Iezzo: “La lealtà è il modo più bello per vincere nella vita”

0
70

"Da piccolo sognavo di giocare a pallone con la maglia azzurra".
Gennaro Iezzo comincia così il suo discorso all’Università Federico II dove è stato nominato ambasciatore dell’Etica Sportiva. Il suo racconto personale è un chiaro messaggio ai giovani studenti che hanno affollato la Facoltà di Giurisprudenza. "A Napoli non è facile fare attività agonistica per la mancanza di strutture, nonostante ci sia un popolo che ha sempre avuto grande cultura sportiva. Io mi ritengo un uomo fortunato perché da piccolo volevo fare esattamente quello che faccio adesso: il portiere del Napoli. Per questo sono molto vicino ai valori e alle speranze dei ragazzi. A loro dico che nel calcio e nella vita ciò che conta è la lealtà. Vincere correttamente è più bello" "Sono onorato di questa nomina – continua il numero 1 azzurro – e mi riempie di orgoglio sotto il profilo morale. Credo che questi siano riconoscimenti che vadano molto al di là dei successi professionali". Infine una battuta ai microfoni sul momento del Napoli. "Da San Siro usciamo con una sconfitta ma anche con la certezza di aver giocato testa a testa con l’Inter. Siamo una squadra giovane e presto qualche ingenuità sparirà. Ci troviamo nella parte alta della classifica e questo è emblematico della qualità del nostro gruppo. Pian piano, attraverso il lavoro ed una graduale maturazione, il Napoli potrà crescere anche nell’aspetto caratteriale. Adesso siamo già proiettati verso il prossimo impegno. Sappiamo che questa per noi può essere una stagione importante"
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: sscnapoli.it



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here