Che disastro!

7
37

Lavezzi_sconsolatoUn po' di buona sorte, la tenacia e una ritrovata condizione psico-fisica avevano restituito ai partenopei la pole position per il piazzamento Champions . Una chance da non fallire. Il Napoli si è presentato al Dall'Ara motivatissimo da buoni propositi, ma anche con l'assillo dell'importanza della posta in palio. Un match rilevante per la classifica solo per gli azzurri, ma non per questo meno insidioso di altri. Al cospetto di una formazione gratificata da una stagione più che dignitosa e con l'intento di onorare la maglia e lo sport, gli azzurri non potevano permettersi passi falsi. Tutt'altro che una formalità la sfida con il Bologna di Pioli. Una formazione ben organizzata e ostica da affrontare. Se si aggiunge che in questo scorcio finale di stagione le squadre che non avevano niente da perdere si sono rivelate delle vere e proprie trappole per le avversarie, si capiscono i pericoli di certe sfide. Il fiore all'occhiello della sfida del Dall'Ara è lo spettacolare colpo d'occhio dei 10.000 tifosi partenopei accorsi a Bologna per sostenere i propri beniamini. Mazzarri per la terza volta consecutiva, mostrando intraprendenza e coraggio, lascia in panchina Lavezzi preferendogli Pandev. Con Campagnaro non ancora recuperato dall'infortunio ai flessori della coscia destra e Fernández squalificato, il tecnico toscano schiera in difesa Britos a sinistra spostando Aronica al centro e Cannavaro a destra. Per il resto, stessa formazione che ha battuto il Palermo. Partenza sprint del Napoli che nei primi 5 minuti sfiora il gol in rapida successione prima con Hamsik e poi con la traversa di Cannavaro. Basta poco per intuire che sarà una partita stregata. La dea bendata sembra aver voltato le spalle agli azzurri. L'aggressività e il ritmo imposto dalla formazione di Mazzarri non fruttano il vantaggio sperato e il Bologna al 17' al primo break fa centro con Diamanti lasciato colpevolmente libero dalla retroguardia partenopea. Reazione d'orgoglio e, da una punizione battuta da Pandev, scaturisce un'altra occasione, ma Agliardi è miracoloso sulla maldestra deviazione di testa di Cherubin. La porta bolognese si rivela maledetta anche quando Cavani tra il 27' e il 34', prima solo davanti ad Agliardi coglie la traversa con un pallonetto e poi con un tiro a giro sfiora il palo. Incredibilmente la partita del Napoli finisce qui. Chi si aspetta un furioso ritorno in campo di una squadra immeritatamente in svantaggio, rimane deluso. Il secondo tempo dei partenopei è inguardabile e neanche l'ingresso in campo di Lavezzi per Maggio al 53' scuote la squadra. Così al 65' arriva la doccia fredda con il raddoppio di Rubin. Di Vaio colpisce il palo al 73' quando il destino del Napoli è già scritto. Saltano schemi e nervi e all'ultimo minuto Dzemaili, subentrato a Inler, e il bolognese Morleo, dopo una rissa, vengono espulsi. Finisce 2-0 e con ogni probabilità sfuma al Dall'Ara il sogno Champions del Napoli. Certo la fortuna non è stata dalla parte degli azzurri, ma a questo disastro hanno contribuito una buona dose di imprecisione da parte degli attaccanti e le solite amnesie difensive. Non è tutto perso, ma molto è compromesso. Il Napoli con i risultati della 37^ giornata non è più padrone del proprio destino e dovrà affidarsi ad una serie di risultati favorevoli. La splendida vittoria per 4-2 del 1990 al Dall'Ara, quando il Napoli di fatto ipotecò il secondo scudetto, è solo un lontano ricordo. Oggi a Bologna si è consumata un'inattesa disfatta.

 

 

Antonio Catapano Napolisoccer.NET

7 Commenti

  1. Ogni volta che il Napoli si trova di fronte ad una partita vitale la sbaglia completamente, vedi Udinese anno scorso, Chelsea quest’anno, Villarreal quest’anno (senza il gol di Inler avvenuto casualmente non avremmo mai sbloccato quella partita), ora anche Bologna.

    Ciclo finito!!!!!! Via Mazzarri (HA STUFATO), Lavezzi (Ignorante!!) , Dossena (inguardabile), Hamsik (il fratello gemello di MAREK HAMSIK prima che Raiola e’ diventato il suo co-procuratore), dentro Marcello Lippi,Criscito,Gomez del Catania,Pepito Rossi,Benatia,Armero, Chivu, Silvestre.

    Sempre Forza Napoli
    Pier78

  2. Delusione incredibile.Secondo tempo da pappemolli e una sfortuna pazzesca.Hamsik e Cavani da impalare x gli errori fatti,Zuniga inguardabile e al solito difesa colabrodo. Lavezzi ha gia’ la testa a Parigi.

  3. Sono lontani i tempi in cui il pocho era un uomo insostituibile. Il disastro del napoli non è solo frutto dell’ incapacità tecnica dell’ allenatore, ma anche dell’ atteggiamento di alcuni giocatori.
    Il napoli è inferiore a molte squadre, diciamola tutta, questa squadra è una minestra bruciata. Zdemaili a me non piace, pandev va bene come sostituto, insomma le solite storie. La vedo difficile , entrare in champions è cosa poco probabile, e sinceramente mi sono scocciato di essere deluso puntualmente. questa è una formazione sterile, l’ unico che fa emozionare un po è zuniga, e questo la dice lunga. In questo napoli allo sbando manca una direzione, di fatto mazzarri è allenatore del napoli ma in realta la squadra è totalmente priva della personalità giusta per vincere le partite. Io spero che il napoli riesca a vincere la coppa italia, perche altrimenti sarà stato un anno buttato di decrescita. Gli allenatori vanno cambiati. non so spiegarmi , ma quando arrivo ad esprimermi cosi’ significa che veremente siamo alla frutta. Ci vuole un nuovo tecnico, io direi SUBITO. In fondo l’era Mazzarri è finita, perche dover aspettare che si chiuda peggio? non è meglio che se ne va ora?
    Lavezzi 30 milioni? e chi è il folle che lo compra? oggi l’unico giocatore realmente in grado di far scattare le doppie cifre e Cavani, gli altri hamsik lavezzi zuniga gargano et compani sono giocatori forti ma non talenti indiscutibili. Oppure lo spogliatoio del napoli sta cominciando a scricchiolare? La domanda che vi pongo a voi è : cosa ci porterà Mazzarri?
    istutillo tosatti ( depresso )

  4. Ogni anno a fine stagione troviamo sempre qualcuno con la testa altrove! Il pocho visto anche oggi da ragione a Mazzarri a tenerlo in panchina! Mi sono rotto il cxxxo di tutti questi misteri, di mezze frasi che lasciano intendere un suo addio! Ma che vada via anche stasera perchè quando abbiamo avuto bisogno di lui, si è sempre fatto desiderare! Con quei maledetti 31 milioni prendiamo un giocatore vero da 20 gol, e che andasse a spassarsela lui e la sua Yannina (o comme cxxxo si chiama) da qualche altra parte!

  5. Hamsik rovina del NAPOLI,xche’ nn l’hanno mandato via l’anno scorso?Mazzarri nn capisce una MAZZA!SQUADRA MOLLE E SENZA P…E,lo predico da un anno,avevamo L’EX C.T. della NAZIONALE e lo abbiamo fatto durare 7 settimane ,questo qua ci sta facendo PERDERE la faccia e nessuno prende PROVVEDIMENTI!I napoletani erano in 20000,sara’ contento DELAURENTIS,ma quali spiegazioni dara’ adesso?ANDATE a LAVORARE TUTTI ,TRANNE CAVANI!

  6. Ma ancora non avete capito che la debolezza del Napoli non stà nell’attacco, che è il secondo del campionato, ma nel centrocampo e nella difesa. Gargano è un vero brocco che non sarebbe degno di giocare nemmeno in serie B e Inler tanto voluto da Mazzarri, un mezzo bidone. Non ne parliamo poi di Cannavaro e Aronica, in Italia ce ne sono 30 meglio di loro due. Mazzarri non mi è mai piaciuto, ha fatto il suo tempo e deve andarsene perché ha sbagliato la campagna acquisti, perché é poco duttile e insiste sempre nella sua tattica vecchia e antiquata (lanci lunghi sulle fasce), non sa legggere la partita e fa dei cambi ad capocchiam, non ha il coraggio di lanciare i giovani ecc. ecc.

LASCIA UN COMMENTO