Numeri & curiosità di Napoli – Novara

0
22

numeriecuriositaDopo il rinvio della 33^ giornata, per l’improvvisa scomparsa del venticinquenne calciatore del Livorno, Piermario Morosini, il campionato di calcio ripartirà dalla 34^ giornata il cui via è previsto sabato con quattro anticipi: alle ore 18:00 si affronteranno Chievo-Udinese e Parma-Cagliari, mentre alle ore 20:45 sarà la volta di Catania-Atalanta e Napoli-Novara. Compresa quella attuale, sono 13 le partecipazioni del Novara nel massimo torneo di calcio italiano, la cui fondazione risale al 1908. Il debutto in serie A avvenne nel torneo 1936/1937, precisamente il 13 settembre del 1936 nella partita Sampierdarnese – Novara, terminata con la vittoria dei padroni di casa con il risultato di 2-1. Nel corso della loro storia, Napoli e Novara si sono affrontate in serie A 21 volte. Il tabellino è quasi in perfetto equilibrio con 9 vittorie del Novara, 4 pareggi e 8 vittorie del Napoli. Nel corso di questi 21 incontri sono stati realizzati 50 gol, 26 dal Napoli e 24 dal Novara. La prima volta che il Napoli ha affrontato il Novara risale al 1° novembre del 1936, 7^ giornata del campionato 1936/1937. La partita, giocata a Napoli, si concluse con la vittoria degli azzurri 4-0 (30° Biagi, 61° Colombari, 79° Ferrara I, 83° Ferrara II). Proprio al termine di quella stagione, il 16 maggio 1937, Attila Sallustro disputò l’ultima partita con la maglia azzurra collezionando 269 presenze e 107 reti. Quella di sabato sera, tra Napoli e Novara, sarà la partita nr 11 alle falde del Vesuvio. Nei precedenti 10 incontri, conclusisi senza pareggio, gli azzurri hanno riportato 6 vittorie e 4 sconfitte, con 21 gol fatti e 11 subiti. L'ultima vittoria del Napoli in casa contro il Novara risale al 16 maggio 1954, nella 32^ giornata del campionato 1953/1954. I partenopei si aggiudicarono l’incontro con il risultato di 5-1 (18° Jeppson (N), 25° Miglioli (Nov.) 32° Ciccarelli (N) 34° Jeppson (N), 55° (aut) Pombia (Nov.), 90° Vitali (N)). L’ultima volta che invece il Novara è riuscito ad espugnare il terreno di gioco dei partenopei risale alla 19^ giornata del campionato 1955/56, esattamente al 19 febbraio 1956. In quella occasione, i piemontesi si aggiudicarono la partita 0-2 (46° Eidefjall, 57°, Formentin). Il match di andata di questo torneo invece, disputato nel posticipo serale della 15^ giornata di campionato, sul campo sintetico dello stadio Silvio Piola di Novara, si concluse 1-1. Passarono in vantaggio i padroni di casa al 70° con Radovanovic, bravo a sorprendere De Sanctis con un calcio di punizione da 35 metri. Il pareggio degli azzurri arrivò invece a 6 minuti dalla fine della partita con Dzemail che superò, con un forte tiro, l’estremo difensore del Novara Ujkani, dopo un clamoroso liscio di Hamsik su cross di Lavezzi. Dall’inizio del campionato il Napoli ha disputato in casa 16 partite ottenendo 27 punti, con 7 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte; 33 gol fatti e 21 subiti. Il Novara invece, nei 16 incontri disputati in trasferta, ha collezionato 8 punti con 2 vittorie, 2 pareggi e 12 sconfitte; 12 gol fatti e 32 subiti. Attualmente, la squadra di Mazzarri con 48 punti divide la 6° posizione in classifica con l’Inter. La squadra di Tesser invece, con 25 punti è penultima in classifica. Sabato sera entrambi i tecnici avranno problemi di formazioni. Mazzarri, oltre agli indisponibili Rosati e Donadel, dovrà rinunciare per un risentimento muscolare al retto femorale sinistro a Lavezzi e allo squalificato Pandev. Tesser invece, oltre agli indisponibili Da Silva, Marianini, Ujkani, dovrà rinunciare per squalifica al difensore Garcia. Non ci saranno ex di turno nelle file azzurre, mentre nel Novara gli ex di turno saranno Mascara, Rinaudo e il tecnico Tesser che ha vestito la maglia azzurra dal 1978 al 1980 collezionando 37 presenze e 2 gol. La partita sarà diretta dall’arbitro Daniele Doveri di Roma.
Raffaele Campaniello – NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO