Mazzone: “Giocatori spesso eccedono ma quello di Rossi è stato un brutto gesto”

0
100

Un momento di follia. La tensione a volte porta a fare gesti, che non ci appartengono, dei quali immediatamente ci si pente. Questo, in sintesi il pensiero espresso ai microfoni di RadioCalciomercato.it, da un decano degli allenatori italiani, Carlo Mazzone, su quanto accaduto ieri tra Delio Rossi e Adem Ljajic.

DELIO ROSSI – "Delio ha perso la testa – ha sottolineato l'esperto tecnico ai microfoni di RadioCalciomercato.it, web radio ufficiale di Calciomercato.it -. Grande stress, grande tensione, classifica che piange ma un allenatore non può fare una cosa di questo tipo. Non va messo in croce ma è stato un brutto gesto. Se si rivedrà, condannerà per primo il suo comportamento".

CALCIATORI ARROGANTI – "Devo dire che la categoria dei giocatori dal punto di vista di questi atteggiamenti è peggiorata. Prima c'era più rispetto per l'allenatore, ora se effettui una sostituzione se ti va bene ti prendi un 'vaffa'. Nulla giustifica il gesto di Rossi, però spesso i giocatori eccedono. Anche la stampa non stigmatizza a dovere i comportamenti dei calciatori. I dirigenti delle società dovrebbero mettere delle regole ben precise per gestire queste situazioni. Anche a me comunque è successo di lasciarmi andare a gesti inconsulti, soprattutto quando vengono toccati gli affetti".

FUTURO ROMA – "E' stata fatta una rivoluzione a 360°, era ipotizzabile un anno di difficoltà. Purtroppo a Roma non si vuole sentire la parola 'pazienza', in questa città si deve vincere subito. Ora va valutato ciò che ha funzionato e ciò che non è andato. La Roma ha già una rosa competitiva ma vanno fatti alcuni innesti importanti in sede di calciomercato".

GUARDIOLA – "Non ho avuto modo di sentirlo, so che è stanco. Con la sua decisione di certo ha fatto un bel regalo a Mourinho: ora forse il portoghese riuscirà a vincere un po' di più…".
 
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Calciomercato.it



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here