Avv.Ghirardi “Il caso Mannini potrebbe slittare a gennaio”

0
20

Sembra non esserci fine al caso Mannini. Il 28 novembre, infatti, scadrebbe il termine per il deposito del lodo arbitrale, nel quale si conoscerà il futuro del calciatore del Napoli e di quello del Brescia, Davide Possanzini. La Wada, com’è noto, ha chiesto per entrambi una squalifica di due anni in relazione al loro ritardo nell’espletamento della procedura antidoping dopo la gara Brescia-Chievo del 1 dicembre 2007.

Il lodo arbitrale, però, potrebbe non essere depositato, ma è probabile che slitti a fine dicembre o al massimo al 5 gennaio, termine ultimo del deposito di un altro lodo, relativo però al calciatore del Cittadella, Niccolò Cherubin, sotto “accusa” per la gara Reggina-Livorno del 31 ottobre 2007, quando era un tesserato della formazione calabrese: “È una sensazione epidermica – ammette a Radio Kiss Kiss Napoli l’avvocato di Mannini, Possanzini e dello stesso Cherubin, Carlo Ghirardi – perché non ho avuto comunicazioni ufficiali. Il Tas di Losanna potrebbe anche pensare di unire i due collegi arbitrali, che sono pressoché identici dal punto di vista procedurale e processuale. L’arbitro della Wada, Quentin Byrne Sutton è peraltro comune ai due casi, dunque la decisione definitiva sul futuro di Mannini e Possanzini potrebbe anche slittare al 5 gennaio, termine ultimo del deposito del lodo arbitrale relativo al caso Cherubin”. Il 28 novembre, dunque, non verrà depositato alcun lodo? “Credo di no – continua Ghirardi – Le decisioni saranno comunicate congiuntamente negli uffici del sottoscritto e dell’avvocato Mattia Grassani”.

Redazione NapoliSoccer.net

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO