Bigon, forse avresti fatto meglio a tacere visto che sull’affare Lavezzi tutta la dirigenza del Napoli ha taciuto e tace tutt’ora.
    Sono sicuro che per il prossimo campionato ci riproporrete ANCORA Campagnaro, Cannavaro, Aronica ecc..ecc…e, cosa ancora più deleteria, ci riproporrete ANCORA quel genio di Mazzarri. Bravi!!!!
    Domenica, quella squadra di “gobbi e frequentatori di farmacie” ci darà un’altra lezione di calcio e voi (dirigenti e allenatore) direte che è ugualmente un successo della crescita e che per il Napoli è importante stare in alto.
    Ma noi quand’è che vinciamo qualcosa????

  3. Agnellino è la FIAT…..la Rubentus era in rosso di tantissimi milioni di euro….i soldi sono stati coperti dalla casa torinese……al punto che l’amministratore delegato S.G. si era arrabbiato con elkann……hanno investito milioni di euro poi gettati al vento con ingaggi sontuosi …IAQUINTA, AMAURI, MELO, DIEGO, KRASIC, POULSEN, GROSSO, solo per fare alcuni esempi…..quindi parlare di modello rubentus è ancora presto……in fondo basta chiudere stabilimenti ITALIANI , lasciare i lavoratori a spasso o in cassa e con il ricavato da ingaggi alti ai giocatori…..

    ai giocatori del NAPOLI dico noi amiamo la maglia come poche tifoserie al mondo , quindi se vogliono giocare per gli ingaggi alti e sontuosi vadino altrove, il mio sogno è quello di vedere sempre il NAPOLI in serie A e non quello di fare due campionati da leoni e poi sparire di nuovo in serie C.

    Alla società dico solo vendete chi non vuole più rimanere ma solo con cifre e soldi in contanti, IL MAZZO IN MANO LO AVETE VOI , chi li vuole deve pagare….ACCA’ NISCIUNE E’ FESSO…

    MA MAI NESSUNO ALLA RUBENTUS…….

    forza NAPOLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here