Posillipo ko alla Scandone contro il Recco

0
32

POSILLIPO – RECCO 5-10 (2-3; 1-3; 2-1; 0-3)

POSILLIPO: Negri, Janovic, Mattiello, Buonocore, Scotti Galletta, Bertoli, Gambacorta, Gallo 1, Baraldi 1, Zlokovic 1, Saccoia 1, Varga 1, Antonino ne. Allenatore: Silipo.
RECCO: Tempesti, Presciutti 1, Madaras 2 (1 rig), Mangiante 2, Felugo 1, Di Costanzo 1, Angelini, Figari, La Penna 1, Udovicic 2 (1 rig), Jokic, Bencivenga. Allenatore: Porzio.
ARBITRI: Paoletti – Riccitelli
NOTE: usciti per tre falli Janovic e Buonocore. Superiorità numeriche: Posillipo 3/10, Recco 3/9. Spettatori 400 circa. Nel secondo quarto, Tempesti ha parato un rigore di Scotti Galletta.

Per tre tempi si vede un bel Posillipo, che tiene testa alla corazzata Recco nel gioco e nel risultato. Poi, la panchina lunga e la maggiore esperienza dei liguri piazzano il break nell’ultimo parziale che consente agli uomini di Porzio di portare a casa la vittoria.  Bel primo tempo dei padroni di casa, che aprono le marcature con Saccoia e per due volte sfiorano il raddoppio con conclusioni neutralizzate da Tempesti. Poi, dopo il pareggio di Felugo, gli ospiti piazzano due controfughe che Di Costanzo e La Penna finalizzano: Posillipo penalizzato dai due falli iniziali di Janovic ma comunque ancora in partita perché Baraldi spedisce in rete un’azione in superiorità veloce e spettacolare.  Nel secondo quarto cambia l’inerzia del match, a favore dei liguri. Tanti, troppi gli errori dei ragazzi di Silipo: fretta e inesperienza macchiano tre azioni consecutive tutte con l’uomo in più e così dopo la rete di Gallo (3-5) sfuma la possibilità di riavvicinarsi ulteriormente agli avversari. Anche perché Scotti Galletta si fa parare un tiro di rigore da Tempesti. Peccato, perché il Posillipo nuota alla pari e segna le reti più belle ma inciampa in disattenzioni che puntualmente paga a caro prezzo. I rossoverdi producono il massimo sforzo nel terzo parziale. E’ straordinaria l’intensità di Gallo e compagni: Negri neutralizza quasi tutto,Varga trova il varco giusto in superiorità e Zlokovic indovina il contropiede perfetto: un solo gol sotto, 5-6. Ma come già accaduto nel secondo round, proprio nel momento decisivo, i napoletani non concretizzano palloni decisivi e il Recco allunga con il minimo sforzo grazie alla doppietta di Udovicic e ad alcune decisioni arbitrali molto dubbie: alla fine Paoletti e Riccitelli scontentano entrambe le squadre, dando l’impressione di non essere totalmente all’altezza di un match così importante. Il Recco così solo nell’ultimo tempo con un parziale di 3-0 mette il risultato al sicuro.
<Sono contento a metà – ha detto detto Silipo a fine gara – soprattutto all’inizio non abbiamo giocato bene. Troppi errori in attacco, abbiamo consentito agli avversari di stare sempre avanti. E’ mancata la decisione sotto rete, avrei preferito vedere i miei giocatori più motivati dalle parti di Tempesti>.

C.N. Posillipo

 

Condividi
Articolo precedentePiacenza, ipotesi Amodio
Prossimo articolo“Scherzi a parte” per Lavezzi, il complice è Cannavaro
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

LASCIA UN COMMENTO