Mutti: “Il Palermo pretende rispetto”

1
25

L’allenatore del Palermo Bortolo Mutti, intervenuto ai microfoni di Sky, ha rilasciato alcune dichiarazioni raccolte da NapoliSoccer.Net: “Il rigore? Un episodio così eclatante quando stavamo meritando noi il vantaggio. Ti trovi in una situazione del genere per una gestione arbitrale. C’è il contatto della palla sul giocatore e non è mai rigore, il regolamento parla chiaro. Chiedo più rispetto per il Palermo, ultimamente siamo dimenticati. Non voglio favori ma attenzione.
E’ la prima volta che mi permetto di dire queste cose perché voglio tutelare la mia squadra ed il mio lavoro. Oggi noi non siamo salvi e dobbiamo essere rispettati come una squadra che si deve salvare. Il signore è una grande squadra, una grande realtà e vogliamo essere rispettati.
Il Palermo è la squadra più giovane in assoluto, quindi conta solo crescere. Abbiamo fatto un’ottima partita e fino all’ultimo abbiamo provato a rientrare senza mollare mai, quindi le note positive ci sono, manca solo il risultato. Oggi ce tenevamo a far bene.
Anche l’episodio di Cannavaro su Ilicic è da valutare perché entra con il piede a martello. Quello è un danno procurato.
Quello che a me sta a cuore è di portare questi ragazzi nella migliore condizione fino alla fine.
Mi sono un po’ sfogato perché stasera ce l’avevo nello stomaco questo sfogo, però sarebbe bello finire anche in maniera più serena.
Gli esterni? Bertolo non è un esterno di ruolo perché abbiamo fuori Balzaretti e ci si deve unpo’ arrangiare. Sia lui che Aguirregaray si stanno un po’ adattando. Pretendevo un po’ di fase difensiva perché ci stavano sorprendendo sia con Hamsik che con Maggio ma li ringrazio perché stanno facendo quello che possono”. 
Redazione NapoliSoccer.NET

1 COMMENTO

  1. Comprendo lo sfogo del sig. Mutti, però il rigore seppur ai limiti del regolamento, c’era e poi c’è stato pure più di un episodio erroneamente giudicato in vostro favore. Alla fine, i conti pareggiano.

LASCIA UN COMMENTO