Numeri & curiosità di Napoli – Palermo

0
38

numeriecuriositaNell’anticipo della 36^ giornata il Napoli, martedì alle ore 20:45, allo stadio San Paolo, affronterà il Palermo di Bortolo Mutti. La società siciliana, la cui fondazione risale al 1900, ha fatto il suo debutto in serie A nel campionato 1932/1933. All’esordio nella massima serie, il 18 settembre 1932, il Palermo venne battuto in trasferta 2-0 dal Pro Vercelli. Il miglior piazzamento ottenuto dalla squadra rosanero in serie A è il quinto posto conquistato nei campionati 2005/2006, 2006/2007 e 2009/2010. Nel corso della loro storia, il Napoli e il Palermo si sono affrontate in serie A 39 volte. Il tabellino è favorevole agli azzurri con 18 vittorie, 13 pareggi e 8 sconfitte. Nel corso di questi 39 incontri sono stati realizzati 86 gol, 59 dal Napoli e 27 dal Palermo. La prima volta che il Napoli ha affrontato il Palermo in serie A risale al 29 gennaio 1933, 16^ giornata del campionato 1932/1933. La partita, giocata a Palermo, si concluse con la vittoria dei padroni di casa 1-0 (42° Chiecchi (P)). Alle falde del Vesuvio invece, il Napoli e il Palermo si sono affrontati 19 volte. Gli azzurri hanno ottenuto 14 vittorie e 1 sola sconfitta, in 4 occasione invece le squadre si sono divise la posta in palio. Nel corso di queste 19 partite i partenopei hanno realizzato 41 gol, mentre i siciliani 7 gol. L'ultima vittoria del Napoli a fuorigrotta contro il Palermo risale al 6 dicembre 2010, posticipo della 15^ giornata dello scorso campionato. Gli azzurri si aggiudicarono il match con un gol in scivolata di Maggio al 95°, su assist di Cavani. L’unico successo del Palermo a Napoli risale invece al 2 dicembre 1951 in occasione dell’11^ giornata del campionato 1951/1952. I siciliani si aggiudicarono la partita vincendo 2-1 ( 20° Broneè (P), 48° Todeschini (N), 56° Giaroli (P)). Infine, l’ultimo pareggio a Napoli tra gli azzurri e il Palermo risale al 17 gennaio 2010 nel posticipo della 20^ giornata del torneo 2009/2010; la partita si concluse a reti inviolate. Nel match di andata di questo torneo invece, disputato nel posticipo serale della 17^ giornata di campionato, la squadra di Mazzarri espugnò lo stadio Renzo Barbera battendo i padroni di casa 1-3. Passò in vantaggio il Napoli al 35° con un fantastico contropiede. Gargano, dopo aver ricevuto palla da Cavani, servì al centro dell’area di rigore Pandev che spalle alla porta si girò e depositò il pallone nell’angolino basso alla sinistra dell’estremo difensore del Palermo, Benussi. Al 54° gli azzurri raddoppiarono con l’ex Cavani. Il Matador, dopo aver ricevuto palla da Hamsik, dal vertice sinistro dell’area di rigore, fece partire un tiro a giro mandando il pallone sotto l'incrocio del secondo palo. Un gran ben gol, tanto da meritarsi gli applausi dei suoi ex tifosi. Dopo 6 minuti giunse anche il 3° gol del Napoli con Hamsik che dopo aver evitato Benussi insaccò la palla in rete da posizione angolatissima. Il gol della bandiera del Palermo invece, arrivò al 89° con un gran colpo di testa di Miccoli che superò l’incolpevole De Sanctis. Dall’inizio del campionato il Napoli ha disputato in casa 17 partite, ottenendo 30 punti con 8 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte; 35 gol fatti e 21 subiti. Il Palermo invece, nei 17 incontri disputati in trasferta ha collezionato 10 punti, con 1 sola vittoria, 7 pareggi e 9 sconfitte, 14 gol fatti e 28 subiti. Attualmente, la squadra di Walter Mazzarri con 55 punti divide la 3^ posizione in classifica con la Lazio, l’Udinese e l’Inter. La squadra di Bortolo Mutti invece, con 42 punti divide la 14^ posizione in classifica con il Cagliari. Nella partita di martedì sera per i partenopei l’ex di turno sarà Edinson Cavani, per aver vestito la maglia rosanero da gennaio 2007 al 22 luglio 2010, data in cui venne formalizzato il suo passaggio al Napoli. Tra i siciliani invece, l’ex di turno sarà il tecnico Bortolo Mutti, alla guida degli azzurri nelle prime 5 giornate della stagione 1997/1998. Direttore di gara sarà l’arbitro De Marco della sezione di Chiavari, coadiuvato dagli assistenti di linea Viazzi e Liberti; quarto uomo il signor Peruzzo.
Raffaele Campaniello – NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO