L’amore per il Napoli travolge la Sicilia

6
552

Ritorna il nostro viaggio nei "Club Napoli" sparsi ovunque… Quest'oggi la tappa di NapoliSoccer.NET è in una terra ricca di napoletani la "Sicilia". Il "Napoli Club Sicilia" nasce nel 2008 dall’idea di Pasquale Belcastro e Giovanni Orlando . Entrambi iniziarono a pensare di mettere su un luogo di ritrovo per i tantissimi napoletani sparsi nell'isola e insieme ad altri quattro amici riuscirono a realizzare il loro sogno. Erano in sei, oggi sono un centinaio e hanno fatto si che da Palermo a Catania, passando per Messina e Siracusa, l'onda azzurra travolgesse l'intera isola.
In esclusiva noi di NapoliSoccer.NET abbiamo intervistato Giovanni Orlando, presidente del club suddetto che con le sue dichiarazioni ci ha fatto capire quanto è importante e quanto sia grande l'amore per il Napoli.

 

Il Napoli qualche settimana fa sembrava ormai fuori dalla lotta al terzo posto. Oggi è a un solo punto dalla Lazio terza in classifica, c'è la faranno gli azzurri a conquistare la Champions? "Beh noi tifosi non abbiamo mai mollato l'idea di poter agguantare il terzo posto consapevoli che chi ci precedeva non era e non è sicuramente superiore alla nostra squadra. Sia la Lazio che l'Udinese non sembravano, infatti, messe meglio del Napoli. Speriamo che con questa doppia vittoria consecutiva contro Novara e Lecce abbia finalmente rilanciato il Napoli".  Noi ci crediamo!

 

Tra qualche giorno ci sarà Napoli-Palermo, voi del Club Napoli Sicilia sarete al San Paolo? "Al San Paolo ci sarà una piccola rappresentanza del Napoli Club Sicilia poichè i Km che ci separano sono tantissimi e quest'anno i nostri soci ne hanno fatto tantissimi per seguire le gesta della squadra di Mazzarri. Spagna, Inghilterra e Germania hanno sempre visto la presenza di nostri soci sugli spalti a tifare. La partita con il Palermo o con il Catania hanno sempre un sapore particolare per noi residenti in Sicilia".

 

Come preparerete la trasferta di Napoli? "La trasferta viene preparata nel più semplice dei modi. Il gruppetto che sta partendo alla volta di Napoli sta organizzando il tutto autonomamente poichè noi come club non amiamo imporre a i nostri associati alcuna condizione. Viviamo il Napoli in allegria. Certo pretendiamo che i nostri soci colorino nel piccolo i vari settori con le sciarpe e le tshirt del Club e sopratutto devono fare tante e tante foto da esporre nella nostra sede".

 

Parliamo della finale di Coppa Italia: farete parte anche voi dei tanti tifosi azzurri che saranno all'Olimpico? "La finale di Coppa Italia? Qui tocchiamo un tasto dolente. Il motivo è semplice, noi tifosi non residenti in Campania, ma sopratutto noi residenti nel profondo sud Italia siamo penalizzati. Non possiamo entrare in possesso dei biglietti delle partite di cartello senza non far miracoli. Basti pensare che per sottoscrivere la tessera del tifoso ci sono solo due uffici postali, uno a Catania ed uno a Palermo. Questo rende il tutto più complesso se solo si pensa che abbiamo soci di Messina che nonostante si siano fatti carico di ben 200km per richiedere la tessera a Palermo e non l'hanno ancora ricevuto a distanza di oltre 12 mesi! Purtroppo la società ad oggi non ascolta il nostro grido di aiuto ed è per questo motivo che il Napoli Club Sicilia è stato tra i principali club del neonato Coordinamento Nazionale Club Napoli il cui scopo è proprio quello di far emergere le immense difficoltà che abbiamo noi Club a seguire il Napoli. L'attiva partecipazione al Coordinamento ha fortificato l'unione tra i vari club e ci consente di poter vivere il calcio in armonia".

 

Che Napoli ti aspetti per la finalissima contro la Juventus? "Un Napoli concentrato al massimo e con tanta voglia vincere questo Trofeo così importante. Ma allo stesso tempo mi auguro che sia una giornata di sport per tutti i tifosi presenti".

 

Ultima domanda; Cavani con la maglia del Napoli sta dimostrando di essere un grandissimo campione e i suoi 62 gol siglati in appena due anni ne danno la conferma, ma a Palermo si parla di lui, quanto lo rimpiangono il Matador? "Io stesso non nascondo che quando il Napoli cedette Quagliarella e prese Cavani rimasi molto ma molto deluso. Non ho vergogna a confidarti che pensavo che Cavani non fosse il bomber che cercavamo. Fortunatamente mi sbagliavo e di questo ne sono strafelice un pò meno lo sono gli amici palermitani che quando acquistammo il matador sghignazzavano credendo di averci rifilato un giocatore mediocre. A distanza di due anni però gongolo e loro un pò rosicano! Tengo, tuttavia, a precisare che con i tifosi del Palermo e con quelli del Catania viviamo in perfetta sintonia e mai abbiamo ricevuti screzi ed il continuo rispetto mostratoci dalla gente siciliana ci rende orgogliosi di diffondere la nostra passione tra loro ed auguriamo loro di ottenere i migliori risultati!".

 

 

 

Redazione NapoliSoccer.NET – Domenico Ascione



6 Commenti

  1. Giusto per curiosita’ i soci fondatori sono Siciliani d’ origine o Napoletani residenti in sicilia?
    Quanti sono in percentuale i Napoletani di Napoli in relazione ai siciliani?

    Grazie e sempre Forza Napoli!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here