Gianluca Di Marzio svela l’esterno sinistro seguito dal Napoli

1
35

Un turbo… solido. Così si può definire Filipe Luis, esterno mancino dell’Atlético Madrid fresco campione di Europa League. Su di lui ha messo gli occhi il Napoli, lo ha monitorato. Per il gioco di Mazzarri, sarebbe un profilo molto interessante. Filipe Luis, classe 1987, è brasiliano con passaporto comunitario (italiano) e con un passato al Castilla, la succursale del Real Madrid. Cresciuto nella Figueirense, Filipe viene acquistato dal Rentistas e provato in prestito all’Ajax nel 2004 senza successo, così lo prende il Real. La formula è sempre quella del prestito, Filipe al Castilla gioca oltre 35 partite, l’esterno sinistro che conosciamo oggi prende forma. Il Rentistas ha tante richieste, nel 2006 ancora un prestito, questa volta l’opportunità è quella giusta. Il Deportivo La Coruña ci scommette, Filipe non esplode al primo colpo. Ma al Depor lo tengono, ci scommettono ancora e nel 2007-2008 il brasiliano si rende protagonista di un’annata memorabile. Riscatto del cartellino e quinquennale per lui. Filipe fino al 2010 cresce, matura e diventa uno dei laterali mancini più importanti della Liga. E detiene un record: nel 2008-09, da assoluto titolare, è stato l’unico giocatore di movimento della Liga a giocare tutte le 38 partite del campionato. Continuità, colpi importanti: Filipe fa le due fasi, difensiva e offensiva, senza problemi e ha facilità di cross e di tiro. Se ne accorse anche il Barcellona, che fece una proposta da 10-12 milioni di euro. Il presidente Lendoiro non volle vederlo, solo nel 2010 si arrese alla corte di mezza Europa: la spuntò l’Atlético Madrid, per 12 milioni di euro più altri 2 milioni di bonus. Un investimento che nel primo anno non ha fruttato quanto si auspicava, perché Filipe nella scorsa stagione ha vissuto di alti e bassi. Poi, quest’anno il riscatto, coronato dalla vittoria dell’Atlético in Europa League. Nel suo curriculum, anche una presenza con la Seleçao brasiliana. Filipe ha sempre giocato come esterno nei 4 di difesa a sinistra, ha piede e passo, sa spingere e difendere. Proprio come piace a Mazzarri…
Fonte: gianlucadimarzio.com

1 COMMENTO

  1. A MAZZARRI( come si vede) nn piace nessuno sotto i 28 anni,SE NE DEVE ANDARE,ha fatto SPERPERARE DECINE DI MILIONI FACENDO AQUISTARE GIOVANI(O LUI NN SA NIENTE DELLE TRATTATIVE DELLA SOCIETA’?)che poi LUI HA SISTEMATICAMENTE BRUCITO faccio l’elenco tutti i giorni,SE NE DEVE ANDARE,SE NE DEVE ANDAREeeeeeeeeee!

LASCIA UN COMMENTO