De Laurentiis: “Non appartengo ad un mondo cafone e smargiasso dove non si da valore ai soldi”

15
67

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, intervenuto in sala stampa ha commentato l’incontro degli azzurri sul Siena: “Io non ho sofferto, assolutamente. Guardavo, scrutavo e aspettavo. Poi quando è cominciato il secondo tempo pensavo che la formazione si fosse uniformata a quelle che erano le esigenze. Invece abbiamo aspettato i soliti 20-25 minuti prima di cambiare qualcosa ed essere più offensivi. Quando ho visto che finalmente andavamo avanti con tre punte ho detto ‘allora vuol dire che ora attaccheremo’ ed abbiamo visto i bei gol di Maggio e Denis. Se compriamo degli attaccanti e delle ali per attaccare ed andare in gol e poi non le facciamo giocare allora è normale che non segniamo. Il Siena poi è una squadra forte che ha avuto anche fortuna con un portiere che ha fatto delle ottime parate. Noi dovevamo uscire da questo mese novembrino, non dico iettatore, ma in linea con la sua grigiosità. Ci dobbiamo preparare dei doni per questo Natale di recessione, che almeno i gol ci consolino. Ora abbiamo delle partite non impossibili e speriamo che la concentrazione ci aiuti a portare a casa i risultati, ma perché dobbiamo andare in champions ma perché dobbiamo vedere crescere i nostri giocatori. Devono scendere in campo sempre per giocare al massimo anche quando la forma non è al top. I nostri la devono smetterla di prendere ammonizioni per stupidità. E poi una volta che ti sei preso l’ammonizione, a torto o non a torto, non c’è ragione di andare lì a protestare. I nostri giovani spesso ci cascano ma questo difetto ce l’ha pure qualcuno che non ha più la tenera età di 20 anni. Se uno vuole diventare un grande deve diventarlo anche sotto questo punto di vista”.
“ Noi facciamo il nostro campionato – continua il presidente – noi siamo il Napoli. Dobbiamo comportarci ai massimi livelli, far crescere la squadre e fare ancora degli acquisti importanti. Aspettiamo che i tempi cambino e diventi tutto più coinvolgente e gratificante. Quando hai vinto un campionato italiano cosa ti cambia? Che facciamo una nottata di festeggiamenti? Noi dobbiamo ambire a qualcosa di più. Dobbiamo essere grandi negli atteggiamenti ed aspettare quando arriveranno momenti diversi, perché, se non ve ne siete accorti, il mondo sta cambiando”.
Il presidente quindi commenta le voci venute fuori sugli adeguamenti contrattuali: Io ho rapporti con i giocatori e non con altri che li rappresentano. La trattativa quando si è consolidata è un contratto bilaterale e non unilaterale, perché nessuno gli ha puntato una pistola. Al di la degli Arabi, per i quali il denaro non costa nulla, vedo che anche club tra i più importanti hanno grossi problemi. I problemi non si risolvono andando a rubare i giocatori da altre squadre, andando a sfrugugliare il pasticciotto, come si dice a Napoli. Bisogna amare le cose giuste, le cose concrete, ed il fatto che in un momento di recessione mondiale uno possa considerare poco guadagnare l’equivalente di 200 milioni netti al mese lo trovo intollerante. A me non interessa che qualcuno offra di più ma il fatto che ho un contratto. Anche nel cinema, ci sono dei contratti con gli attori, che non si sognano di rompere. Poi ci sono delle penali e tutto un mare di problemi. Io ho lasciato un mercato cinematografico, che era quello americano, dove con un film potevo anche incassare un miliardo di dollari e sono venuto in Italia dove guadagno sicuramente di meno ma perché ho fatto una scelta per seguire questa squadra. Ora è importante che anche gli altri rispettino i loro impegni, se siamo in una società civile. Non appartengo ad un mondo cafone e smargiasso dove non si da valore ai soldi”.
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella – NapoliSoccer.NET
 



15 Commenti

  1. …….AMEN.
    “”Se compriamo degli attaccanti e delle ali per attaccare ed andare in gol e poi non le facciamo giocare allora è normale che non segniamo””
    “”Quando hai vinto un campionato italiano cosa ti cambia? Che facciamo una nottata di festeggiamenti? Noi dobbiamo ambire a qualcosa di più. Dobbiamo essere grandi negli atteggiamenti””

    Presidente sono senza parole.Anzi una sola:GRAZIE

  2. dal mio modesto parere penso che lavezzi guadagni abbastanza.sono le persone che gli stanno accanto che vogliono cercare di guadagnarci.di conseguenza è stato anche il presidente a metterlo in evidenza che ci sono persone che alla metà del mese non ce la fanno ad arrivare.quindi io dico LAVEZZI i soldi nu so nient accuntient t e stu poc (100 000 EURI AL MESE) STI PAGLIACCIAT E FANN SOL E PROCURATOR TU SEI LA STELLA POLARE DEL NAPOLI.

  3. Ragazzi il Presidente ha ragione ma solo a meta`. Secondo me deve tenere la linea dura fino a quasi fine anno e spiegare ai giocatori che se arriva il traguardo della Champions si possono ritoccare gli ingaggi. E` gia da un anno che lo dico, i calciatori sono dei professionisti con moglie figli familiari e a 30/35 sono finiti i grandi guadagni dunque devono cercare di sfruttare al meglio il momento. Centomila al mese sono veramente tanti io sarei contento di guadagnarli in un anno pero` e anche vero che se Lavezzi va al Real o Milan o Inter o Mancester o Arsenal o West Ham o Roma o Villareal …… 3 milioni .De La lo sa che se lui guadagnava Centomila al mese i film e il Napoli non poteva permetterseli. Il presidente non puo` pretendere di spendere meno di tutti e andare nel Elite del calcio e rimanerci purtroppo queste sono le regole. Riguardo a i contrattti cinematografici i contratti degli attori non durano 5 anni ma 2 mesi i contratti quelli che durano a lungo sono con i manager ma se ti offrono una barca di milioni e romperli costa solo uno la risposta la danno i numeri. Amo questa squadra e ammiro il nostro Presidente ma vorrei dare un caloroso consiglio; non farci scappare il Pocho i suoi agenti chiedono 0,5 milioni all’anno in meno di Boriello.

  4. Dariomusic il discorso è un altro: Lavezzi 2 anni fa ha firmato un contratto per 5 anni quando non era nessuno!! Cioè lui in italia era un perfetto sconosciuto ed ha trovato un club disposto a dargli fiducia per 5 anni a 750.000€ l’anno. Quindi i suoi procuratori furono felici di trovare l’america e firmarono!! A campionato in corso già ci fu un adeguamento a 1.000.000 €. Quindi ora sia lavezzi che i suoi procuratori (soprattutto loro) dovrebbero avere la serietà professionale di ringraziare solo una squadra che gli ha dato fiducia e di rispettare il contratto!! Poi il presidente ha detto che il contratto è una cosa e va rispettato ed i regali sono altri… ed il presidente in quanto a regali ad obbiettivi raggiunti non è mai venuto meno… anche negli anni appena passati.

    E poi la carriera di un giocatore finisce a 30-35 anni ma poi con tutti i soldi che hanno guadagnato, se hanno saputo amministrarli, hai voglia e se ci guadagnano ancora. Catene di negozi, ristoranti, marchi di abbigliamento…. Questi fanno quello che vogliono. Per non parlare di chi poi campa di ospitate in tv o di chi continua nel mondo del calcio!!

  5. in ogni caso penso ke aurelio sara costretto a dei ritocchi se vuole competere con le altre grandi il calcio purtroppo è questo prendere o lasciare,una squadra del genere portera anke dei soldi alla societa….smantellarla sarebbe un peccato e poi a napoli succederebbe una rivolta ed avrebbero ragione. tifo napoli e sono stufo di vedere sempre gli altri trionfare nn ne posso piu teniamoci i nostri gioielli e torneremo grandissimi.

  6. Luigi DM Non dico che ha ragione Lavezzi cosi come non soffro per i calciatori che guadagnano cosi tanto I don’t feel sorry ne per il De Laurentis ne per i vari giocatori Milionari ma piuttosto per tutti quelli che vivono in una casa popolare con 500 Euro al mese di pensione per tutti i malati gravi di tumore per la gente che muore perche` non c’e` acqua nel loro paese e per tutta la gente ricchi e poveri che soffre per davvero. Dico solo che il mondo va avanti cosi.Imporre il contratto a un calciatore anche se firmato volontariamente non ha funzionato con Domizzi e Savini figurarsi con uno che ha gli occhi di mezzo mondo addosso e gioca per la nazionale Argentina.Cosi come un allenatore puo decidere di non far giocare mai un calciatore vedi Dalla Bona un calciatore puo` trovare mille maniere per non presentarsi agli allenamenti non giocando piu` vedi Ronaldino. Il mio messaggio non e` un messaggio di giustizia non cerco giustizia sociale nel calcio per quella ci sono cose molto piu serie come la disoccupazione e gli stipendi bassi e gente come i vari presidenti piena di soldi…. tornando al calcio chi vince scudetto champions league ha giocatori strapagati e io voglio un napoli che vince.
    Il discorso di dire “non era nessuno” non fa senso tutte le carriere si incominciano da zero.Se il DeLa non puo permettersi certi stipendi deve vendere come fa L’Arsenal e continuare a investire e cercare i giovani cosa in cui Marino e` uno specialista. Sai come sono inc….ati gli argentini brasiliani e urugaiani che si vedono sfuggire tutti i loro migliori perche` i loro presidenti non si possono permettere gli stipendi che si pagano qui, pero non mi sembra che nessun tifoso del Napoli si scandalizza per questo anzi tutti contenti. Imporre i contratti gia` firmati servira` solo a destabilizzare la squadra le dichiaraziononi che fa il presidente servono ancora meno. Quello che serve e dire ai manager di Lavezzi “Io ho un contaratto questo e quello che posso pagare se tu hai una squadra che puo pagare di piu assicurati prima che possa pagare a me 35milioni per il cartellino.E con quei soldi ritoccare gli ingaggi di chi non vuoi far partire e comprare ancora. Per il resto bravo Presidente Bravo Marino e Forza Napoli!

  7. Vorrei ricordare che il mio precedente commento incomicia dicendo che i DeLaurentis fa bene a tenere la linea dura fino a fine campionato ma poi ci sara` da fare diverse valutazioni.

    Da Londra Un Saluto a Luigi DM e a tutti i Napoletani!

  8. AVANTI PRESIDENTE ! NON MOLLARE MAI. POCHO, GARGANO E TUTTI GLI ALTRI, SIETE NEI NOSTRI CUORI, MA NON ESAGERATE, IL NAPOLI VI HA DATO VISIBILITA’ E NOTORIETA’. E’ VERO CHE OGNUNO CERCA DI GUADAGNARE IL MASSIMO, MA DATEVI UN LIMITE, PERCHE’ COME DICE IL NOSTRO GRANDE PRESIDENTE, “SE NON VE NE SIETE ACCORTI, IL MONDO STA CAMBIANDO”. E, COMUNQUE, IL NAPOLI RESTA, GLI UOMINI PASSANO…

  9. D’accordo con Dariomusic in toto, anche se non ha il dono della sintesi!.
    Lavezzi ha sbagliato a chiedere un aumento dell’ingaggio a metà campionato ma il Presidente non può pensare che, dato che c’è la fame del mondo, la recessione, etc., i calciatori meritevoli non vadano “accontentati”.
    Come in tutte le cose è necessaria una valutazione, a valle della quale (fine campionato) definire l’incremento/aggiustamento dell’ingaggio.
    Per il resto noi napoletani tifosi dobbiamo essere più “professionali” e non pensare che basta il “senso di appartenenza” alla squadra ed all città. Fabio Cannavaro, NAPOLETANO, alla fine tutto questo senso di appartenenza non l’ha avuto e se ne è andato via ma soprattutto non ci pensa proprio a tornare!

  10. sono seriamente preoccupato per sta cazzo di situazione…De Laurentis un grande..ma non esageri….non possiamo permetterci il lusso di perdere un certo Lavezzi…Oltre al caos che si scatenerebbe a Napoli,penso che sia anche un vero guaio per il campionato…

  11. anch’io concordo pienamento col presidente:”…se siamo in una società civile. Non appartengo ad un mondo cafone e smargiasso dove non si da valore ai soldi”.

    Puro riferimeno ai magnati russi, arabi e a quel caxxone di Moratti che non da nessun valore ai soldi e continua a sperperare da anni. Questo sono la rovina del calcio. Bisogna ridimensionare il calcio e unsegnale forte deve arrivare porpio dai presidenti come il nostro Aurelio. Anche la Juve e la Roma sono della stessa politica.
    Se poi, come dice giustamente Aurelio, se uno preferisce andare in Inghilterra o altrove x prendere + soldi, che se ne vada pure! Primo xè di giocatori, talenti se ne possono trovare almeno altri 10; secondo, il Napoli non si discute ma si ama! se un giocatore come Lavezzi decidesse di andare via subito da Napoli sarebbe ripudiato a vita dal popolo partenopeo, dimostrando di essere un mercenario. Io, personalmente, non voglio mercenari ma preferisco gente attaccata alla maglia!
    S epoi nei prossim ianni (speriamo di no…) il Napoli non dovesse raggiungere o migliorare i propri obiettivi allora il giocatore ha anche il diritto di replica.
    ma ad oggi, il pocho come hamsik devono ringraziare Napoli e i napoletani!!!

  12. Ringraziare il napoli e i napoletani e una cosa che tutti i giocatori del napoli fanno sempre. E delaurentis che nion dice la verita` lui ha speso 5 e si trova in mano 25 meno 2 d’ingaggio in 2 anni possiamo tranquilla mente dire che la ditta napoli(DeLaurentis) ha guadagnato sol con l’acquisto senza contare diritti d’immagine e vendite dei biglietti ma sopratttutto posti un classifica 18 milioni di Euro in 2 anni.

    Forse un bel grazie in televisione a Lavezzi e hamsick ma in particolare Marino per far salire il valore della squadra dovrebbe farlo.

  13. cari ragazzi avete ragione, ma se nel calcio esistono delle regole, e oggi sono queste, non si possono cambiare! 1) perchè tutti ormai vanno in questa via, cioè pagare e viziare i propri calciatori e procuratori2)perchè c’è gente troppo potente che ostacola di cambiare le regole del calcio, e farle diventare come vuole de laurentiis! purtroppo queste leggi esistono e nn si possono cambiare, quindi un calciatore vede che lo stipendio è quello mentre invece ad altre parti non è così ,e se ne va in un’ altra squadra guadagnando di più! de laurentiis e marino cacciat’ e sold!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here