MotoGP: un Rossi da Rally

0
33

Valentino Rossi domani al Rally: "Il mio obiettivo qui è cercare di stare di nuovo il più vicino possibile ai leader".
Valentino Rossi? E chi lo ferma più! Il ragazzaccio di Tavullia del rombo dei motori non può proprio farne a meno. Dopo la vittoria del titotlo Mondiale, l’ottavo in carriera, il rally di Monza e le prove con la Ferrari, domani disputerà l’ultima gara del Mondiale Rally in Gran Bretagna. Ma Vale entra sempre da protagonista, e in quanto scaramantico, non poteva fare a meno del suo numero porta fortuna, il 46, che ha cortesemente sottratto al pilota finlandese di rally Jari Ketomaa: "Era molto importante per me avere il 46 – ha dichiarato Rossi – Jari è stato molto gentile a darmi il numero, l’ho personalmente ringraziato.
Avevo il 46 nei due precedenti rally che ho fatto e non ho mai guidato moto o auto in gare ufficiali senza quel numero
".
Domani verrà assegnato il titolo costruttori, dopo che il Mondiale piloti è stato assegnato a Sebastien Loeb. Nei giorni scorsi Valentino ha effettuato una ricognizione: "È andata bene, anche se le condizioni meteo erano disastrose. C’era molto ghiaccio. Non conoscevo il livello di grip e con una macchina normale è facile fare errori. Abbiamo migliorato molto anche con le note di gara rispetto all’ultimo rally in Nuova Zalanda. Cercare di capire cosa bisogna sapere dal co-pilota è la parte più difficile di questo lavoro. Abbiamo bisogno di fare qualche chilometro per capire la macchina, poi vedremo. Il mio obiettivo è divertirmi e finire la gara. Alla fine del rally in Nuova Zelanda in alcune prove speciali ero più lento di circa due secondi rispetto a Marcus Groenholm".
Alla domanda se c’è un futuro nel Mondiale Rally risponde: "Spero di fare più gare possibile in futuro. Però il mio primo lavoro e la mia prima passione sono le moto. Ho altri due anni di contratto con la Yamaha ma spero in futuro di fare una vera stagione nel Mondiale rally".
 

Fonte: sportmediaset.it

LASCIA UN COMMENTO