Game Over – Iacobelli: “Per la champions c’è bisogno di un miracolo”

2
111

gameoverAppuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi sull'ultima partita del Napoli, curata da mister Agostino Iacobelli per NapoliSoccer.NET.   
Nel giorno del trionfo bianconero il Napoli saluta definitivamente la Champions. Ormai non si parla più di statistiche, ma di miracolo. Solo una sconfitta dell' Udinese e una non vittoria della Lazio riaprirebbe la questione: fantascienza.

Peccato perché eravamo padroni del nostro destino, eravamo certamente la squadra favorita fino a qualche giorno fa, ma adesso tutto è andato in frantumi. Tutto per una sfortunatissima trasferta a Bologna. Parliamoci chiaro, una squadra che vuole andare in Champions deve vincerle le trasferte in casa di avversari già salvi, ma tre traverse e i miracoli di Aiardi non sono di poco conto. Dal punto di vista tattico anche questa volta sono state fatali le ripartenze, visto che la partita è stata fatta dagli azzurri. Dobbiamo però anche dire che in certi momenti il Napoli è stato abulico, senza mordente. La forma fisica è andata sempre più scemando. Sulle fasce Zuniga e Maggio non hanno mai saltato l' uomo, Gargano e Inler sono incappati in una giornata disastrosa. La difesa ha concesso veramente troppo alla squadra di Pioli. Complimenti comunque anche al Bologna. Forse Mazzarri avrà esagerato definendola la sorpresa del campionato (a mio parere su tutte il Catania di Montella), ma comunque i felsinei, con l' arrivo del mister parmigiano hanno trovato una solidità che ha messo alle corde un po' tutte le grandi.

Alla fine, forse, le dichiarazioni di Mazzarri, che suonavano più come uno scongiuro che come una verità, si sono avverate. L' allenatore livornese, infatti, aveva detto: "L' Udinese è la favorita per il terzo posto". Adesso è proprio così. Forse il mettere le mani avanti tipico di Mazzarri alla fine ha condizionato in maniera la squadra in campo a Bologna, ma non mi sento di condannare i ragazzi per una partita così sfortunata. Probabilmente le tre traverse del primo tempo hanno tagliato le gambe agli azzurri nel secondo.

Peccato chiudere l' annata così. Si poteva dare un' impronta tutt' altro che negativa a questo campionato. Certo sulla carta i sogni di gloria erano altri a guardare la rosa del Napoli, ma centrare il terzo posto sarebbe stato fondamentale. Adesso l' unico obiettivo rimasto è la Coppa Italia. Anche all' Olimpico vincere sarà un' impresa perché andremo ad affrontare i Campioni d' Italia, che certamente vorranno centrare il Double. Noi dovremo giocarci tutto in quella partita perché è veramente l' ultima spiaggia per non parlare di fallimento. Mazzarri potrà anche parlare di grandi soddisfazioni, ma la verità è una sola: nella storia rimangono i vincenti. Nessun altro.
 
Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteHamsik: “Voglio vincere qui a Napoli”
Prossimo articoloFinale Europa League: Falcao fa volare l’Atletico Madrid!
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


2 Commenti

  1. E normale che mette le mani avanti,sa di nn ESSERE all’altezza, e l’unico che nn se ne ACCORGE e il NOSTRO PRESIDENTE,MA QUANDO LO VUOI MANDARE VIA TIRCHIO CHE NN SEI ALTRO?

  2. sono d accordo con Iacobelli se nn si vince la coppa e’ un anno perso e se dovesse andar via il pocho sarebbe una brutta botta x il progetto azzurro xche’ e’ l unico giocatore insostituibile in questa rosa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here